Stai leggendo: Lynda Carter è stata vittima di molestie sul set di Wonder Woman

Letto: {{progress}}

Lynda Carter è stata vittima di molestie sul set di Wonder Woman

Anche Lynda Carter, che per anni ha vestito gli eroici panni di Wonder Woman, ha confessato di essere stata molestata sul posto di lavoro. L'attrice non ha voluto svelare il nome del suo aguzzino, ma molti pensano si tratti di Bill Cosby.

Lynda Carter

0 condivisioni 0 commenti

Prima che arrivasse Gal Gadot, il personaggio di Wonder Woman aveva nell'immaginario del pubblico le fattezze di Lynda Carter, che ha interpretato la supereroina per ben tre stagioni nell'omonima serie TV. Erano gli anni '70 e le donne rivendicavano la propria emancipazione dagli uomini, ma a Hollywood vigeva un clima di prevaricazione e omertà - quello che ha regnato indisturbato praticamente fino all'esplosione dello scandalo Weinstein di pochi mesi fa - che rendeva il set un ambiente difficile per una ragazza.

A distanza di anni, Lynda Carter ha svelato di essere stata vittima di molestie sessuali durante le riprese di Wonder Woman, accodandosi alle tante donne che negli ultimi tempi hanno dato voce al coro di #MeToo. Nel corso di un'intervista rilasciata al Daily Beast, l'attrice 67enne ha raccontato di aver subito molte avance indesiderate, tra cui quelle di un guardone - repentinamente licenziato - che aveva addirittura fatto un buco nel muro del suo camerino per spiarla.

Lynda Carter nei panni di Wonder WomanHD
Lynda Carter nei panni di Wonder Woman

La Carter non si è prodigata nei dettagli, né ha riferito il nome dell'uomo che l'ha molestata. Tuttavia, in molti pensano che possa trattarsi di Bill Cosby, negli ultimi anni al centro di un caso che vede coinvolte tantissime donne che raccontano di essere state abusate da lui. Ad avvalorare questa tesi, una sibillina dichiarazione di Lynda Carter:

Ormai è già un uomo finito. Ha ferito un sacco di donne, qualunque punizione riceva non sarà mai abbastanza.

Lynda ha poi aggiunto di credere a ogni singola donna che ha denunciato Bill Cosby per molestie e abusi sessuali. Nonostante il sommarsi di tutti questi indizi, i portavoce della Carter hanno ribadito che lei non ha intenzione di fare il nome del suo aguzzino, pertanto non è possibile chiarire se si tratti realmente del protagonista de I Robinson.

Gal Gadot e Lynda Carter insieme nel segno di Wonder WomanHD
Gal Gadot e Lynda Carter insieme nel segno di Wonder Woman

Interrogata dal giornalista del Daily Beast sul perché non abbia parlato prima, Lynda Carter ha ammesso di aver avuto paura di essere penalizzata sul lavoro:

A chi hai intenzione di dirlo, al tuo agente? Chi ti crederà? Nessuno. Eravamo donne libere, non avevamo intenzione di prenderci la m***a della gente. Ci sentivamo forti, ma non c'erano ancora molte parti per noi.

Incredibile come dagli anni '70 a oggi sia cambiato così poco. C'è da sperare che la ventata di novità dell'era post Weinstein imponga davvero una svolta destinata a durare.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.