Stai leggendo: La nascita del Girl Power nel pop: le Spice Girls

Letto: {{progress}}

La nascita del Girl Power nel pop: le Spice Girls

A metà anni '90, 5 ragazze inglesi irrompono nel mondo della musica pop al grido di Girl Power! Dopo l'uscita di Wannabe, il loro primo singolo, l'industria musicale non sarà più la stessa. Loro sono le Spice Girls: la girl band più amata di sempre.

2 condivisioni 0 commenti

Le Spice Girls, ebbene sì: l’icona di questa settimana non è una singola persona. Ma cinque donne.

Cinque ragazze che a metà anni ’90 sono piombate nel mondo della musica pop, mettendolo sottosopra. Con la loro inesauribile energia. Con i loro outfit coloratissimi e kitsch, fatti di crop top, shorts, tute, corpetti, body glitterati e zatteroni.

Cinque ragazze che hanno travolto l'industria musicale con le loro voci squillanti e i loro pezzi perfettamente orecchiabili, perfettamente pop. Cinque ragazze che, grazie al loro motto, il Girl Power, sono diventate paladine di un femminismo leggero e spensierato, perfettamente riassunto nel testo del loro primo singolo: Wannabe. 

Cinque ragazze che non avranno cambiato il mondo con qualche scoperta scientifica, ma che hanno messo in atto una rivoluzione culturale che ha segnato la loro epoca.

Le icone di questa settimana sono Geri Halliwell, Victoria Adams, Emma Bunton, Melanie Brown e Melanie Chisholm.

Le Spice Girls. La girl band più amata di sempre. 

Spice Girls cercasi: l'annuncio sul giornale

Tutto è cominciato nel 1994 grazie ad un annuncio su un giornale.

Il manager Bob Herbert intende infatti formare un gruppo pop tutto al femminile, sulla scia delle boyband che imperversano in quegli anni, una tra tutte, i Take That. Così, insieme al figlio, scrive al quotidiano inglese The Stage un messaggio piuttosto chiaro: "Siete spregiudicate, estroverse, ambiziose e capaci di cantare e di ballare?".

Tra le centinaia di ragazze che rispondono, Bob ne sceglie 5. Tra loro ci sono tutte le future Spice Girls, tranne Emma Bunton, che subentrerà soltanto tempo dopo, quando Michelle Stephenson abbandonerà il gruppo, allora chiamato Touch, in seguito ad alcune incomprensioni.

La vera svolta per le ragazze arriva solamente un anno dopo, quando decidono di cambiare manager e si uniscono alla 19 Management di Simon Fuller. Grazie a lui, nel settembre del '95 firmeranno con la Virgin, iniziando immediatamente a registrare in studio quelli che poi diventeranno, l’estate successiva, i loro successi di sempre. Stiamo parlando ovviamente di Wannabe e del primo disco delle Spice Girls: Spice.

Spice Girls: il testo di Wannabe

Yo, I'll tell you what I want, what I really, really want, So tell me what you want, what you really, really want

I'll tell you what I want, what I really, really want, So tell me what you want, what you really, really want

I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha), I wanna really, really, really wanna zigazig ah

If you want my future, forget my past, If you wanna get with me, better make it fast

Now don't go wasting my precious time, Get your act together we could be just fine

I'll tell you what I want, what I really, really want, So tell me what you want, what you really, really want

I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha), I wanna really, really, really wanna zigazig ah 

If you wanna be my lover, you gotta get with my friends, Make it last forever, friendship never ends

If you wanna be my lover, you have got to give, Taking is too easy, but that's the way it is

Oh, what do you think about that

Now you know how I feel, Say, you can handle my love, are you for real 

I won't be hasty, I'll give you a try, If you really bug me then I'll say goodbye

Yo I'll tell you what I want, what I really, really want, So tell me what you want, what you really, really want

I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha) I wanna, (ha), I wanna really, really, really wanna zigazig ah

If you wanna be my lover, you gotta get with my friends, Make it last forever, friendship never ends

If you wanna be my lover, you have got to give, Taking is too easy, but that's the way it is

So, here's a story from A to Z, You wanna get with me, you gotta listen carefully

We got Em in the place who likes it in your face, You got G like MC who likes it on a

Easy V doesn't come for free, she's a real lady, And as for me, ha you'll see

Slam your body down and wind it all around, Slam your body down and wind it all around

If you wanna be my lover, you gotta get with my friends, Make it last forever, friendship never ends

If you wanna be my lover, you have got to give, Taking is too easy, but that's the way it is

If you wanna be my lover, You gotta, you gotta, you gotta, you gotta, you gotta

Slam, slam, slam, slam (make it last forever), Slam your body down and wind it all around

Slam your body down and wind it all around Ha, ha, ha, ha, ha 

Slam your body down and wind it all around, Slam your body down and zigazig ah

If you wanna be my lover.

Questo è il testo di Wannabe, il primo singolo delle Spice Girls. Siamo nel luglio 1996 e il pezzo ottiene un successo pazzesco. Complice anche un video memorabile, girato in un unico piano sequenza in un hotel di Londra che le cinque Spice mettono a soqquadro, il brano registra vendite da record non solo nel Regno Unito, ma anche negli Stati Uniti. Conquistando il primo posto delle classifiche di ben 31 paesi.

Un settimanale britannico conia i cinque soprannomi per le ragazze che conosciamo tutti: Geri è la Ginger Spice, Victoria la Posh, Emma la Baby, Mel B la Scary e Mel C la Sporty. 

L'avventura delle Spice è appena cominciata, ma già si sente odore di rivoluzione.

Spice, il primo album

Il primo disco delle Spice Girls esce a novembre dello stesso anno. Il successo è assoluto e nel Regno Unito le vendite sono le più alte dai tempi dei Beatles.

I successivi singoli scelti dall'album, ottengono il medesimo, pazzesco riscontro. C'è Say you’ll be there, nel cui videoclip le Spice si trasformano in cinque eroine delle arti marziali che si allenano nel deserto, per poi rapire un bel ragazzo e portarselo dietro, sul tettuccio del loro pulmino. C'è poi la dolce ballata 2 become 1, in cui le ragazze abbandonano i toni sempre scherzosi ed energici, per mostrarsi in una romantica New York notturna. Seguono Mama e il super glamour Who do you think you are.

Ogni videoclip, ogni apparizione è un successo incredibile. Ognuna delle ragazze ha il suo preciso stile, esattamente a fuoco, che si compensa alla perfezione con quello delle altre, in un equilibrio pop impeccabile.

C'è Mel C, la sportiva, con le tute Adidas, le scarpe da ginnastica e gli smanicati. C'è Victoria, con i suoi abiti quasi sempre a tinta unita, eleganti, ma mai distanti dal look smaliziato delle altre. E poi Ginger Spice, con i minidress super sexy, gli shorts, i corpetti di paillettes rosso fuoco o l'iconico abito con la bandiera inglese indossato durante i Brit Awards del '97. E poi Mel B, dallo stile più aggressivo ma sempre sexy, fatto di stampe maculate o zebrate, pantaloni larghi a vita bassa e top striminziti che le mettono in risalto il seno grazie ai primi wonderbra. E infine Baby Spice, con i suoi vestitini sempre romantici, dai toni chiari pastello. 

Insomma, le Spice sono uniche, inconfondibili e il loro stile comincia a dettare le regole nel mondo della moda, definendo un decennio che vedrà la nascita di certe tendenze, proprio grazie a loro.

Spiceworld, il secondo album

Il singolo Spice up your life anticipa il secondo album delle Spice Girls, che esce ad un anno esatto dal primo. Nel video, le Spice guidano una navicella spaziale e nonostante i toni scuri e cupi tipici di un’ambientazione distopica, le 5 ragazze riescono a rimanere fedeli al loro stile pop e frizzante. Pare che in realtà non fossero molto contente del video e che volessero girarne un altro con un'ambientazione carnevalesca. Ma i fan sembrano apprezzare davvero molto e i singoli seguenti non fanno altro che confermare l'amore che adolescenti e non di tutto il globo, nutrono per le loro beniamine. Ci sono Stop, ambientato in una tipica cittadina inglese di provincia, Viva Forever e la ballata Too Much, perfetta per il mercato natalizio.

Spice Girls: il film

Tutti vogliono le Spice. I brand più importanti fanno a gara per accaparrarsele. Le Spice diventano il nuovo volto della Pepsi e nel 1997 girano Spice Girls: il film, una pellicola dai contenuti comici dove interpretano loro stesse. Una sorta di A Hard Day's Night dei Beatles, che sbanca i botteghini natalizi. Nonostante il successo, il film riceve molte critiche e le ragazze vincono perfino un Razzie Award in 5, come peggiore attrice protagonista.

Ma che importa della critica, le Spice sono inarrestabili, un'ondata di energia pop spensierata che invade il mondo della musica, del cinema, della moda e che, per ora, pare non volersi arrestare.

Spice Girls: l'abbandono di Geri Halliwell

Alla fine del '97 tuttavia la situazione del gruppo comincia a movimentarsi. Prima Simon Fuller rassegna le dimissioni, costringendo le ragazze ad autogestirsi in vista dell'imminente tour che parte all'inizio del'anno successivo. Un tour che registra il tutto esaurito, ma durante il quale, nelle ultime due date, Ginger Spice non si presenta. Cominciano a circolare certe voci, che le ragazze cercano di arginare adducendo alla collega un problema di salute. Ma il 31 maggio arriva la conferma della notizia che tutti temevano: Geri Halliwell lascerà il gruppo, a causa di alcune differenze inconciliabili. "Sono sicura che il gruppo continuerà ad avere successo e auguro loro tutto il meglio".

La notizia sconvolge il mondo del pop. Le quattro rimaste decidono comunque di non sciogliersi e di portare avanti i progetti che avevano in cantiere, tra cui la partecipazione al Pavarotti&Friends. Durante il tour negli Stati Uniti, incidono il singolo Goodbye, che ottiene un successo strepitoso in moltissimi paesi, tra cui gli USA e il Canada. È un brano molto triste e malinconico, che tratta proprio dell'abbandono della loro amica Geri. E che sembra preannunciare la fine di un'epoca.

Il nuovo millennio è alle porte e i fan cominciano a temere che le Spice possano non farne parte.

Il terzo album e lo scioglimento non ufficiale delle Spice Girls

È il 1999 e le Spice Girls sono concentrate nel portare avanti i propri progetti solisti. Pubblicano lo stesso Forever, il loro terzo disco, anticipato dal singolo Holler. Ne consegue un successo tiepido, che non ha nulla a che vedere con i botti fatti con i precedenti lavori. Le stesse ragazze sembrano disinteressarsi alla promozione dell'album, al punto che i singoli che sarebbero dovuti uscire dopo Holler, non vengono mai rilasciati. 

Nel 2001, benché non venga mai ufficializzato, le Spice Girls si sciolgono. Ognuna di loro è lanciata nella propria carriera solista. Nel 2007 pubblicano un Greatest Hits e, Geri compresa, si riuniscono per un tour. Che però viene interrotto prima del previsto. 

L'epoca delle Spice sembra definitivamente tramontata con la fine di quel decennio che tanto avevano incarnato: gli anni '90. Nel nuovo millennio pare non esserci spazio per quel Girl Power allegro e spensierato, per gli zatteroni e per le pettinature con i codini. Eppure, nonostante la proliferazione di band al femminile che tentano di interpretare i tempi correnti, le Spice Girls continuano a rimanere le più amate. Nessuno dei gruppi pop degli anni 2000 riesce a rapire e trascinare i cuori come avevano fatto loro, così i fan continuano a sperare in una loro reunion. Perché sì, gli anni '90 saranno pure finiti. Ma da quel momento non c'è più stato nessuno come le Spice Girls. 

Spice Girls 2018: la reunion da 50 milioni

Geri, Emma, Victoria, Mel B e Mel C sono oggi cinque donne affascinanti, che hanno seguito le loro rispettive carriere. Victoria (ormai Victoria Beckham) è l'unica a non aver continuato nel mondo della musica, ma è oggi un'affermata stilista. 

Tuttavia, una foto postata su Instagram poco tempo fa, dopo ben 6 anni che le ragazze non si facevano ritrarre insieme, ha iniziato a far sognare i fan.

Sono cominciate così a girare delle voci che sembrano aver trovato una conferma: ci sarà una reunion di tutte e cinque e un tour nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Secondo il Sun, le ex-Spice hanno trovato un'intesa da 50 milioni per un ritorno, nel quale però Victoria Beckham non canterà. Ad ogni conferma segue tuttavia una smentita e ancora non è ben chiara la forma che assumerà questo incontro. Ciò che è certo, è che non ci sarà un nuovo disco. 

I fan però non demordono e continuano a sperare che il loro vecchio manager Simon Fuller riesca a tirare fuori qualcosa.

Perché il fatto è che sono passati ben 22 anni da quando le Spice Girls mettevano sottosopra un hotel di Londra in Wannabe. Eppure, sono ancora loro le più amate. Le Spice hanno creato un mercato musicale al femminile, ma nonostante questo non ci sono mai state altre girl band che ne hanno eguagliato il loro successo.

Sì, ci sono stati dei tentativi, delle imitazioni più o meno riuscite, eppure le Spice, rimangono sempre le Spice. La rappresentazione di un'epoca spensierata e vitale, tramontata troppo presto, senza che neanche ce ne rendessimo conto. Un decennio che gli adolescenti di oggi guardano con curiosità, ammirazione e un pizzico di dispiacere per non averlo vissuto.

Sono gli anni '90. Al cui solo ricordo ci prende una morsa allo stomaco e ci bruciano gli occhi di nostalgia.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.