Stai leggendo: Morto Fabrizio Frizzi, addio al volto garbato della TV italiana

Letto: {{progress}}

Morto Fabrizio Frizzi, addio al volto garbato della TV italiana

Il conduttore romano Fabrizio Frizzi è morto all'età di 60 anni per emorragia cerebrale all'ospedale Sant'Andrea. A dare la triste notizia è la famiglia.

Fabrizio Frizzi all'Eredità

5 condivisioni 0 commenti

Addio a Fabrizio Frizzi.

Il conduttore televisivo italiano, volto garbato e nazionalpopolare, è morto nella notte tra il 25 e 26 marzo a Roma all'ospedale Sant'Andrea. Frizzi, 60 anni, è stato colpito da emorragia cerebrale.

La notizia è stata comunicata con una nota ufficiale dalla famiglia del presentatore, che lascia la moglie Carlotta Mantovan, la figlia Stella, il fratello Fabio.

Grazie Fabrizio per tutto l'amore che ci hai donato.

Fabrizio Frizzi era stato colto da malore mentre presentava L'Eredità, lo scorso ottobre. La patologia che lo affliggeva si era rivelata un'ischemia cerebrale, ma neanche i soccorsi tempestivi avevano scongiurato immediatamente il pericolo. Dopo un processo lungo e faticoso, Frizzi era tornato sul piccolo schermo a dicembre.

Ma non sono ancora guarito.

A febbraio aveva compiuto 60 anni, occasione in cui aveva fatto un bilancio positivo della sua vita e della lunga carriera. Nei momenti di malattia Frizzi aveva chiesto discrezione ma aveva ringraziato pubblicamente i telespettatori e i colleghi per il sostegno e l'affetto ricevuto.

Fabrizio Frizzi a un eventoHD
Fabrizio Frizzi in una foto recente

La notizia della sua morte arriva - nonostante i pregressi di malattia - inaspettata e si unisce al dolore di aver perso un volto così familiare.

Il cordoglio sui social non prescinde da un messaggio pieno di affetto da parte della Rai.

Con #FabrizioFrizzi scompare un uomo straordinario: un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano.

E passa attraverso tanti colleghi e amici.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.