Stai leggendo: Meghan Markle parla di #MeToo e Time's Up, contro le molestie

Letto: {{progress}}

Meghan Markle parla di #MeToo e Time's Up, contro le molestie

In occasione della sua prima apparizione sul palco della Royal Foundation, Meghan Markle ha espresso il proprio punto di vista sulle molestie sessuali. La futura moglie di Harry ha un obiettivo importante: battersi per i diritti delle donne.

Meghan Markle

2 condivisioni 0 commenti

In molti hanno criticato Kate Middleton, moglie del Principe William, per non essersi schierata apertamente contro i recenti scandali che hanno portato alla luce tantissimi casi di molestie sessuali, a Hollywood e non solo. Kate non ha neppure adottato il dress-code total black durante gli ultimi BAFTA - scelto, invece, da molti attori e attrici presenti all'evento in segno di protesta - calcando il tappeto rosso con un abito verde scuro, a quanto pare per motivi di etichetta.

Nessuno crede che la Middleton avvalli in qualche modo le molestie e gli abusi sulle donne - d'altronde, il suo impegno civile e sociale degli ultimi anni ci dice esattamente il contrario - eppure c'è chi si aspettava da parte sua una dichiarazione ufficiale, o perlomeno un commento.

In rappresentanza delle donne della Famiglia Reale, ci ha pensato Meghan Markle. La futura moglie del Principe Harry ha presenziato per la prima volta a un evento ufficiale della Royal Foundation in compagnia del suo fidanzato, di Kate e William, con lo scopo di parlare dell'impegno della 'royal family' in cause e campagne di sensibilizzazione importanti come quella portata avanti recentemente da Kate Middleton sulla salute mentale dei bambini.

Meghan Markle con Harry e Kate MiddletonHD

Meghan - che si dichiara da sempre una fervente femminista - ha preso la parola e fatto intuire quale sarà il suo ruolo all'interno della Fondazione: battersi per i diritti delle donne e supportare le loro battaglie. L'attrice di Suits ha anche espresso il proprio punto di vista sull'empowerment femminile e sui movimenti #MeToo e Time's Up, nati dopo lo scandalo Weinstein:

Si sente spesso dire che bisogna aiutare le donne a trovare la loro voce, e fondamentalmente non sono d'accordo perché le donne non hanno bisogno di trovare una voce: loro hanno già una voce, hanno bisogno di sentirsi autorizzate a usarla e le persone devono essere incoraggiate ad ascoltarle.

La Markle auspica che i riflettori sulla battaglia contro le molestie non si spengano, perché questo è il momento giusto per continuare a lottare insieme, donne e uomini:

Stiamo vedendo crescere tante campagne, #MeToo e Time's Up, non c'è momento migliore per continuare a far luce sulle donne che si sentono finalmente libere di parlare e sulla gente che le ascolta, uomini inclusi. Questo fa una differenza enorme.

I presupposti perché Meghan riesca a fare un ottimo lavoro a Palazzo ci sono davvero tutti.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.