Stai leggendo: This is Us 02x12: recensione La scatola

Letto: {{progress}}

This is Us 02x12: recensione La scatola

La nuova rinascita dei Big Three nell’episodio 12 della seconda stagione di This is Us.

1 condivisione 0 commenti

Nello scorso episodio di This is Us 2 abbiamo assistito a una dura e commovente riunione familiare dei Pearson che si sono recati nella clinica di disintossicazione dove Kevin era ricoverato per la sua dipendenza dall’alcol. Sul finale della puntata in cui abbiamo scoperto i problemi del “Big Three” erano legati al fatto che si è sempre sentito l’ultima ruota del carro rispetto ai suoi fratelli tanto amati e difesi da Jack e Rebecca, siamo stati anche spettatori di un chiarimento decisivo, per l’attore e non solo:

Ognuno vede la sua infanzia da lenti diverse, da una prospettiva diversa.

L’episodio numero 12 di This is Us 2 si apre nel passato a pochi giorni dal ballo di fine anno dei ragazzi Pearson: Kevin è reduce dall’incidente al ginocchio che ha messo fine alla sua carriera nel football e grazie a suo padre capisce che per andare avanti ha bisogno di un nuovo sogno da perseguire, Kate è alla ricerca del vestito perfetto per il ballo ma i gravi problemi con se stessa e con la madre rendono l’impresa decisamente difficile e dolorosa e Randall tenta di farsi forza e invitare una bellissima ragazza ad uscire, riuscendoci.

Nel presente, invece, ritroviamo Kevin in perfetta forma e deciso a ricostruire un rapporto con Rebecca dalla quale decide di andare a vivere per qualche tempo. La presenza di Miguel, però, mette in crisi il fragile Pearson, almeno fino a quando non capisce e accetta che Rebecca in realtà ha trovato una nuova forma di felicità, dopo anni di sofferenza, nel suo secondo matrimonio.

Kate PearsonHDNBC

Intanto Kate, anche nel presente, è alla ricerca di un abito: quello da sposa. Ad aiutarla nell’impresa è Madison, la magrissima ragazza che partecipa con lei agli incontri dedicati alle persone sovrappeso e che ben presto si scopre essere affetta da una grave forma di bulimia. La dolce Big Three si ritrova ad aiutare la sua compagna con con la quale, nonostante le palesi differenze fisiche e caratteriali, ha in realtà tantissimo in comune.

Randall PearsonHDNBC

Randall, dal canto suo, è in crisi con Beth la quale vuole che il marito torni a lavorare e alla normalità. Proprio nel giorno di un importante colloquio di lavoro, Randall va a ritirare a casa di Will una scatola in cui trova una poesia dedicata a una donna e alcuni disegni di un volto femminile. Nella sua ricerca atta a scoprire chi sia la “Lady” di cui suo padre biologico era infatuato, Randall capisce che il condominio in cui viveva William ha bisogno di un proprietario che dia dignità agli splendidi inquilini in difficoltà che ospita e così decide di rilevarlo insieme a Beth per regalare a se stesso e a sua moglie, delusa per un importante progetto di lavoro non andato a buon fine, un nuovo scopo: 

Io voglio comprare questa casa con te, Beth. Io voglio cambiare la vita di queste persone.

L’episodio dal titolo La Scatola di This is Us si chiude, dopo tanti i salti e parallelismi temporali che da sempre caratterizzano la serie creata da Dan Fogelman, con un cliffhanger riguardante la morte di Jack. Tornati dal centro commerciale, infatti, l’impeccabile Jack e Rebecca hanno la sensazione di essersi dimenticati qualcosa ed effettivamente l’allarme antincendio è aperto e i due hanno scordato di ricomprare le batterie. Errore banale ma che, probabilmente, costerà la vita a Jack che già sappiamo sarà vittima di un incendio.

La seconda stagione di This is Us va in onda ogni martedì alle 22,00 in esclusiva su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.