Stai leggendo: Fatti sentire è il nuovo album di Laura Pausini: ‘Siate voi stessi’

Letto: {{progress}}

Fatti sentire è il nuovo album di Laura Pausini: ‘Siate voi stessi’

Il 16 marzo esce in tutto il mondo il nuovo disco di inediti di Laura Pausini, dal titolo Fatti sentire. La popstar italiana più amata ha scelto di presentare il progetto su un volo di linea tra Roma e Milano, destinazione Circo Massimo.

Laura Pausini al Circo Massimo per Fatti sentire

3 condivisioni 0 commenti

Metti un giorno di quasi primavera a volare in aereo con Laura Pausini. Non, non si tratta di una coincidenza ma della location più che inedita che la star del pop italiano amata nel mondo ha scelto per presentare il nuovo progetto discografico. Esce, infatti, venerdì 16 marzo l’album Fatti sentire, quattordici tracce anticipate in radio dal singolo Non è detto.

A oltre due anni da Simili e dopo il cofanetto natalizio, è il momento per Laura di tornare con una sequenza di inediti proprio nell’anno in cui cadono i suoi primi venticinque anni di carriera. Due le versioni di Fatti sentire previste – una italiana e una spagnola – con tutti i testi che portano la firma della Pausini.

Ma torniamo alla conferenza stampa, vera e propria gita fuori porta che solo un’artista del calibro di Laura poteva realizzare. Del resto, prima di lei, solo il Papa aveva tenuto colloqui piuttosto informali con i giornalisti tra le nuvole e, in fondo, lo spirito anticonvenzionale è il medesimo.

#fattisentire é partito così e domani sarà fuori ovunque. Lo faccio volare perché lo voglio proteggere e proteggerlo significa lasciarlo libero di raggiungere chi lo sta aspettando proprio adesso. Grazie ai giornalisti che mi hanno accompagnata oggi e grazie a tutte le persone che lavorano con me e credono in questo disco: Fabrizia la mia manager, Rosaria suo e mio braccio destro, Nicole 🖤, Sílvia e mio Babbo, la @warnermusicitaly, e tutto lo staff di Goigest capitanato da colei che mi ha proposto di viaggiare nel cielo con la mia musica nuova @dalia_gaberscik, e a tutte le altre persone a me care che mi stanno accompagnando da mesi in questa avventura. Oggi ho parlato della prima iniziativa #fattisentire che è il mio invito a TUTTI gli autori del disco che sono anche artisti ad aprire i miei concerti italiani.. si, dico concerti perché oggi ho lanciato le nuove date di settembre e ottobre in tutta italia. Prima però vi aspetto al #CircoMassimo di Roma il 21 e 22 luglio perché li inizio la mia avventura....me lo chiedete da sempre, la inizio in Italia 🇮🇹 probabilmente nel posto più suggestivo e magnifico del mondo che mi ha proposto Ferdi @fepgroupofficial💙

A post shared by Laura Pausini Official (@laurapausini) on

Una volta preso quota la Pausini imbraccia il microfono e inizia a raccontare il disco, per “farvi entrare nella mia vita”, dice lei, abituata a salire e scendere da un aereo per prenderne subito un altro. E lo staff Alitalia, questa volta, lungo la tratta Milano – Roma può contare sulla collaborazione speciale di una altrettanto speciale hostess.

Perché Laura si diverte da matti in queste cose, e si vede. Gli avvisi a bordo sono dati direttamente da lei, che serve bevande ai passeggeri per poi iniziare a parlare come un fiume in piena di Fatti sentire. Roba che se anche fosse stato un volo intercontinentale avrebbe saputo parlare per ore intere, tra sorrisi ed emozione.

cover album Fatti sentire Laura Pausini

“L’album – inizia la Pausini – è un invito a me stessa, nuovamente, e alla persone che ascoltano la mia musica a essere coraggiosi, essere se stessi senza avere paura dei giudizi.” Lei, la Wonder Woman della musica, che riempie gli stadi da Oriente a Occidente, mette sul piatto fragilità forse per molti inimmaginabili.

In ogni brano c’è la storia di una persona che deve fare una scelta, prendere una decisione. Fatti sentire è un invito a tutti quelli che sono fragili come me.

“Spesso ho sofferto del giudizio altrui – aggiunge – e, sbagliando, ho cercato di proteggermi facendo il possibile per piacere a chi mi giudicava male… Quando sembriamo forti, a volte, non siamo esattamente sempre così. Ho trovato questa mia debolezza e ho cercato di essere più coraggiosa proprio nei momenti in cui non lo ero.”

La vita a riflettori spenti rivela, dunque, una donna delicata come il cristallo: “Sono coraggiosa sul palco ma bastano cinque gradini per farmi diventare fragile e insicura. Quindi, porca miseria, mi sono detta: non dobbiamo diventare altro da quello che siamo per piacere agli altri! Voglio piacere a me stessa.”

Laura Pausini

Una bella sfida per ogni persona, figuriamoci per un’artista sempre sotto la lente d’ingrandimento. Per questo, quello di Laura è un impegno che prende anzitutto con se stessa prima ancora che con gli altri e va a braccetto con un certa voglia di rischiare, al netto di qualsiasi possibile conseguenza.

Non a caso le tracce di Fatti sentire – racconta la stessa Laura– sono nate dalle parole che, come ha annunciato, non possono esaurirsi in un solo disco: “Ci sono delle parole che devono continuare, per questo sull’album abbiamo messo 1/2. Ci sarà una seconda parte, ma al momento non si sa ancora niente.”

I rischi sono quello che temo, ma non posso fare a meno di prenderli. Ho bisogno di vivere la vita svegliandomi in affanno.

Tanti sono i mondi sonori che si incrociano nel disco, tutti all’insegna di un’internazionalità di cui la cantante romagnola padroneggia ogni sfumatura. “Queste canzoni molto diverse fra loro: ci sono delle ballad, dei brani rock, c’è il reggaeton, ovviamente il pop, il funky: dipende tutto dalle parole. E scelgo sempre le canzoni in base a quello che riescono a farmi muovere fisicamente: di solito si tratta del mio braccio destro.”

Videoclip Laura PausiniHDJulian Hargreaves

Ogni brano è il racconto in note di storie che Laura ha ascoltato e che appartengono anche a persone a lei vicine. Per questo motivo, si commuove intensamente parlando del brano Francesca (Piccola aliena): “Francesca è una mia nipotina che è nata con una malattia genetica rara ed è morta prima di compiere tre anni. Spesso i genitori che vivono situazioni così difficili hanno bisogno di aiuto e io voglio dire che ci sono associazioni che possono stare loro vicino.”

Ora l’orizzonte di Laura si spinge fino al nuovo tour mondiale, al via dal Circo Massimo il prossimo 21 e 22 luglio. Ennesima sfida per Laura, che ha accolto la proposta con l’entusiasmo istintivo che la contraddistingue per poi realizzarne la portata. “Ho già cambiato almeno sei volte il disegno del palco... La grande differenza rispetto ai precedenti tre tour sarà che non ci saranno ballerini.”

Non sono ancora riuscita a scrivere una ballad con temi leggeri quindi piace che la musica mi aiuti anche a esprimere il mio lato di bambina.

E ancora: “Lo spettacolo deve essere concentrato sulla musica. Vorrei portare comunque qualcosa di tecnologico nuovo – in fondo il pubblico se lo aspetta da me – per regalare anche visivamente qualcosa di speciale.”

In via di definizione la scaletta, per cui la star ha coinvolto i fan per sondarne i desideri. Ma su una cosa è sicura: “Vorrei che le date italiane del tour venissero aperte dagli autori che hanno scritto: li invito a farsi sentire sul palco visto che molti di loro sono anche interpreti!”

conferenza stampa Pausini

Nel frattempo, il volo è atterrato, le cinture si slacciano e lo spirito di bimba che c’è in Laura non può fare a meno di afferrare il microfono, ancora una volta. C’è una nuova storia da cantare.

Laura Pausini: le nuove date del tour

La conferenza stampa tra Roma e Milano è per Laura Pausini anche l’occasione per annunciare le nuove date live del suo prossimo tour mondiale. Dopo il debutto con una doppietta al Circo Massimo, la cantante si esibirà negli Stati Uniti e in Sud America per poi tornare in Europa con una serie di appuntamenti indoor a partire da settembre 2018.

Queste le date italiane:

  • 21 e 22 luglio – Roma, Circo Massimo
  • 8 settembre – Milano, Mediolanum Forum
  • 17 settembre – Rimini, RDS Stadium
  • 19 settembre – Verona, Arena
  • 25 settembre – Eboli (SA), Pala Sele
  • 28 settembre – Acireale, Pal’Art Hotel
  • 1 ottobre – Bari, Palaflorio
  • 6 ottobre – Firenze, Nelson Mandela Forum
  • 9 ottobre – Padova, Kioene Arena
  • 13 ottobre – Bologna, Unipol Arena
  • 26 ottobre – Torino, Pala Alpitour

I biglietti per le anteprime al Circo Massimo sono in prevendita su TicketOne e nei punti vendita autorizzati. Le prevendite generali per le prime date del tour nei palasport aprono il 19 marzo, dopo una pre-sale dedicata al fanclub ufficiale (dal 16 al 18 marzo).

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.