Stai leggendo: No Excuses: Meghan Trainor dedica a tutte le donne il nuovo singolo

Letto: {{progress}}

No Excuses: Meghan Trainor dedica a tutte le donne il nuovo singolo

A quattro anni dal successo di All About That Bass che l’ha consacrata popstar mondiale, Meghan Trainor torna a cantare le donne in No Excuses, singolo che anticipa l’uscita del nuovo album.

Meghan Trainor firma No Excuses

2 condivisioni 0 commenti

La star pop che ha cantato la bellezza femminile al di là dei canoni estetici taglia 38 torna in radio e digitale con un nuovo inno alle donne. La statunitense Meghan Trainor – l’artista che ha rivendicato in All About That Bass “tutte le curve nei posti giusti” – ha rilasciato il singolo No Excuses, in rotazione radiofonica da venerdì 9 marzo.

A firmare il brano è la stessa Trainor insieme a JKash and Andrew Wells, mentre la produzione è curata da Andrew Wells e da Meghan. Dalla prima nota il pezzo suona femminile e accattivante, una sorta di esaltazione del girl power Anni Duemila. Elettronica, chitarre e bassi fanno da trama a un testo “very pink” che presenta anche spunti di riflessione.

No excuses Meghan Trainor

Del resto, No Excuses nasce proprio con un intenzione che più attuale non potrebbe essere. Ha raccontato Meghan Trainor: “Amo il fatto che così tante donne si stiano mobilitando per ciò che è loro diritto. Per questo ho voluto scrivere per tutte noi una canzone così potente.”

A volte le persone mi trattano con superiorità perché sto facendo questo lavoro solo da 4 anni: è questo il motivo che mi ha spinto a scrivere la mia versione moderna di R-E-S-P-E-C-T. È tutto sull’uguaglianza dei diritti e sull’essere gentili.

Cantautrice multiplatino che ha raggiunto l’ambito Disco di Diamante, Meghan anticipa con Non Excuses il progetto attualmente in lavorazione e atteso per i prossimi mesi. Il brano è anche un videoclip diretto da Colin Tilley che esalta il carisma femminile.

E il nuovo album, secondo le prime informazioni, dovrebbe essere intriso di sicurezza e allegria, sentimenti con cui la Trainor riparte dopo un delicato intervento alle corde vocali. Costretta a qualche mese di silenzio forzato, la cantante ha poi dato sfogo a tutta la propria voglia di vivere e farsi sentire.

Nelle tracce, inoltre, sono coinvolti anche i familiari. Mamma, papà fratelli e fidanzato compongono, infatti, il coro di voci che accompagnano la star che di recente ha preso parte alla prima stagione di The Four in onda su Fox. Insomma, una vera forza della natura.

No Excuses: il testo

Woo! Huh!

What you sippin’ on that got you talking crazy?
Lookin’ at me sideways, always coming at me
Why you, why you acting hard when you just a baby?
Boy, I keep it real with you, but you trying to play me

Have you lost your mind?
Open up your eyes
Huh!

Someone else
You must’ve confused me, confused me with
Someone else
You must’ve confused me, confused me with
Someone else
There ain’t no excuses, excuses, babe
Someone else
Your mama raised you better than that, huh!

What you sippin’ on that got you talking crazy? (Hey!)
Lookin’ at me sideways (Woo!), always coming at me
Why you, why you acting like you never met a lady?
I don’t disrespect you, don’t you disrespect me

Have you lost your mind? (lost your mind)
Open up your eyes
Huh!

Someone else
You must’ve confused me, confused me with
Someone else
You must’ve confused me, confused me with
Someone else
There ain’t no excuses, excuses, babe
Someone else
Your mama raised you better than that, huh!

Your mama raised you better than that (that’s right)
Cause Your mama raised you better than that

Have you lost your mind?
Open up your eyes (your eyes)
Huh!

Someone else
You must’ve confused me, confused me with (confused me with)
Someone else
You must’ve confused me, confused me with
Someone else
There ain’t no excuses, excuses, babe (no excuses, no, no)
Someone else
Your mama raised you better than that, huh! (how she raise you?)

You must’ve confused me (Hey! Come on), confused me with
Your mama raised you better than, better than that
There ain’t no excuses, excuses, babe
Your mama raised you better than that, huh!
(she raised you better than that).

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.