Stai leggendo: The Resident: recensione episodio 6, Costi quel che costi

Letto: {{progress}}

The Resident: recensione episodio 6, Costi quel che costi

Nuove rivelazioni sul passato e sul presente dei medici del Chastain Park nell’episodio 6 di The Resident.

1 condivisione 0 commenti

Dallo scorso episodio il medical drama The Resident ha iniziato a esplorare il passato e le storie personali di tutti i protagonisti dello show, a partire da Conrad. La quinta puntata della serie, infatti, si è conclusa svelandoci che il corteggiato potenziale investitore del Chastain Park, Marshall Winthrop, altri non è che il padre del dottor Hawkins. 

Il rapporto tra i due, già dal dialogo tra Conrad e Nic di cui siamo stati spettatori una settimana fa, non è idilliaco e a confermarcelo è uno scambio di battute tra i personaggi interpretati rispettivamente da Matt Czuchry e Glenn Morshower in cui si è chiaramente percepito che Conrad ha un rapporto conflittuale con l’uomo che l’ha cresciuto, che lo ha allontanato dalla madre e che ora sembra essere tornato per riconquistare quel figlio il quale, pur di stargli lontano, ha deciso anni prima di partire per l’Afghanistan.

Morshower, infatti, non ha mai pensato di investire nel prestigioso ospedale di Atlanta ma ha deciso di visitarlo unicamente per capire in che modo fondare lui stesso una o più strutture ospedaliere da far dirigere a Conrad:

Vuoi tornare nelle mia vita comprandomi?

Può essere.

La doppia vita di Mina

Oltre a rivelarci l’identità e la verità sul conflittuale rapporto tra Conrad e suo padre, nell’episodio di The Resident dal titolo Costi quel che costi abbiamo scoperto anche qualcosa in più su Mina. La geniale specializzanda in chirurgia, dal carattere solo apparentemente ruvido e distaccato, all’inizio della puntata è vittima di una tentata rapina da parte un ragazzo tossicodipendente del suo quartiere. Tale evento che ci ha portato, insieme a Nic, a scoprire che la Okafor ha una sorta di doppia vita e che rischia quotidianamente la carriera pur di prendersi cura della “sua gente” rubando i medicinali dall’ospedale:

Lo faccio affinché le persone non muoiano per malattie curabili.

Tutti contro Lane Hunter

Oltre ai momenti atti a caratterizzare i protagonisti di The Resident, il sesto episodio dello show è stato come al solito per la maggior parte incentrato su casi che mettono in risalto le atrocità del sistema sanitario statunitense. In particolare in questa puntata abbiamo conosciuto una nuova nemesi di Conrad, il suo supervisore Ben Wilmot, pronto come tutti a fare inutili - e spesso pericolose - indagini sui pazienti e siamo stati spettatori di una nuova terribile scoperta in merito all’operato della dottoressa Lane Hunter.

Devon Pravesh in The Resident 01x06

Grazie alla professionalità di Devon Pravesh, che inizialmente non si fidava delle accuse mosse da Nic nei confronti dell’oncologa, è venuto fuori che pur di ottenere fatturato la Hunter stava per mettere a rischio seriamente la vita di Lily con un trapianto di midollo che sarebbe stato fatale per la giovane paziente ma estremamente redditizio per le sue tasche.

The Resident va in onda ogni lunedì in seconda serata solo su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.