Stai leggendo: Naomi Campbell: la Venere Nera delle passerelle in pillole

Letto: {{progress}}

Naomi Campbell: la Venere Nera delle passerelle in pillole

Bella, anzi bellissima, Naomi Campbell si appresta a compiere 48 anni. Il suo fascino non è stato scalfito dal passare del tempo e la sua stella continua a risplendere di luce propria: ecco alcune curiosità sull'icona fashion anni '90 più amata di sempre.

0 condivisioni 0 commenti

Impossibile pensare al patinato mondo della moda senza che la scultorea silhouette di Naomi Campbell si materializzi dinanzi ai nostri occhi.

Tutti sanno chi è la Venera Nera, che le passerelle che ha calcato con la sua camminata inconfondibile sono impossibili da contare e quanto ha fatto parlare di sé nel corso degli ultimi 30 anni. Naomi è un'icona, e nell'immaginario collettivo siede su un trono da cui nessun'altra modella - di ieri, oggi e domani - potrà mai spodestarla.

Naomi Campbell in una delle sue ultime apparizioni in passerellaHD
Naomi Campbell in una delle sue ultime apparizioni in passerella

Ma chi è davvero Naomi e com'è riuscita a imporsi con così tanta determinazione nel fashion system? Di certo, è una donna dal carattere difficile - lo stesso che, probabilmente, l'ha aiutata a distinguersi tra le tantissime aspiranti modelle con cui si è confrontata agli esordi - e con un'incredibile autostima.

D'altronde, nonostante le tante Gigi, Bella e Kendall che fanno sognare i Millennials, sostiene con convinzione: "La mia erede non è ancora nata".

Le origini

Classe 1970, Naomi Campbell nasce a Londra da una ballerina di origini giamaicane, Valerie Morris. L'identità di suo padre resta ancora oggi sconosciuta.

Naomi Campbell con la madre Valerie MorrisHDInStyle
Naomi Campbell con la madre Valerie Morris

La bellezza particolare di Naomi - dalla pelle di ebano e gli occhi a mandorla - è il frutto di un mix di etnie: in molti sostengono che abbia antenati cinesi.

Gli esordi sulle passerelle

Erano gli anni '80 e Naomi Campbell aveva solo 15 anni. La futura regina della moda venne scoperta dalla talent scout Beth Boldt dell'agenzia Elite Management presso la scuola Italia Conti di Londra. Due anni dopo, nel 1987, Naomi ha conquistato la sua prima copertina su British Vogue - è stata la prima modella di colore a essere ritratta sulla cover della rivista - e ha cominciato a sfilare per le Maison più prestigiose, da Fendi a Chanel passando per Valentino e Yves Saint Laurent.

Naomi Campbell in copertina su VogueHDPinterest
Naomi Campbell in copertina su Vogue

La sua (definitiva) consacrazione nell'Olimpo della moda arriva quando conosce Christy Turlington: le due diventano subito inseparabili e con Linda Evangelista formano il trio di modelle più richieste di quegli anni.

Naomi Campbell con Linda Evangelista e Christy TurlingtonMirror
Naomi Campbell con Linda Evangelista e Christy Turlington

"Non ci svegliamo per meno di 10mila dollari al giorno", disse Linda Evangelista all'epoca riferendosi al suo cachet e a quello delle amiche/colleghe Christy e Naomi.

Il sodalizio con Gianni Versace

Naomi Campbell è stata per anni la musa ispiratrice di Gianni Versace ed è proprio con lo stilista scomparso che è nato il mito delle 'supermodelle'. Negli anni '90 con l'arrivo di Naomi, le già citate Christy e Linda, Claudia Schiffer, Carla Bruni, Helena Christensen e Cindy Crawford, il mondo della moda è molto cambiato: le modelle da semplici indossatrici si sono trasformate in autentiche icone, emblema del sogno dorato del fashion system.

Naomi Campbell e Gianni VersaceHD
Naomi Campbell e Gianni Versace

A distanza di 20 anni dalla sua morte, Naomi continua a custodire con affetto il ricordo di Gianni Versace e ha un ottimo rapporto con la sorella dello stilista, Donatella Versace, a capo della Maison di famiglia dal 1997.

Nel corso di una delle ultime sfilate del brand, Naomi si è riunita alle sue storiche colleghe per calcare ancora una volta tutte insieme la passerella vestite proprio come piaceva a Gianni Versace: per lui le donne erano delle dee, da ricoprire interamente di oro.

La straordinaria reunion di Naomi Campbell, Carla Bruni, Claudia Schiffer, Cindy Crawford e Helena ChristensenHD
La straordinaria reunion di Naomi Campbell, Carla Bruni, Claudia Schiffer, Cindy Crawford e Helena Christensen

Le intemperanze

Il mondo del gossip si è più volte concentrato, nel corso degli anni, sul brutto carattere di Naomi Campbell. La modella è stata spesso definita irascibile e aggressiva, complici testimonianze rilasciate da colleghe, conoscenti e altre personalità del mondo della moda.

Naomi Campbell in uno dei suoi momenti di aggressivitàDailyMail
Naomi Campbell in uno dei suoi momenti di aggressività

Ricordiamo tutti, per esempio, quando nel 2006 Naomi è stata arrestata per aver ferito la sua colf, lanciandole contro un cellulare in preda a un attacco d'ira. Alcuni anni dopo, nel 2015, è stata coinvolta in una chiacchierata rissa con Cara Delevingne. La modella si è resa inoltre protagonista di diversi atti violenti contro paparazzi, poliziotti e collaboratori domestici.

Gli amori

Anche Naomi Campbell, ovviamente, ha un lato tenero! La Venera Nera non è mai stata sposata e la sua vita sentimentale è sempre stata piuttosto tormentata. Nel 1993 ha avuto una relazione con il bassista degli U2 Adam Clayton, cui è seguita una lunga storia d'amore con Flavio Briatore. I due sono stati insieme dal 1998 al 2003 e, ancora oggi, hanno un ottimo rapporto.

Naomi Campbell con Flavio Briatore
Naomi Campbell con Flavio Briatore

Dopo la fine del suo amore con Briatore, Naomi ha collezionato diverse liaison, tra cui quella recentemente conclusa con Louis Carey Camilleri. Attualmente si mormora che Naomi sia legata al rapper Skepta (35 anni), con cui ha posato senza veli su GQ.

Di certo, non è semplice tenere testa a una donna come Naomi Campbell.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.