Stai leggendo: Da fare con le amiche: in viaggio a Lagu Lake, il regno delle donne

Letto: {{progress}}

Da fare con le amiche: in viaggio a Lagu Lake, il regno delle donne

Ai piedi dell’Himalaya, tra la regione cinese del Sichuan e quella dello Yunnan, esiste un luogo incantato e tutto da visitare che si chiama Lagu Lake, dove una delle pochissime società matrilineari ancora sopravvive, tra tradizioni e libertà.

Panorama di Lugu lake

3 condivisioni 0 commenti

La Cina non è certo la meta più vicina da raggiungere ma se avete in programma un viaggio on the road verso l’Oriente, magari in compagnia di una o più amiche, c’è un luogo incantato che per tradizioni e bellezza vale la pena aggiungere tra le tappe da visitare: Lagu Lake.

Lagu Lake è un piccolo paradiso situato sull'altopiano del Yunnan nel mezzo della contea autonoma di Ninglang Yi. Il lago, ora facilmente raggiungibile grazie alla recente costruzione di un’aeroporto e di una nuova strada percorribile (a differenza dello storico sentiero accidentato che fino a qualche anno fa era l’unica via d’accesso), segna il confine tra la contea di Ninglang della provincia dello Yunnan e la contea di Yanyuan, nella provincia del Sichuan.

La regione delle Amazzoni

Attrazione per molti turisti, le rive di Lagu Lake sono abitate da diversi gruppi etnici minoritari, come Mosuo, Norzu, Yi, Pumi e tibetani ma il più peculiare di questi sono proprio i Mosuo, popolazione composta da circa 40 mila persone che è una delle ultime società matrilineari della terra.

Lagu LakeHDWikipedia

Lagu Lake, infatti, viene chiamato dal popolo dei Mosuo anche Lago madre mentre negli opuscoli turistici è descritto come la regione delle Amazzoni, Il regno delle donne e La casa della tribù matriarcale, soprannomi che evidenziano il ruolo dominante del gentil sesso nella società Mosuo in cui solo le donne diventano eredi e devono provvedere in tutto e per tutto al mantenimento della propria famiglia anche se sono gli uomini a detenere il potere politico.

Particolare nella cultura Mosuo, è anche la tradizione del matrimonio azhu (matrimonio in cammino) per la quale l’uomo può recarsi nella camera da letto della donna di notte per poi ritornare, il giorno, a casa della madre. I bambini che nascono da queste unioni (che possono essere sia temporanee che estremamente durature) entrano a far parte del clan della donna, della sua famiglia.

Le MosuoHD

L’isolamento in cui hanno vissuto le tribù che praticamente da sempre abitano nelle splendide casette di legno situate sulle sponde di Lagu Lake, circondate da altissime vette ancora rigogliose di una natura incontaminata, ha portato le popolazioni a mantenere pressoché intatte le proprie tradizioni che il governo cinese ha sempre definito selvagge. Il neonato turismo delle zone però ha iniziato a puntare sulle positive e attrattive peculiarità della società “femminista” Mosuo, arricchendo molte delle povere famiglie della zona il cui 80% è stata coinvolte nell’industria turistica.

Anche voi sareste curiose di visitare Lagu Lake e di passare qualche giorno ad ammirare la cultura della società matrilineare dei Mosuo?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.