Stai leggendo: Ed Sheeran: 'Sono un bambino troppo cresciuto'

Letto: {{progress}}

Ed Sheeran: 'Sono un bambino troppo cresciuto'

Intimidito e divertito dai riti del Festival di Berlino, il cantante Ed Sheeran si è immerso nei riti di presentazione del documentario sul suo ultimo album, Divide.

Ed Sheeran in primo piano

1 condivisione 0 commenti

La presenza di Ed Sheeran al Festival del cinema di Berlino è stata una sorpresa non da poco. Pur avendo interpretato un cameo nella settima stagione de Il trono di spade, la popstar inglese confessa di non avere grande dimestichezza con la settima arte. Lo dimostrano i suoi gusti cinematografici "discutibili", come ammette lui stesso citando come suoi film preferiti i cult Quei bravi ragazzi e Love Actually, ma anche la commedia sportiva Cool Running.

Ed Sheeran è stato ospite alla Berlinale in chiusura del festival accompagnando la premiere di Songwriter, documentario diretto dal cugino Murray Cummings in cui il cantautore viene ritratto mentre è intento a comporre il quinto album, Divide, uscito nel 2017. Un film che "colma un vuoto" svelando al mondo il processo compositivo di Ed Sheeran.

Volevo mostrare un lato personale, ma mio cugino era il solo a cui avrei permesso di riprendermi nel mio quotidiano. Ci sono voluti due anni. Abbiamo guardato tutto il girato, ne abbiamo selezionate 70 ore e poi il montatore lo ha ridotto a 88 minuti.

Una bella immagine dle cantante Ed Sheeran

Nel film vediamo Ed Sheeran comporre hit come Galway Girl o Castle on the Hill con estrema facilità durante un viaggio in nave tra la California e l'Inghilterra o tirare fuori dal cilindro una hit da un miliardo di streaming su Spotify come Shape of You, inserita nell'album su richiesta dei discografici.

L'immagine veicolata dal documentario è quella di un artista dedito alla musica in modo maniacale, circondato da un entourage di collaboratori, familiari e amici che lo mettono in condizione di lavorare nel modo più sereno possibile, senza distrazioni e senza contrasti. Sheeran ammette con orgoglio:

Siamo i primi ad avervi mostrato il processo di composizione di un brano dall'inizio alla fine. La musica è la mia passione. Quando mi piace una cosa la faccio all'infinito, ma quando ho un blocco e non so cosa scrivere, mollo la chitarra e faccio altro in modo da liberare la mente. Sono un bambino cresciuto, mi piacciono le cose da bambini come far visita a The Wizarding World of Harry Potter.

Selfie coi fan per Ed Sheeran

Tra dimensione pubblica e privata, Songwriter mostra frammenti del quotidiano di Ed Sheeran, intervallando il presente con filmini familiari forniti dal padre e immagini dei viaggi intorno al mondo con la fidanzata Cherry Seaborn. Amato dai fan di ogni parte del globo, a 27 anni il cantante ha già battuto tutti i record di vendite e secondo le stime guadagnerebbe 15.000 sterline al giorno. Soldi che usa per aiutare parenti e amici, senza che loro gli chiedano niente, e per vivere facendo il lavoro che più gli piace: cantare.

Il musicista ribadisce di vivere un'esistenza normale, lontana dai lussi delle altre star. Se non fosse per le braccia completamente tatuate, il look dimesso e gli occhiali dalla montatura spessa, i capelli rossi scarmigliati lo farebbero sembrare più un timido nerd che un idolo di folle, ma l'ambizione del cantante emerge da un passaggio del documentario in cui Sheeran confessa di non voler diventare come Adele, ma di voler essere Adele.

Ogni artista punta al top, per me Adele è l'artista più di successo degli ultimi 10 anni. Ovviamente non posso diventare come lei, ma se diventassi bravo la metà di lei sarei molto soddisfatto.

Ed Sheeran sorridente a Berlino

Per il momento, oltre al lungo tour che lo aspetta, Ed Sheeran confessa di avere il cinema nei suoi progetti futuri. Dopo la spiritosa apparizione in Bridget Jones's Baby, l'anno prossimo Ed Sheeran reciterà in un film di cui ha già composto le musiche. Un progetto tutto suo, per adesso ancora top secret.

Forse tornerò qui a Berlino per una nuova premiere. Quel che è certo è che non interpreterò di nuovo me stesso. Sarebbe troppo noioso.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.