Stai leggendo: Elle Fanning sui canoni estetici e la bellezza delle imperfezioni

Letto: {{progress}}

Elle Fanning sui canoni estetici e la bellezza delle imperfezioni

Accettare i propri difetti è un passaggio fondamentale per l'autostima. Elle Fanning lavora sui suoi sin da quando era bambina e ha capito che la vera bellezza risiede proprio in quello che ci rende diversi.

Elle Fanning

0 condivisioni 0 commenti

A 20 anni, Elle Fanning è una delle giovani attrici più in vista del momento a Hollywood. Sorella minore di Dakota Fanning, ha già girato 45 film, è una delle testimonial di L'Oréal Paris ed è amatissima dagli stilisti che fanno a gara per vestirla sul red carpet.

Una vera e propria icona di bellezza e di stile che, però, come ogni donna si trova a fare i conti con i propri difetti e le proprie insicurezze. Elle ha parlato di questo e di molto altro nel corso di un'intervista rilasciata a Glamour, per cui ha realizzato anche incantevoli scatti di copertina.

Elle Fanning su GlamourHDGlamour

La più piccola delle sorelle Fanning ha raggiunto una conclusione: la bellezza non si limita solo a ciò che sembriamo o a come appariamo, viene da dentro e in particolar modo da quelle che sono le imperfezioni che ci rendono diversi. A illuminarla è stato un episodio che risale a quando aveva poco più di 9 anni. Un compagno di scuola le spezzò il cuore quando, dopo averle dichiarato amore eterno, cambiò idea solo perché gli si era mostrata con i capelli riccissimi e gli occhiali da vista:

I miei capelli naturali sono davvero molto ricci. Per il primo giorno di scuola li avevo lisciati e avevo messo le lenti a contatto. Questo ragazzino è venuto da me nel parco giochi e ha detto: 'Sei così bella. Ho intenzione di sposarti!' Il giorno dopo mi sono lavata i capelli, quindi ero riccia, e portavo anche gli occhiali. Così lui mi ha detto: 'Non voglio sposarti più'. E io mi dicevo: 'Cosa? Solo per il mio aspetto?'. Straziante!

Da quel momento, Elle ha capito che la bellezza dovrebbe andare oltre:

Penso si possa cominciare a partire da quello che si mostra di sé agli altri. Ritoccarsi non è attraente. Le imperfezioni, invece, sono belle.

Primo piano di Elle FanningHD

Elle Fanning ha parlato anche del ruolo delle donne a Hollywood. I recenti stravolgimenti che hanno portato alla nascita di movimenti forti come #MeToo e Time's Up non sono che l'inizio di un cambiamento epocale secondo la giovane attrice, che ama essere diretta nei suoi film da altre donne. A tal proposito, ecco cosa ha dichiarato su Reed Morano e Sofia Coppola, con cui ha lavorato rispettivamente in I Think We're Alone Now e Somewhere:

Tra donne, c'è senso di aggregazione e comprensione reciproca. Reed è una delle mie persone preferite al mondo! Mi sentivo così sicura con lei. Girare con Sofia quando ero piccola è stato speciale: vedere un grande set cinematografico gestito da una donna, capire che è possibile, toccare con mano il rispetto.

L'attrice ha anche svelato di nutrire una forte passione per la regia:

Mi piacerebbe dirigere un giorno. Le donne hanno così tante storie da raccontare...perché non siamo state in grado di farlo per così tanto tempo? Stiamo appena iniziando.

La grande motivazione delle nuove leve di Hollywood proprio come Elle, fa ben sperare: questo inarrestabile flusso di cambiamento è solo agli inizi.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.