Stai leggendo: La famiglia di Margot Robbie voleva che smettesse di recitare

Letto: {{progress}}

La famiglia di Margot Robbie voleva che smettesse di recitare

Nonostante il suo indiscutibile talento, Margot Robbie non ha mai trovato un grande supporto nei suoi genitori. La famiglia dell'attrice ha inizialmente scoraggiato la sua idea di fare della recitazione un lavoro e, ancora oggi, non ne sembra entusiasta.

Margot Robbie

2 condivisioni 0 commenti

Dal debutto in The Wolf of Wall Street (2014) - al fianco di Leonardo DiCaprio - Margot Robbie ne ha fatta di strada. L'attrice australiana ha dimostrato nel corso degli anni di non essere solo bella e sexy, ma di avere un grande potenziale che le consente di cimentarsi con ruoli di ogni tipo.

L'ultimo, forse il più importante della sua carriera, è stato quello della pattinatrice Tonya Harding in I, Tonya, personaggio controverso che la Robbie ha interpretato egregiamente. Eppure, c'è chi ancora oggi non crede nella sua carriera di attrice. Non si tratta della critica, nè tantomeno del pubblico (che la adora), ma della sua famiglia.

Nel corso di una recente intervista rilasciata a British Vogue, Margot ha raccontato che i suoi genitori non hanno reagito bene quando, diverso tempo fa, comunicò loro di voler diventare un'attrice:

La mia famiglia non ha mai avuto legami con lo showbiz, per cui quando ho iniziato a recitare dicevano cose come: 'Bene, divertente. Ma quando ti trovi un vero lavoro?' Questo è andato avanti per anni.

Una sorridente Margot RobbieHD

Le cose sono migliorate gradualmente, ma ancora oggi i genitori della Robbie non manifestano poi grande entusiasmo dinanzi ai grandi successi raggiunti dalla figlia.

Sono impressionati per cinque secondi circa, poi se ne escono con cose come: 'Sai il cane ha vomitato', ma loro sono fatti così!

Probabilmente, fare parte di una famiglia normale e completamente avulsa dal patinato mondo di Hollywood ha aiutato Margot Robbie a non montarsi troppo la testa. Fortunatamente, però, non ha mai dato retta a chi le consigliava di abbandonare il grande schermo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.