Stai leggendo: Vivere meglio con il minimalismo: Vivi Leggero di Regina Wong

Letto: {{progress}}

Vivere meglio con il minimalismo: Vivi Leggero di Regina Wong

Liberarsi del superfluo per vivere una vita equilibrata e sana: nel libro della blogger Regina Wong i consigli per diventare dei perfetti minimalisti.

La copertina del libro di Regina Wong

20 condivisioni 0 commenti

Non avete bisogno di più spazio, ma di meno roba. È con questa frase che si potrebbe riassumere il pensiero minimalista racchiuso in Vivi leggero (TRE60) di Regina Wong.

Nel libro l’autrice, che ha raggiunto il successo con il suo blog Simple and Minimal, loda e suggerisce una vita improntata sulla semplicità e sull’essenzialità. Il suo credo è infatti quello del minimalismo e della lotta al disordine e così, come una vera guru, la Wong spiega come sbarazzarsi delle cose in eccesso, riducendo tutto all’essenziale e tenendo solo quello che ci fa stare bene.

Vivi leggero è una guida pratica per imparare a vivere meglio con poco, seguendo alcuni passi verso il benessere.

Salvarsi con il minimalismo

Il minimalismo e il principio del "quanto basta"HD

Ammettiamolo, le case di oggi scoppiano di oggetti, ne siamo praticamente sommersi. Vestiti, libri, accessori: sono tutte cose che ci costano tempo, denaro e parecchia fatica per tenerli in ordine. E se avessimo di meno? Se avessimo solo le cose giuste, necessarie?

È qui che entra in scena il minimalismo. Molti lo collegheranno al cliché di una casa con pochi arredamenti tutti bianchi e con una vita fatta di privazioni. Il minimalismo non è questo ma molto di più: è imparare ad essere moderati, è saper bilanciare il troppo con il poco.

Per ottenere il massimo dal minimalismo, bisogna partire da una rivalutazione delle proprie priorità - spiega la Wong - in modo da eliminare tutto ciò che è di troppo e non è indispensabile. Il segreto è quello di conservare solo ciò che dà felicità e gettare il resto, concentrando l’attenzione non sulle cose, ma sulle intenzioni.

No quindi al consumismo, no agli status symbol e alle mode del momento, sì invece al minimalismo non solo fisico, ma anche mentale ed emotivo.

Il disordine è il nemico

Regina Wong Vivi leggero

Quasi tutti possediamo più cose di quante ce ne servano: tendiamo ad accumulare roba inutile, stressandoci perché lavoriamo tanto per poterci permettere quegli acquisti. Entriamo così in una spirale di insoddisfazione perenne, dove le cose ci possiedono, ne siamo schiavi.

Va detto che la marea di roba che accumuliamo crea disordine nello spazio in cui viviamo, disordine che ha un’influenza anche sulla nostra sfera mentale.

Come eliminare il disordine che ci circonda? Prima di tutto bisogna allontanarsi dalla mentalità dell’accumulo, e avvicinarsi all’idea svedese di lagom, ovvero del “quanto basta”. Il principio del lagom ha a che fare con le esigenze concrete e non con i desideri. Mira alla gioia, non alla privazione. Quindi stop allo shopping compulsivo e al "lo compro, non si sa mai" e sì agli acquisti ragionati dettati da reali esigenze.

L’arte del riordino

La copertina del libro della blogger Regina Wong

Per sentirsi felici e sereni nello spazio che si abita bisogna saper riordinare. Qual è il metodo per il riordino perfetto? Facile, prima di conservare o buttare un oggetto bisogna chiedersi se ci fa stare meglio, se accende una “scintilla di gioia” come consiglia Marie Kondo, autrice del best seller Il magico potere del riordino. Un consiglio prezioso è quello di riordinare per categoria e non per stanza, preporsi un obiettivo per sezione come vestiti, fotografie, utensili per la cucina…

La Wong sottolinea quanto sia importante imparare a riordinare non solo i nostri cassetti, ma anche le relazioni con gli altri, evitando persone nocive che soffocano le nostre vite. Sbarazzarsi di cose inutili e persone dannose ci avvicinerà alla parte più autentica di noi e alla tanto desiderata felicità. Scoprire cosa e chi ci da gioia, imparare a dire di no, focalizzarsi su una cosa per volta evitando il multitasking, sono tutti passi necessari per raggiungere la pace mentale.

Liberarsi dall’eccesso abbracciando l'idea del minimalismo porterà alla calma, alla leggerezza e a un senso di chiarezza. Grazie al principio del "less is more" ci sarà più spazio in casa per accogliere energia e luce e più spazio per essere sè stessi. 

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.