Stai leggendo: Lady Diana Spencer: il mio modo di essere

Letto: {{progress}}

Lady Diana Spencer: il mio modo di essere

Lady Diana Spencer rimane una delle principesse più amate di sempre. Uno spirito libero, che ha messo in seria difficoltà una delle monarchie più importanti al mondo, il cui fascino, a più di 20 anni dalla sua morte, non accenna minimamente a tramontare.

1 condivisione 0 commenti

Mi piace essere uno spirito libero. A molti questo non piace. Ma è ciò che sono.

Questo diceva la principessa Diana Spencer a proposito di se stessa.

Ancora oggi, nonostante siano passati tanti anni dalla sua prematura scomparsa, Lady D. continua ad essere amata e ammirata per via del suo temperamento emancipato che l'ha indotta a non venire a patti con i rigidi protocolli reali, soprattutto per quanto riguarda ciò che di più caro aveva nella sua vita: i suoi figli William e Harry. 

La principessa Diana SpencerHD

Ma non si tratta solo di questo: c'è qualcos'altro che contribuisce a farcela sentire tanto vicina. È la sua fragilità.

Quella debolezza mai nascosta, che neanche i sorrisi più formali potevano mascherare. Una fragilità di cui si è tanto chiacchierato, su cui sono circolati aneddoti spietati, ma che dopotutto l'hanno resa, agli occhi dei sudditi inglesi, semplicemente umana. 

Lady DHD

Lady Diana ha dovuto fare i conti con l'abbandono e l'anaffettività fin da piccola. Aveva poco più di sei anni quando la madre, dopo una lunga crisi con il marito, decise di lasciare la famiglia e andarsene con un altro uomo. E non aveva ancora 20 anni quando il Principe Carlo, dopo solo dodici incontri, soffocato dalla pressione della famiglia che aspirava a una sua rapida sistemazione, le chiese, con una fredda dichiarazione, la mano.

Era il 1981 e Diana accettò entusiasta, nonostante avesse già intuito che il cuore del Principe Carlo, ancora legato alla sua ex Camilla, non sarebbe mai stato davvero suo. Il tempo non ha fatto altro che avvalorare la sua sensazione, trasformandola in una certezza: quella di avere accanto un marito distante e completamente disinteressato alle difficoltà emotive che la tormentavano sempre più spesso.

Lady Diana SpencerHD

L'opinione pubblica e i sudditi inglesi non hanno amato Diana solamente per via della sua triste storia. Ancora oggi faticano a dimenticarla perché, nonostante tutto, Diana Spencer ha saputo trasformare la sua fragilità in tenacia, convogliando le proprie energie e la propria sensibilità verso un unico obiettivo: aiutare i bisognosi di tutto il mondo. Non c'è stato un momento della sua vita pubblica in cui non abbia messo al centro dei suoi doveri istituzionali le persone in difficoltà: orfani, malati di Aids e di lebbra, bambini vittime delle mine antiuomo. Infrangendo tabù e credenze a quei tempi ancora pericolosamente in auge.

L'HIV non rende le persone pericolose da conoscere. Quindi potete stringere le loro mani ed abbracciarli.

Ma c'è stato qualcos'altro sempre al centro dei suoi pensieri: i suoi amatissimi figli. William e Harry, gli amori della sua vita, per i quali ha spezzato secolari tradizioni monarchiche, infischiandosene delle conseguenze e dei giudizi.

Lady D era una madre affettuosa e premurosa e le parole e i ricordi dei suoi ragazzi, continuano a testimoniarlo, a distanza di tutti questi anni. 

Lady Diana con i figliHD

Lady Diana non è stata solamente una delle principesse più amate di sempre: Lady Diana è stata una delle personalità più rilevanti del secolo scorso. 

Un'icona intramontabile, che nel bene e nel male ha segnato la storia e il cui esempio oggi viene seguito e portato avanti dalle sue nuore, Kate Middleton e Meghan Markle. Che tuttavia, difficilmente riusciranno a prendere il suo posto nel cuore dei sudditi inglesi. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.