Stai leggendo: The Resident, Merrin Dungey: "L'ospedale come non lo avete mai visto!"

Letto: {{progress}}

The Resident, Merrin Dungey: "L'ospedale come non lo avete mai visto!"

Sul piccolo schermo è l'amministratrice delegata del Chastain Park Memorial Hospital. Più attenta all'aspetto finanziario che a quello umano, può apparire fredda e cinica. Ma ecco perché non dovreste reputarla l'antagonista della serie

Merrin Dungey di The Resident

1 condivisione 0 commenti

Dopo Alias, Once upon a time e Summerland, Merrin Dungey fa ritorno in TV: in The Resident, è l'amministratrice delegata del Chastain Park Memorial Hospital di Atlanta, Claire Thorpe.

Può apparire come una fredda donna d'affari, la dirigente con una calcolatrice al posto del cuore, attenta più alla salute finanziaria dell'ospedale che a quella delle persone.

Ma d'altronde, lei non è un medico. E questo è uno dei motivi per cui, come racconta la Dungey, Claire Thorpe è destinata a scontrarsi continuamente con Conrad Hawkins, il resident impersonato da Matt Czuchry. 

Ma non provate ad attaccarle addosso l'adesivo di cattivona della storia: "In fin dei conti, il lavoro del mio personaggio è quello di portare avanti l'ospedale.

È il mio lavoro trovare persone che paghino per coloro privi di assicurazione, documenti, e ogni altra cosa. Non voglio che il mio personaggio sia visto come un antagonista, perché in realtà fa solo il suo lavoro", ha dichiarato ai microfoni di ASSIGNMENT X. 

Di sicuro, interpretare Merrin Dungey non è stato facile: "Ho dovuto imparare un po' di cose riguardo a come funziona un ospedale. Prevale l'idea che gli ospedali siano lì solo per questioni di vita o di morte, ma non è così. È un business". 

E forse, è proprio questo che il personaggio interpretato da Czuchry fa fatica ad accettare: "Credo che sia Conrad il personaggio con cui mi scontro di più. Tendo invece a collaborare con il dottor Bell (Bruce Greenwood). Senza essere a conoscenza di tutte le sue ambiguità...". 

The Resident, l'ospedale che non avete mai visto prima

Un medical drama diverso, che rivela gli aspetti più scomodi e ambigui del sistema sanitario americano. Luci ma soprattutto ombre, di cui nemmeno i protagonisti della serie erano davvero a conoscenza: "Non credevo che gli ospedali fossero la macchina da soldi che effettivamente sono.

Semplicemente non si pensa agli ospedali in questo senso. Li vedi come un posto in cui la tua famiglia, o tuo figlio, tuo marito, tua moglie, possono salvarsi la vita".

Insomma, se credete che The Resident sia l'ennesima serie ambientata tra le corsie di un ospedale, secondo Merrin vi sbagliate: "Mostra un lato dei medical drama che non avete mai visto prima!"

Da Ursula a Claire Thorpe

L'amministratrice delegata di un importante ospedale come quello di The Resident non può che avere un armadio di tutto rispetto: "Ma certo che Claire ha un guardaroba elegante! È l'amministratrice delegata, indossa gli abiti migliori. Ho a disposizione un'incredibile gamma di vestiti e accessori!".

Certo, non incredibili come gli abiti indossati in Once upon a time, quando impersonificava Ursula: "È stato uno dei momenti più eccitanti della mia carriera. Vestirmi così e lavorare con quelle meravigliose donne, essere il più possibile diabolica, l'uso della CGI... È stato un sogno che si realizzava". 

Merr Dungey è Ursula in Once upon a time

Torniamo al presente, alla chiamata ricevuta da Merrin Dungey per partecipare a The Resident. Il suo personaggio compare per la prima volta dopo il pilot: "Credo che prima non fosse previsto un amministratore delegato, che ci fossero altre cose nella sceneggiatura.

Credo che abbiano deciso di portare questo altro aspetto all'interno della storia solo successivamente".

Merrin Dungey, intanto, pensa già al futuro: "Progetti? Beh, è stata annunciata la seconda stagione di Big Little lies (dove ha interpretato l'investigatrice Adrienne Quinlan, ndr). Vedremo cosa accadrà lì".

Claire Thorpe e tutti i protagonisti di The Resident torneranno lunedì su FoxLife, canale 114 di SKY, alle 22. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.