Stai leggendo: The Mick: nuovo episodio a tema religione

Letto: {{progress}}

The Mick: nuovo episodio a tema religione

La comicità irriverente di The Mick non risparmia nulla: nella seconda stagione, che ripartirà a marzo su FoxLife, si parla anche di religione

 protagonisti di The Mick

1 condivisione 0 commenti

Un umorismo dissacrante che investe qualsiasi cosa: la comicità irriverente di The Mick - che ripartirà a marzo su FoxLife, canale 114 di SKY, al termine della pausa stagionale - ha conquistato il pubblico.

La sit-com che racconta della sfacciatissima, anticonvenzionale e inaffidabile Mickey - interpretata da Kaitlin Olson - alle prese con i tre nipoti che le sono stati affidati dalla sorella, garantisce grandi risate pungendo su ogni argomento, tabù compresi: la serie ha abituato i suoi fan a trattare le più disparate questioni, riuscendole sempre a filtrare attraverso la propria prospettiva politicamente scorretta. 

Nella seconda stagione, non viene risparmiato proprio nulla: nemmeno un argomento solenne come la religione. La quattordicesima puntata, intitolata "La Chiesa" - già trasmessa negli States - affronta proprio il tema del rapporto con la fede e l'esistenza di Dio, riguardo al quale ciascuno dei Pemberton ha una propria opinione a riguardo. 

 Kaitlin Olson in The MickHD

La puntata racconta di come Alba, la cameriera di Villa Pemberton interpretata da Carla Jimenez, abbia accettato la fede in Dio come un mezzo per migliorare sé stessa. Durante l'episodio, anche Ben, il piccolo di casa Pemberton (Jack Stanton) si interroga sul proprio rapporto con la spiritualità, mettendo in dubbio la propria fede in Dio.  

Il prete della chiesa, padre Zach, sembra riuscire a tenere testa e convincere tutti con i propri metodi anticonvenzionali. Eccezione fatta, nemmeno a dirlo, per Mickey. 

Dietro le quinte di The Mick

L'autore della serie televisiva, Dominic Dierkes, ha raccontato la genesi della puntata ai microfoni di Den of Geek!: "Sono cresciuto in un contesto fortemente cattolico. Mio padre è un diacono, quindi c'erano molti dettagli a cui attingere.

Non so se stessimo cercando di dire qualcosa in particolare o di fare una grande dichiarazione con questo episodio, ma mi è sembrato un buon ambiente da esplorare e credevo che un prete sarebbe stato un buon avversario complementare per Mickey".

Un argomento difficile da trattare con l'approccio dissacrante tipico della serie tv targata Fox. Ma per Dave Chernin, uno dei creatori della sit-com, non ci sono argomenti, per quanto scivolosi, dai quali astenersi: "Non vogliamo evitare alcuni temi solo perché potrebbero essere rischiosi. Non credo che siano stati davvero superati certi confini"

Anche John Chernin è dello stesso avviso: "Siamo stati molto attenti a non dire che la religione sia una cosa stupida o roba del genere, preferendo invece soffermarci su come ogni personaggio provi a presentare un diverso lato della medaglia"

Curiosi di vedere questo episodio? Tranquilli, la seconda stagione di The Mick sta per tornare su FoxLife. 

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.