Stai leggendo: Il video di Battaglia navale, il nuovo singolo di Lorenzo Fragola

Letto: {{progress}}

Il video di Battaglia navale, il nuovo singolo di Lorenzo Fragola

Battaglia navale anticipa il nuovo disco di inediti di Lorenzo Fragola, Bengala, in uscita il prossimo 27 aprile.

2 condivisioni 0 commenti

È online da oggi sul canale VEVO il video di Battaglia navale, il nuovo singolo di Lorenzo Fragola che anticipa Bengala, il prossimo album di inediti in uscita il 27 aprile per Sony Music. Il pezzo è stato scritto dallo stesso Fragola, coproduttore insieme a MACE.

Ambientato nel parco divertimenti di Coney Island, a New York, il video racconta di un viaggio pieno di difficoltà, di turbamenti ma anche di rinascite. A girare la clip, il duo YouNuts!, composto da Niccolò Celaia e Antonio Usbergo per YouNuts! Piano sequenza dai toni opachi che rispecchiano il grigio del cielo invernale in una Coney Island insolitamente deserta, sottofondo di un testo che, come ha dichiarato lo stesso Fragola, “parla della solitudine e della paura nell’affrontare le scelte, in cui mi interrogavo su quale sarebbe stato il mio futuro”. 

Bengala sarà disponibile in vari formati: streaming, CD, vinile e nella versione CD Deluxe (con copertina rigida e libretto da 32 pagine con contenuti speciali).

Il testo di Battaglia navale:

Guerra è
tra brividi d’abitudine,
limite tra fuoco e gratitudine
Su di me, su di me
Notti che
Lotto con i miei incubi,
semplice paura dei miei limiti
scomodi da affrontare
Perché tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare
Io non so nuotare
Battaglia navale
Tra le mie parole e le mie paure
mille paranoie, mille notti buie
Resto a galla a pensare, soffia un vento maestrale
Tequila e Ginseng, rabbia da affogare, solo, solo
Resto a galla a pensare, cielo blu come il mare
Manila e Big Bang nel mio viaggio astrale, solo solo
Soffia anche il vento in faccia, ho perso la mia meta
Cosa vuoi che faccia, se mi hai lasciato a metà
Ho puntato all’oceano, lasciato il porto
per rendermi conto che il viaggio è lungo
Non so se ritorno, non sono pronto
Ho nascosto il profumo di casa addosso
Nel caso ne avessi bisogno e nel caso mi svegliassi un giorno
Guardarmi allo specchio poi rendermi conto che non è il mio sogno
In fondo
Perché tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare
Io non so nuotare
Battaglia navale
Tra le mie parole e le mie paure
Mille paranoie, su di me
Resto a galla a pensare, soffia un vento maestrale
Tequila e Ginseng, rabbia da affogare, solo, solo
Resto a galla a pensare, cielo blu come il mare
Manila e Big Bang nel mio viaggio astrale, solo, solo
Solo, solo,
Perché tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare
Io non so nuotare
Battaglia navale
Solo, solo

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.