Stai leggendo: Grey's Anatomy 14x12: recensione Harder, Better, Faster, Stronger

Letto: {{progress}}

Grey's Anatomy 14x12: recensione Harder, Better, Faster, Stronger

Nell’episodio 12 di Grey’s Anatomy i medici del Grey Sloan Memorial sono i protagonisti di una gara all’ultima ispirazione per vincere l’ambito concorso di chirurgia.

1 condivisione 0 commenti

Dopo l’episodio tutto dedicato a Miranda Bailey, in cui abbiamo scoperto molte cose del passato dello storico personaggio di Grey’s Anatomy, la puntata 12 della stagione 14 del medical drama di Shonda Rhimes riprende la narrazione da dove avevamo lasciato i nostri eroi in camice.

I dottori del Grey Sloan Memorial sono alla ricerca di un’idea che li porti a vincere l’ambito contest di chirurgia il cui cospicuo compenso è stato messo in palio da un donatore anonimo, che noi sappiamo essere Jackson Avery, e a gestire il concorso è un’April irriconoscibile, ancora estremamente provata dalla sua recente crisi di fede.

Tutti contro tutti

Tutti i chirurghi dell’ospedale più amato del piccolo schermo hanno tre giorni per presentare un progetto completo. In particolare Amelia e Alex uniscono le proprie forze e, complice la giovane e adorabile Kimmie, affetta da un tumore al cervello in recidiva, ispirati dalla splendida voce della ragazza decidono lavorare su degli ultrasuoni che potrebbero curare l’inoperabile cancro della paziente e salvare lei e molte altre persone.

Meredith, sotto pressione per la recente vittoria dell’Harper Avery, viene illuminata, con l’aiuto di Jo, da Judy,  una donna a cui tempo fa ha tolto la milza che torna in ospedale a causa di laceranti dolori dovuti alla crescita nel suo corpo di tante piccole milze funzionanti. La rara “patologia” di Judy diventa oggetto del progetto della Grey e della Wilson le quali sono convinte di poter mettere su una vera e propria coltura di organi sani e funzionanti da usare per i trapianti.

Jackson sembra l’unico ad essere sicuro della sua ricerca. Il bell’Avery infatti ha intenzione di creare una pelle spray ma sua Catherine, come abbiamo già visto accadere più volte, mette in discussione l’idea del figlio e lo convince a puntare su un pionieristico intervento di ricostruzione vaginale da fare sulla dottoressa Michelle Valez nel quale viene utilizzata una porzione di peritoneo affinché il nuovo organo sia più sensibile. Dopo un iniziale momento di dubbio, Avery accetta la proposta di Catherine:

Perché non dovremmo aiutare persone come Michelle a sentire per la prima volta che il loro corpo corrisponde alla loro anima?

Maggie dal canto suo e senza alcun ripensamento è certa certa, come sottolinea alla sua nuova fiamma Clive, che la sua pompa per il cuore ricaricabile direttamente dalla pelle sia un’idea vincente mentre Richard Webber trova proprio in un racconto della figlia la scintilla per creare una sorta di bacchetta magica che scovi le cellule tumorali e renda più semplice diagnosi e interventi.

Una scena di Grey's Anatomy 14x12HDABC

La dolce Arizona, colpita dall’alta percentuale di morti per parto, aiutata di Carina, con la quale la fiamma è nuovamente scoccata, sceglie di presentare un progetto di ricerca per capire quali siano le cause di questi numerosi decessi. 

Infine la tostissima Miranda, obbligata a stare a letto a causa del recente attacco di cuore che l’ha colpita, non rinuncia al contest e con l’aiuto dello specializzando “occhiali” riesce da casa a creare un prototipo di macchinario che renderebbe meno invasiva la colonscopia.

Vincitori e vinti

Sul finale del lungo e stra-corale 12esimo episodio di Grey’s Anatomy 14 in cui è stato estremamente interessante vedere cosa si cela dietro a idee che potrebbero essere le basi del futuro della medicina, scopriamo che i primi vincitori - almeno quelli ufficializzati - di questa fase iniziale del contest sono Maggie, Arizona e Meredith la quale, però, scopre che per portare a termine suo progetto ha bisogno di un polimero brevettato e costosissimo.

La stagione 14 di Grey’s Anatomy va in onda ogni lunedì alle 21,05 in esclusiva su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.