Stai leggendo: Olimpiadi invernali: chi sono Sofia Goggia e Arianna Fontana e le altre atlete in gara

Letto: {{progress}}

Olimpiadi invernali: chi sono Sofia Goggia e Arianna Fontana e le altre atlete in gara

La prima sciatrice italiana ad aver ottenuto l’oro nella discesa libera, la bella campionessa di biathlon, la leggenda americana dello sci e molte altre: ecco alcune delle regine del ghiaccio di Pyeongchang.

Sofia Goggia, Ragnhild Mowinckel e Lindsey Vonn a PyeongChang sul podio

1 condivisione 0 commenti

I XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang sono in pieno svolgimento. Iniziate il 9 febbraio, queste Olimpiadi hanno luogo in quattro diverse località della Corea del Sud: Daegwallyeong (dove si tengono le cerimonie di apertura e chiusura e si svolgono molte delle gare di sci, bob, slittino), Gangneung (sede del pattinaggio, hockey, curling), Bongpyeong (freestyle e snowboard) e Bukpyeong (sci alpino). Sono ancora molti gli eventi sportivi che vedranno gareggiare i migliori atleti del mondo nelle varie discipline invernali prima della chiusura dei giochi, il 25 febbraio, e tra di loro ci sono moltissime donne dalle doti straordinarie. Da Sofia Goggia, la sciatrice che ci ha regalato un oro storico in discesa libera, alla pattinatrice di velocità pluripremiata Arianna Fontana, alla leggendaria regina delle discese Lindsey Vonn, le sportive da ammirare sono davvero troppe. E se magari è impossibile conoscerle tutte, vale comunque la pena scoprire qualche curiosità in più di alcune tra le più note.

Sofia Goggia - Sci

Ha 25 anni ed è la prima donna italiana ad essersi aggiudicata un oro nella specialità sciistica più prestigiosa, la discesa libera, e prima di lei ci era riuscito solo Zeno Colò ad Oslo nel 1952. Un trionfo ancora più significativo se si tiene conto del fatto che la sciatrice italiana negli ultimi anni ha dovuto combattere contro la sfortuna e gli infortuni, riuscendo a riprendersi solo a partire dal bronzo ottenuto ai mondiali di St. Moritz. Nata a Bergamo nel novembre del 1992, ha cominciato a sciare da piccolissima - aveva circa tre anni - sulle piste di Foppolo, vicino casa. All’età di 8 anni insistette per gareggiare anche contro i bambini, vincendo. A 20 anni ottenne la prima vittoria in Coppa Europa in una Combinata, e di lì a poco entrò come big nella Coppa Mondo dove, con 13 podi ottenuti in una sola stagione, è riuscita a battere il record detenuto da Debora Compagnoni (11). Nel dicembre 2013 arrivò però l’infortunio che le ha causato tanti problemi, quando durante una discesa a Lake Louise si ruppe i legamenti crociati del ginocchio sinistro: un anno lontano dalle piste, poi nel 2015 l’operazione per una ciste nello stesso punto la fece stare lontana dagli sci ancora una volta. Solo nel 2016 compare di nuovo nelle competizioni internazionali, mostrando le sue ottime capacità in quattro discipline diverse (Discesa, SuperG, Gigante e Combinata). Da quel momento è stato un fiorire di riconoscimenti, fino al trionfo ai giochi olimpici attualmente in corso.

Arianna Fontana - Pattinaggio short track

Non ci sono #parole per descrivere questo momento... 🥇 grazie a tutti di #cuore 💚 per i vostri messaggi! Siete in tantissimi a scrivermi, spero che riuscirò a rispondere a tutti❣️❣️❣️ I’m #speachless 😍 Thanks everyone for all your lovely messages 💚 You’re soooo many, hope I can reply to all of youuuu 😘 #smooches 💋 • • • #gold #oro #500m #dreamcometrue 🥇 #italiateam #TeamA 🇮🇹 #DAOAthlete #DAOInTheWorld #FiammeGialle 🔰 #shorttrack #speedskating #шорттрек #쇼트트랙 #短道速滑 #schaatsen ⛸ ‪#i2018평창 #hellopyeongchang #pyeongchang2018 💙💛🖤💚❤️ ‬#olympics ‪#winterolympics ‬#FuocosulGhiaccio 🔥 #herbalife #TOYOTATEAM #teamyoungitalyunipolsai 💁🏼

A post shared by Arianna Fontana (@aryfonta90) on

Con l'oro del 13 febbraio nei 500mt e l’argento nella staffetta del 20 febbraio in Corea Arianna Fontana è divenuta ufficialmente la più grande pattinatrice di short track di tutti i tempi. Sono 12 anni che l’atleta nata a Sondrio nel 1990 è sulla cresta dell’onda, diventando una leggenda a livello mondiale. Nonostante infatti la famosissima atleta cinese Wang Meng abbia vinto più ori, il maggior numero di titoli olimpici (ben 7) è di Arianna, che ha partecipato a 4 Olimpiadi invernali ed è stata la prima europea ad aggiudicarsi un podio durante questi giochi. Al di fuori della sua disciplina, solo un’altra donna ha vinto più medaglie di Arianna: l’ex fondista Stefania Belmondo, che ne vanta 10. Con un palmares del genere, la Fiamma Gialla Arianna Fontana è stata la scelta perfetta come portabandiera della delegazione italiana alla cerimonia di apertura di PyeongChang.

Lindsey Vonn - Sci

This is for you Grandpa ❤️🙏🏻 #myangel

A post shared by L I N D S E Y • V O N N (@lindseyvonn) on

Vonn è il cognome che la sciatrice considerata come la migliore al mondo ha ottenuto a seguito del matrimonio con lo sciatore americano Thomas Vonn, sposato nel 2007, e nonostante i due abbiano divorziato nel 2011, la donna ha mantenuto il cognome ormai famosissimo. Ma all’anagrafe Lindsey fu registrata col cognome Kildow, nata nel Minnesota il 18 ottobre 1984. Fin dal suo debutto alle olimpiadi di Salt Lake City del 2002, quando aveva solo 17 anni, dimostrò di avere un talento fuori dal comune, incendiando di speranza i cuori dei compatrioti che non credevano di poter avere nessun potenziale tra le sciatrici. Da quel momento, la donna è stata protagonista di tutte le maggiori competizioni internazionali, Olimpiadi incluse: nei giochi del 2010 vinse un oro nella discesa che, parole sue, le ha cambiato la vita (era la prima americana a farlo), ha collezionato ben quattro coppe del mondo, e detiene il record per il maggior numero di tornei vinti da qualsiasi sciatore, uomo o donna (sono ben 16). Oggi ha 33 anni, ed è sempre tra le favoritissime: nella gara di discesa del 21 febbraio (quella vinta dall’italiana Goggia), Lindsey è riuscita comunque a strappare il bronzo.

Carolina Kostner - Pattinaggio di figura

Nata a Bolzano nel 1987, Carolina Kostner è una delle nostre atlete più famose. Ex campionessa del mondo di pattinaggio artistico, la Kostner è una di tre figli di un giocatore di hockey (Erwin) ed una pattinatrice (Patrizia), ed è imparentata anche con la famosa sciatrice azzurra Isolde Kostner, che le ha fatto da madrina alla cresima. Pedigree di tutto riguardo per una delle atlete italiane più conosciute al mondo, che ha mosso i primi passi (iniziò a pattinare a quattro anni) ad Ortisei per poi trasferirsi in una delle arene di pattinaggio più famose d’europa, ad Oberstdorf, in Germania. Ancora oggi si divide tra l’Italia e la Germania, e per questo sa parlare fluentemente anche il tedesco, ma non solo: Carolina se la cava egregiamente anche con l’inglese ed il francese. Una curiosità che forse non tutti sanno: la sportiva è mancina, e per questo è una delle poche ad eseguire esegue salti e trottole in senso orario!

Aja Evans - Bob

O P E N I N G C E R E M O N Y.

A post shared by Aja Evans (@ajalevans) on

Aja Evans è nata nel 1988 a Chicago, ed è sorella del giocatore di football Fred. Prima di entrare nel team olimpico americano come bobbista, Aja gareggiava in competizioni di atletica leggera per l’Università dell’Illinois, arrivando a piazzarsi settima nella gara nazionale del 2010. Solo nel 2012 ha pensato di dedicarsi al bob, e così, senza che avesse dedicato a questa disciplina la gran parte della sua vita come succede agli atleti che raggiungono i risultati importanti, ha partecipato alle Olimpiadi di Sochi come bobbista, ottenendo addirittura una medaglia di bronzo. Le è bastato sfruttare la preparazione fisica dell’atletica leggera ed incanalarla in questa nuova attività sportiva: la riprova che con la giusta determinazione, si può arrivare lontano.

Dorothea Wierer - Biathlon

Windy day 🤔

A post shared by DOROTHEA WIERER (@dorothea_wierer) on

È una delle più belle di queste Olimpiadi, ma in lei c’è molto più che un viso d’angelo. Nata a Brunico nel 1990, la 28enne atleta di biathlon viene da una famiglia di biatleti come lei. Più volte la ragazza si è trovata a commentare il fatto che non si limiti a sciare e sparare, ma ami prendersi cura del suo aspetto: chissà quanto ancora a lungo ci sarà da stupirsi di una donna, atleta, capace di eccellere in discipline sportive tradizionalmente maschili, che ama indossare un tacco 12 e truccarsi secondo la moda del momento. La ragazza ha iniziato ad allenarsi a 10 anni, perché è impossibile non trovarsi con la carabina in spalla dalle parti dei suoi (Rasun, Anterselva, ad un passo dall’Austria), e da incredibile promessa nei tornei giovanili è diventata una delle atlete di biathlon più famose al mondo, e nel 2014 era nella squadra che ha ottenuto il bronzo a Sochi.

Madison Hubbell - Pattinaggio di figura

Happy Holidays! #grateful

A post shared by Madison Hubbell (@splashmadison) on

Sono le prime Olimpiadi di Madison Hubbell, che con il suo partner sportivo (ed un tempo anche compagno nella vita) Zachary Donohue ha ottenuto diversi riconoscimenti, durante la passata stagione olimpica, con tanto di titolo di campioni USA conquistato a gennaio: il trampolino perfetto per i giochi di PyeongChang. Madison è nata nel 1991 nel Michigan, ed ha iniziato a pattinare all’età di 5 anni; il primo partner sul ghiaccio è stato uno dei fratelli, Keiffer, col quale ha vinto molte competizioni finché, per problemi fisici di lui, non hanno deciso di seguire strade diverse. Quando a 20 anni si trovava sulla stessa pista di pattinaggio del coetaneo Zach, i rispettivi coach si resero conto del talento dei due, che così, quasi per caso, hanno dato vita ad un sodalizio professionale che oggi li vede pattinare sulle piste olimpiche in Corea.

Madison Chock - Pattinaggio di figura

🇺🇸 #OpeningCeremony

A post shared by Madison Chock (@chockolate02) on

Madison Chock danza sul ghiaccio con Evan Bates dal 2011, e dal 2016 sono una coppia anche nella vita: insieme hanno collezionato due medaglie d’argento USA, un titolo mondiale ed un oro ai campionati U.S. Prudential U.S. Figure Skating Championships. Prima di Bates, Chock faceva coppia con un altro pattinatore, che però la lasciò sola quando decise di ritirarsi dal mondo della danza su ghiaccio. Nata in California nel 1992 da padre di origini cinesi-hawaiane e madre di origini europee, Madison Chock ha iniziato a pattinare dall'età di 5 anni ed è lei che disegna tutti i costumi indossati sul ghiaccio, anche quelli di Evan!

Silje Norendal - Snowboard

Questa talentuosa e bellissima snowboarder norvegese è arrivata alle Olimpiadi con un palmares già invidiabile, avendo vinto per tre volte di seguito la medaglia d’oro per lo slopestyle ai giochi X Games Snowboard a Tignes (2013) ed Aspen (2014, 2015). Nata nel 1993, ha compiuto i suoi i primi “passi” sullo snowboard a 4 anni, sotto la guida della mamma Marit (che ne aveva 41), e fu subito chiaro che la piccola aveva talento: negli anni successivi ha scalato le classifiche delle competizioni norvegesi fino ad entrare nella squadra nazionale. Oltre che atleta di livello internazionale è anche un’appassionata di fitness, ed è apparsa sulle copertine delle edizioni norvegesi di Cosmopolitan ed Elle.

Qual è la vostra atleta preferita?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.