Stai leggendo: Deborah Lettieri: intervista e video esibizione a Dance Dance Dance

Letto: {{progress}}

Deborah Lettieri: intervista e video esibizione a Dance Dance Dance

Deborah Lettieri, giudice di Dance Dance Dance, è l'unica ballerina italiana al sexy Crazy Horse di Parigi. Ecco il video della sua esibizione al sesto serale di DDDance, e una intervista esclusiva per FoxLife.it.

25 condivisioni 0 commenti

Deborah Lettieri è stata una delle due rivelazioni al tavolo dei giudici di Dance Dance Dance 2: con Daniel Ezralow è arrivata ad affiancare Luca Tommassini e Vanessa Incontrada per scovare i veri talenti nel ballo tra le coppie di celebrities in gara.

La Deborah di Dance è un giudice severo, attento all'aspetto più tecnico delle performance dei vip in gara, che cerca però anche un'evoluzione quasi psicologica della persona dietro l'artista che si esibisce sul palco.

L'abbiamo intervistata per capire la relazione che c'è tra Deborah giudice di Dance e Gloria Di Parma, il suo alterego sul palco del Crazy Horse di Parigi, lo storico locale di cabaret divenuto famoso per l'anticonformismo e l'innovazione dove si esibisce tutte le sere il nostro giudice. 

Deborah Lettieri e Daniel Ezralow i giudici di Dance Dance Dance HD

Deborah Lettieri: Parma, la laurea e l’Italia

Che sogni avevi da bambina?

Per assurdo non quello di diventare una ballerina: non sognavo il tutù fin da piccola come tante altre bimbe, ma la scoperta della danza, per caso, a 11 anni, per aver seguito l'esempio di mia sorella, è stata una svolta importante nella mia vita.

Da quel momento la danza è diventata il centro di tutte le mie scelte, è stata sempre al primo posto, anche nella scelta di laurearmi in scienze motorie.

In Italia non esiste una formazione adeguata, riconosciuta dallo stato, né per ballerini, tantomeno per insegnanti di danza.

Ho insegnato per tanti anni e ho scelto la formazione che potesse darmi il massimo delle nozioni possibili da mettere in pratica in ciò che facevo, sia come ballerina/atleta, che come insegnante, mi è stato molto utile, ma aiutare il nostro paese a creare delle formazioni specifiche è tra i miei obiettivi.

Deborah Lettieri: “Un cervello in fuga”

Pensi che l’Italia non ti abbia dato le possibilità che speravi mentre all’estero è stato riconosciuto il tuo talento?

Purtroppo penso sia esattamente così, nel mio caso sono fuggiti corpo e cervello. Mi riaggancio al discorso di prima: in Italia non esistono formazioni adeguate per i ballerini, siamo costretti a fare prima il "doppio lavoro" della scuola dell'obbligo al mattino e poi della formazione artistica privatamente al pomeriggio.

Una volta finita la formazione scappiamo a realizzare i nostri sogni all'estero, perché l'Italia non offre sufficienti possibilità per chi fa questo mestiere, senza contare la scarsa considerazione che c'è per il nostro lavoro.

Alzino la mano tutti i ballerini che in Italia alla domanda "cosa fai nella vita" hanno risposto "il ballerino" per sentirsi ripetere "ciòé?" oppure "no, ma di lavoro vero" o un semplice sguardo di chi non capisce.

Gloria Di Parma: Parigi, il Crazy Horse e la fama internazionale

Cosa significa per te essere l’unica ballerina italiana di una delle istituzioni della danza mondiale?

È stato un onore, ma ho sentito da subito una grande responsabilità sulle spalle, volevo dimostrare ai francesi che avevano fatto la scelta giusta dandomi fiducia, e al tempo stesso rendere orgogliosi gli italiani.

Oggi al Crazy mi sento come a casa.

Deborah Lettieri: dal Crazy Horse a Dance Dance Dance Italia

Deborah Lettieri a Dance Dance Dance HD
Deborah Lettieri durante la sua esibizione a DDDance

Quanta Gloria Di Parma c’è in Deborah giudice di Dance Dance Dance? Quanto è stato significativo esibirti sul palco di #DDDance?

Gloria non è davvero un personaggio, è solo l'esaltazione di alcune caratteristiche di Deborah, ecco perché non ho crisi d'identità 😁

L'esibizione sul palco di DDDance è stata importante per me, la possibilità di danzare per il pubblico Italiano e 3 spettatori davanti a me per i quali mai mi sarei aspettata di ballare.

Vane è un cuore d'oro, abbiamo avuto un feeling immediato, ero certa che anche in questa occasione mi avrebbe aiutata e sostenuta e così è stato, ma avere gli occhi di Luca e Daniel puntati addosso invece non è stato facile: loro sono per me dei Maestri.

Avevo il cuore a mille, penso di essere stata più agitata di tutti i nostri concorrenti.

Ma l'adrenalina è indispensabile sul palcoscenico, è stata una sferzata di emozioni e di vita e vorrei riviverla mille volte. Ringrazio Dance Dance Dance per avermela fatta vivere una indimenticabile volta.

Deborah Lettieri giudice di Dance Dance Dance al Crazy Horse

La sensualità: danza e vita privata di Deborah Lettieri 

Quanto conta, e cosa rappresenta per te, la sensualità nel ballo?

Da quando ballo al Crazy Horse ho scoperto un mondo nuovo, la sensualità e la seduzione sono diventate parte non solo del mio stile nel ballo, ma anche della mia vita. In realtà penso solo di esserne più cosciente di prima: al Crazy hanno notato subito una sensualità innata, mi definiscono la "Femme fatame", ero io quella che non vedeva il proprio potenziale, oggi mi prendo la libertà di giocarci.

E nella vita privata? La sensualità è importante quanto sul palcoscenico?

La utilizzo come arma a mio favore... Sia sul palco che nella vita privata, perché no?!?

Le serie TV preferite di Deborah?

Direi:

... Lo so sono un po' vintage, ma riesco a guardare poco la TV da quando sul palco tutte le sere ci sono io... La mia prossima serie TV preferita sarà quella che farò io 😂😂😂

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.