Stai leggendo: I film più belli e memorabili sulla danza

Letto: {{progress}}

I film più belli e memorabili sulla danza

Tante pellicole hanno avuto il ballo come protagonista. Ecco le storie e le sequenze di ballo migliori.

John Travolta e Olivia Newton John, i due protagonisti di Grease

7 condivisioni 0 commenti

Chi di noi non ha voluto, anche solo per una volta, essere una giovane Jennifer Beals in body e scaldamuscoli neri mentre si prende il suo riscatto con la vita sulle note di What a Feeling (brano premio Oscar per la miglior canzone nel 1984)? Era il 1983, e quella pellicola, diventata ormai un cult planetario, era Flashdance, un film che ha fatto appassionare al ballo - dal balletto alla danza moderna - donne e uomini di tutte le età. Ma il capolavoro di Adrian Lyne non è stato certo l'unico film che ha avvicinato il grande pubblico al mondo della danza, sia classica che moderna. Ecco quindi, tra le pellicole degne di essere menzionate, i migliori film sulla danza.

Il cigno nero (di Darren Aronofsky, 2010)

Natalie Portman interpreta il cigno nero nell'omonimo filmHD
Una scena del film Il Cigno nero

Nina è una ballerina di talento che ha però uno strano e morboso rapporto con la madre, che la tratta ancora come se fosse una bambina e pretende un controllo totale sulla sua vita. A causa di squilibri mentali preesistenti, l'ansia di essere sempre perfetta e questa insana relazione con la madre, Nina sprofonda sempre più in una spirale di follia e allucinazioni, dalle quali farà sempre più fatica a separare la realtà. Nonostante i suoi problemi, viene scelta per interpretare il ruolo di protagonista nello spettacolo Il lago dei cigni, dove dovrà essere sia il cigno bianco, raffinato, fragile ed etereo, che quello nero, misterioso, passionale e sensuale. Per la sua interpretazione Natalie Portman è stata premiata con l'Oscar alla miglior attrice (ma la pellicola ha ottenuto ben 5 candidature).

Scarpette rosse (di Michael Powell e Emeric Pressburger, 1948)

L'attrice Moira Shearer nel film Scarpette RosseHD
L'attrice scozzese Moira Shearer interpreta Vicky in Scarpette Rosse

Boris Lermontov, un carismatico impresario di una compagnia di ballo aiuta due suoi giovani protetti, il compositore Julian e la ballerina Vicky, ad ottenere il successo con il balletto Scarpette rosse, ispirato alla celebre novella di Hans Christian Andersen. I due giovani e brillanti talenti alla fine si innamorano e si sposano, ma l'attrazione che Lermontov esercita su Vicky creerà degli attriti nella coppia. Alla fine, la ballerina sceglie di esibirsi ancora con il famoso impresario, abbandonando il marito. Ma la sua decisione la porterà al suicidio. La pellicola, nel 1949, ha vinto due Premi Oscar e un Golden Globe. 

Il sole a mezzanotte (di Taylor Hackford, 1985)

Mikhail Baryshnikov e Helen Mirren in Il sole a mezzanotteHD
Mikhail Baryshnikov e Helen Mirren in Il sole a mezzanotte

A causa di un guasto, un aereo compie un atterraggio di emergenza in Siberia, in una zona militare. Nikolai, un passeggero americano di professione ballerino, viene preso in custodia dal KGB e viene poi riconosciuto come criminale: tanti anni prima, approfittando di una tournée, il danzatore era riuscito a fuggire dalla Russia e trasferirsi negli Stati Uniti, prendendone la cittadinanza. A controllarlo c'è Raymond, un afroamericano asso del tip-tap, con cui Nikolai si allena in teatro, e Galina Ivanova, ex fiamma del ballerino, che alla fine lo aiuterà a scappare con una rocambolesca fuga.

A interpretare il dissidente c'è il celebre ballerino Mikhail Baryshnikov, che per l'occasione si esibisce in una incredibile, spettacolare e leggendaria sequenza di 11 piroette. Nel 1986 il brano della colonna sonora Say You, Say Me di Lionel Richie ha vinto il Premio Oscar come miglior canzone.

Fame (Saranno famosi, di Alan Parker, 1980)

Una scena del film FameHD
Un montaggio con gli attori di Fame, film del 1980

A Manhattan, nella prestigiosa High School of Performing Arts, la scuola superiore di arti drammatiche di New York, sono in programma le audizioni per pochi fortunati che potranno frequentare i corsi della scuola per i successivi quattro anni. Centinaia di volenterosi aspiranti ballerini, cantanti e attori si sfidano davanti alla giuria. Tra i prescelti, alla fine ci sono il ballerino Leroy, la ballerina Lisa, il musicista Bruno Martelli, la ballerina Coco, l'attrice Doris Finsecker, lo showman Ralph e il cantante Montgomery. Il film ha ottenuto 10 candidature e vinto 3 Premi Oscar, ha avuto 5 candidature e vinto 2 Golden Globes 

Staying Alive (di Sylvester Stallone, 1983)

Stallone e Travolta, rispettivamente regista e protagonista di Staying aliveHD
Il saluto tra Sylvester Stallone e John Travolta sul set di Staying alive

Il ballerino Tony Manero, fidanzato con la collega Jackie, fa un doppio lavoro: di giorno dà lezioni di ballo in una palestra, mentre di notte tira su qualche soldo facendo il cameriere in una discoteca. Il suo sogno, però, è essere un protagonista nei musical a Broadway. Mentre osserva uno spettacolo di Jackie, si invaghisce invece di un'altra ballerina, la ricca e viziata Laura, che all'inizio lo respinge, ma poi, incuriosita da quello strano personaggio, si concede a lui, per poi lasciarlo nuovamente solo. Tony, che intanto si è rimesso con Jackie, si impegna tantissimo nel ballo rendendo lo show di cui è protagonista un successo importantissimo, con tanto di standing ovation.

Indimenticabile la coreografia finale dove John Travolta dà sfoggio non solo di un talento eccezionale ma anche di una forza e di un equilibrio incredibili sollevando Laura con un braccio solo.

Save the Last Dance (di Thomas Carter, 2001)

Julia Stiles e Sean Patrick Thomas nel film Save the last danceHD
Julia Stiles e Sean Patrick Thomas ballano nel film Save the last dance

Sarah, una ragazza diciassettenne traumatizzata dalla morte prematura dell'amata madre, deve trasferirsi per forza a casa del padre, a Chicago. La ragazza ha un sogno: essere ammessa alla prestigiosa scuola di danza Julliard School. Ma desiste, e ripiega su una scuola frequentata da ragazzi di colore: dopo aver cominciato una relazione con uno di loro, Derek, il ragazzo la convince a presentarsi a un'audizione, perché crede in lei e nelle sue capacità. Dopo qualche vicenda sentimentale tra i due ragazzi, Sarah si convince e partecipa: il suo sogno sta per realizzarsi. Il film, che vede protagonista Julia Stiles, fa parte , assieme a The Company, Step Up e una manciata d'altri, di un filone particolare dove si tenta di coniugare - a volte con ottimi esiti, a volte no - la danza classica con il free style.

Billy Elliott (di Stephen Daldry, 2000)

Billy Elliot è un film diretto da Stephen Daldry, ispirato alla storia di Philip MosleyHD
L'attore Jamie Bell in una scena del film Billy Elliott

La vicenda si ispira alla storia del ballerino Philip Mosley e racconta la vita di un dodicenne che sogna di diventare un ballerino classico, tra le prese in giro degli amici e l'avversione e i pregiudizi della famiglia. Sì, perché Billy Elliott, questo il suo nome, è nato in un'umile famiglia di minatori, e il padre vorrebbe che lui si allenasse per diventare pugile: all'epoca (il film è ambientato nei primi anni Ottanta), la danza classica, praticata da un uomo, era quasi sinonimo di omosessualità. Ma niente da fare: la tenacia e la passione di questo scricciolo dagli occhi blu avrà la meglio su qualsiasi desiderio della sua famiglia. Anche l'ambientazione ha un ruolo di primo piano: sullo sfondo infatti c'è lo sciopero dei minatori inglesi del 1984, dopo che Margaret Thatcher decretò la chiusura delle miniere. 

Footloose (di Herbert Ross, 1984)

Il giovane Ren si trasferisce da Chicago a Beaumont, un paesino sperduto che ha vietato la musica rock e il ballo, elementi che vengono considerati "corruttori" della morale dei giovani. La spiegazione di questo divieto è che alcuni anni prima due ragazzi (tra questi il figlio del reverendo Shaw, uomo repressivo e durissimo) sono morti mentre stavano tornando a casa dopo un concerto. Ren, a causa del suo spirito ribelle e poco avvezzo alle regole, viene presto emarginato e considerato una persona senza nessuna morale. Ma alcuni eventi - tra cui l'innamoramento tra Ren e Ariel, figlia del pastore, cambieranno le cose... Il film ha lanciato Kevin Bacon come attore e vanta una sequenza finale di ballo frale più memorabili di sempre.

Dirty Dancing (Regia di Emile Ardolino, 1987)

Siamo nei primissimi anni Sessanta. Una famiglia americana, gli Houseman, va in vacanza in un villaggio turistico. La diciassettenne Frances, la piccola di casa Houseman, detta Baby, conosce e comincia a frequentare l'affascinante Johnny, maestro di ballo dell'hotel, che la seduce lezione dopo lezione. I due si innamorano follemente, e la scena finale del loro ultimo ballo insieme merita tutto il film... Premio Oscar e Golden Globe vinti per la miglior canzone nel 1988 per (I've Had) the Time of My Life

La febbre del sabato sera (di John Badham, 1977)

Una scena de La febbre del sabato sera, film musicale del 1977HD
La febbre del sabato sera ha lanciato l'attore John Travolta

Siamo negli anni Settanta. Tony Manero è un italoamericano di 19 anni, con un grande talento: il ballo. Per il resto, la sua vita è un insieme di scorribande con gli amici, risse e bravate. Il sabato sera frequenta sempre un locale, il 2001 Odissey, una discoteca dove si esibisce insieme agli amici. A scuola di ballo conosce Stephanie Mangano, con cui partecipa e vince a una gara di ballo. Dopo la morte di un amico, caduto da un ponte quando era in preda all'alcool e alla depressione, però, Tony è costretto a rivedere tutta la sua condotta di vita... La trama, oltre al ballo, tocca anche altri temi importanti, come il razzismo, l'emigrazione, l'utilizzo di droga, la violenza contro le donne e le risse tra bande.

Grease (di Randal Kleiser, 1978)

Olivia Newton-John e John Travolta, al centro, protagonisti di GreaseHD
I quattro protagonisti di Grease, film cult del 1978

Anni Cinquanta. In vacanza, Danny incontra e si innamora di Sandy, un'ingenua ragazza australiana, ma finite le vacanze lei torna al suo Paese. Si iscrive però, senza saperlo, alla stessa scuola del suo amore estivo, senza incontrarlo subito. Sarà Rizzo, la carismatica leader del gruppo delle  Pink Lady a organizzare un incontro casuale fra i due, che dopo qualche malinteso cominciano a frequentarsi ancora. Con il tempo, però, la dolce Sandy tira fuori la sua grinta (e un look completamente diverso da quello iniziale), facendo innamorare ancora di più il compagno, che intanto ha deciso di cominciare a mettere la testa a posto. La fine della scuola è festeggiata con l'ormai celeberrima canzone You're the One That I Want. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.