Stai leggendo: Come scegliere il reggiseno a seconda di forma, taglia e necessità

Letto: {{progress}}

Come scegliere il reggiseno a seconda di forma, taglia e necessità

Scegliere il reggiseno giusto, della misura adatta, è importante per garantire comodità, sensualità e femminilità, evitando fastidi e stress. La scelta e l’acquisto del reggiseno è un’operazione a cui prestare particolare attenzione. Scopriamo di più.

Ragazza in reggiseno

3 condivisioni 0 commenti

Come scegliere il reggiseno? Quello che può essere considerato uno dei migliori alleati di una donna può rivelarsi un bel problema, se non si indossa la misura adatta al proprio seno. Un seno messo in risalto garantisce comodità, sicurezza, femminilità e sensualità; al contrario, un reggiseno sbagliato può causare problemi di salute e stress. A differenza di quanto alcune donne possano pensare, la scelta e l’acquisto del reggiseno è un’operazione che necessita di attenzione: non tutti i tipi di reggiseno possono andare bene e, oltre alla misura di coppe e dorso, occorre pensare anche alla forma del seno. Insomma, ci vuole del “bra fitting”, ovvero la tecnica di misurazione che consente ad una donna di scovare la propria taglia ideale. Scopriamo di più in merito.

Come scegliere la taglia di reggiseno

ReggiseniHD

Per poter scegliere il reggiseno perfetto, è necessario conoscere le proprie misure e, per la precisione, quelle di sottoseno e coppa. È bene precisare che la dimensione delle coppe è proporzionale a quella delle fasce, in modo tale che vi siano dei reggiseni adatti ad ogni necessità.

Per comprendere quale sia il reggiseno più adatto al proprio fisico, è opportuno controllare che:

  • La fascia sia aderente al punto giusto e che sia in posizione orizzontale, sia davanti che dietro: dovreste poter infilare al massimo due dita sotto la fascia;
  • Il sostegno laterale sia abbastanza: non dovrebbe esserci alcuna porzione di tessuto, sotto le ascelle, che spunta dai lati delle coppe;
  • Il punto in cui le due coppe si uniscono aderisca in modo piatto contro il petto;
  • Non vi sia un effetto “salsicciotto”, nell’indossare il reggiseno: optate per dei modelli che seguano le vostre forme.

È, poi, consigliabile provare diversi modelli e taglie e saper prendere, correttamente, le proprie misure. Vediamo come:

  1. Con il metro da sarta, misurate la circonferenza del torace, sotto i seni – ovvero, quella della fascia - ricordando di far passare il metro sotto il seno e di rilassare le braccia verso il basso;
  2. Misurate la circonferenza del seno, facendo passare il metro proprio all’altezza dei capezzoli e tenendo presente che non si tratta di un valore assoluto, ma che questo è proporzionale alla taglia della fascia.

Una volta prese tutte le misure, per calcolare quella esatta della coppa, vi basterà sottrarre dal suo valore la misura della fascia: sarà, infatti, la differenza a determinare la taglia della coppa e otterrete un numero da 5 a 20, corrispondente alla coppa. Generalmente, al numero 5 corrisponde la coppa A; al numero 10, la coppa B; al numero 15, la coppa C del reggiseno e al numero 20 la coppa D: ciò significa che le coppe vanno in ordine crescente e che la coppa A, per esempio, sarà indicata per un seno piccolo; mentre la coppa D per uno abbondante.

Il reggiseno dovrebbe vestire in modo adeguato, chiudendolo con i gancetti esterni; la fascia dovrebbe, invece, risultare stretta, se chiuso con i gancetti interni: questi ultimi vanno, infatti, utilizzati quando il tessuto inizia a perdere di elasticità. Nel caso in cui il reggiseno che state provando può essere chiuso con i gancetti più interni senza problemi, allora è meglio che optiate per una taglia inferiore.

Non dimenticate di cambiare la misura della coppa quando cambiate taglia di fascia: per ogni taglia di fascia che abbassate, dovete aumentare una taglia di coppa e viceversa.

Naturalmente, prima di completare l’acquisto, controllate l’aspetto finale, indossando la camicia o la maglietta: dovrete ottenere una silhouette morbida sotto gli indumenti.

Le misure delle coppe 

La tabella delle taglie di reggisenoHDTriumph
La tabella delle taglie di reggiseno

È chiaro che trovare il reggiseno giusto sia, soprattutto, una questione di prove infinite. In Italia, le misure del reggiseno riguardano la prima, la seconda, la terza e via dicendo; misure le quali sono, generalmente, associate ad una lettera – si va dalla A in poi – per identificare la misura della coppa.

Parlando di coppe, non tutte sono uguali: ad esempio, la coppa B di una seconda non sarà uguale alla coppa B di una quarta, in quanto queste cambiano in base alla misura della fascia orizzontale. Ciò che è certo è che le coppe devono contenere e sostenere il seno alla perfezione. In linea generale, è necessario che aumentiate di una taglia le coppe se:

  • Il ferretto appoggia sul seno, oppure lo taglia;
  • Il ferretto si alza dal busto e non aderisce del tutto al corpo;
  • Avete una misura di fascia più piccola;
  • Il seno fuoriesce dalle coppe.

Dovrete, invece, diminuire le coppe di una taglia nel caso in cui:

  • Ci fosse spazio tra seno e coppa;
  • Il ferretto affondi verso le ascelle;
  • Abbiate una misura di fascia più grande.

Ricordate che ogni modello veste in modo diverso, per cui potreste dover cambiare misura da reggiseno a reggiseno.

Come indossare il reggiseno

Ragazza con reggisenoHD

Arrossamenti, rigonfiamenti o segni sulla pelle possono essere solo alcuni dei problemi che si possono presentare quando si indossa il reggiseno sbagliato. Oltre alle misure che abbiamo visto è, però, importante anche indossarlo in modo corretto. Come? Vediamo alcuni semplici consigli in merito:

  1. Posizionate bene le spalline al centro delle spalle;
  2. Chiudete la fascia con i gancetti più esterni, dato che quelli interni andranno utilizzati quando la fascia si sarà usurata;
  3. La fascia dovrà essere perfettamente orizzontale;
  4. Distribuite al meglio il seno nelle coppe, posizionandolo correttamente con le mani;
  5. Verificate che tra la fascia e la pelle passino al massimo due dita e non di più;
  6. Il ferretto dovrà circondare al meglio il seno, aderendo alle costole e allo sterno.

Il consiglio è quello di non indossare il reggiseno per due giorni di fila e questo per evitare che possa perdere la forma: meglio, infatti, avere almeno tre reggiseni da utilizzare in rotazione, in modo da dare il tempo all’elastico di riprendersi.

Il reggiseno per seno piccolo

Ragazza con seno piccolo e reggiseno sportivo

Chi ha un seno “snello” - con una base larga e dalla forma un po’ triangolare - o un seno “atletico” - quando questo è ben sorretto dai muscoli – è consigliabile che cerchi un reggiseno adatto a chi ha un seno piccolo.

Il reggiseno ideale per seno piccolo è un reggiseno sportivo o un sexy reggiseno push-up, di quelli molto scollati che prendono il seno ai lati: in entrambi i casi, l’importante è che le coppe siano proporzionate al seno.

Per seno grande

Il décolleté di Salma HayekHDGetty Images
Il décolleté di Salma Hayek

Chi ha un seno “a campana”, spesso, ha a che fare con un seno grande, caratterizzato da una base leggermente più stretta rispetto alla mammella.

Il reggiseno ideale per seno grande è, generalmente, quello che presenta una coppa grande, che sia in grado di accogliere l’intero seno – niente reggiseno a balconcino, in questo caso, dunque – e che vada da una coppa D in su.

Per seno distante

Il décolleté di Demi LovatoHDGetty Images
Il décolleté di Demi Lovato

Chi ha il cosiddetto seno “distante” presenta un bel po’ di spazio tra le basi dei seni. In questo caso, il reggiseno ideale è quello a balconcino o modelli come corpetti e bralette, che forniscano il sostegno adeguato riuscendo ad unire il più possibile i seni, senza ottenere un effetto innaturale.

Per seno cadente e svuotato

Il décolleté di Bryce Dallas HowardHDGetty Images
Il décolleté di Bryce Dallas Howard

Il seno “cadente” o “rilassato” ha la base della mammella, generalmente, stretta e il tessuto del seno che, per l’appunto, tende a cadere; i seni, inoltre, appaiono come svuotati e, dunque, non riempiono come devono le coppe.

Il reggiseno ideale per seno cadente o seno svuotato è, in linea generale, un push-up dalla coppa scollata e piccola; oppure, un classico reggiseno con ferretto che abbia le coppe separate e che riesca a contenere al meglio entrambi i seni.

Per la gravidanza e l’allattamento

Donna in gravidanza in reggiseno

Durante la gravidanza o l’allattamento, il reggiseno può risultare particolarmente scomodo ed è difficile riuscire a prevedere quanto cambierà il seno nel tempo: in alcuni casi, ad esempio, aumenta di una sola misura; in altri, di due o più. È, dunque, di fondamentale importanza indossare dei reggiseni appositamente creati per tale esigenza, che siano confortevoli da indossare e che seguano le forme delle mamme.

Il reggiseno ideale per la gravidanza e l’allattamento è quello sostenitivo, che non abbia cuciture e ferretti. Durante la gravidanza, sono indicati anche i reggiseni con coppe del tutto sganciabili, che consentano di allattare in modo discreto e semplice; oppure, un reggiseno per la notte, che sia traspirante e in grado di mantenere le coppette assorbilatte nella giusta posizione.

I reggiseni delle migliori marche

Il reggiseno deve essere un alleato nella vita di tutti i giorni e non un nemico: è, dunque, importante optare per il giusto modello, scegliendo tra i reggiseni delle migliori marche, così da poter contare sulla qualità del prodotto. Esistono tanti modelli diversi, ma è importante non dimenticare che il ferretto assicura sempre sostegno e che la fascia è ideale soltanto per chi porta una prima o una seconda.

Per un seno piccolo, Yamamay propone un push-up in microfibra in tinta unita, della linea Justin Color, al costo di 19,95 euro.

Push-up Yamamay bluYamamay

Per un seno grande, perché non un reggiseno Triumph? La scelta è ampia: il True Curves Forever, ad esempio, è un reggiseno con ferretto, coppe modellate per un meraviglioso décolleté e inserti in pizzo su spalline e davanti. Il costo è di 39,90 euro.

True Curves Forever Triumph neroTriumph

Per chi ha un seno distante, è indicato il reggiseno di Intimissimi, modello Daniela a balconcino, in pizzo e impreziosito da un fiocchetto al centro. Adatto anche a chi ha un seno abbondante e cerca un look sensuale e romantico. Il costo è di 25,90 euro.

Reggiseno a balconcino IntimissimiIntimissimi

Chi ha un seno cadente potrebbe optare per il push-up Sexy Tee di Victoria’s Secret, il cui costo va dai 37,22 euro in su.

Push-up Sexy Tee di Victoria’s SecretVictoria’s Secret

Per le donne in gravidanza o in allattamento, Medela offre un’ampia scelta, garantendo un tessuto soffice e traspirante, oltre che un design comodo per poter allattare senza difficoltà. Il costo va dai 14,99 euro in su.

Reggiseno Medela per gravidanza e allattamentoMedela

E voi, sapete già qual è il reggiseno che fa per voi?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.