Stai leggendo: La sfilata di Moschino alla MFW è un omaggio agli anni '60 e Jackie Kennedy

Letto: {{progress}}

La sfilata di Moschino alla MFW è un omaggio agli anni '60 e Jackie Kennedy

Per l'autunno-inverno 2018, la casa di moda milanese si è ispirata alla ex first lady. Fra le modelle che hanno sfilato in passerella anche Kaia Gerber e Bella Hadid.

3 condivisioni 0 commenti

Gli anni '60 non si possono dimenticare. Lo ha dimostrato Moschino che alla Milano Fashion Week ha fatto sfilare le sue modelle con abiti che ricordano quel periodo. Un ritorno al passato, segnato profondamente da alcune figure importanti come la compianta first lady, Jackie Kennedy: la vera musa dell'autunno-inverno 2018 per la casa di moda milanese.

Dopo le sale operatorie e gli ambienti futuristici proposti da Gucci, le atmosfere anni '80 che sono sempre di grande tendenza, Moschino non ha voluto fare un passo in avanti, ma indietro e precisamente agli anni '60. Così sulla passerella si sono alternati abiti dai colori per lo più accesi (dal rosa e azzurro confetto al fucsia, arancione e giallo), indossati da donne che sembrano essere tanti cloni della ex first lady.

Per l'occasione data dalla Milano Moda Donna, lo stilista Jeremy Scott (che ha rilanciato l'immagine della maison) ha reinventato il look di Jackie per l'autunno-inverno 2018. Per questo alcune modelle hanno indossato vestiti in vernice (nei colori giallo neon, blu e verde lime), alternati a cappellini dall'iconica forma a pillbox (quelli da cocktail, per intenderci) e abiti in tweed. Alcuni abiti, poi, ricordano esattamente le divise delle hostess anni '60. A queste si aggiungono anche completi da cocktail e longdress (dalle scollature vertiginose), impreziositi da strass e applicazioni scintillanti.

Come delle moderne extraterrestri, le modelle di spicco come Kaia Gerber, Bella Hadid e Joan Smalls sembrano essere scese da un altro pianeta per incantare gli spettatori. Proprio come hanno fatto prima di loro le super-top model anni '90 alla sfilata di Donatella Versace.

Lo stilista Jeremy Scott è famoso per i suoi disegni ironici ed eccentrici. Lo ha dimostrato anche durante la sfilata primavera-estate 2018 alla quale ha partecipato Gigi Hadid. Ricordiamo, infatti, il suo abito-bouquet che è stato scelto da Michelle Hunziker per la quarta serata del Festival di Sanremo. Come al solito il direttore creativo di Moschino non ha voluto solo osare, ma provocare i presenti. Chi ha assistito alla sua sfilata, infatti, ha subito pensato che le teorie complottiste fossero di nuovo dietro l'angolo.

La collezione di Moschino autunno-inverno 2018HDMoschino

Impegnato dal 2013 con la maison, Jeremy Scott ha presentato 62 look che in un primo momento sono sembrati più tranquilli rispetto agli eccessi cui siamo abituati ad assistere. Dello stilista, infatti, si ricordano le collezioni in stile Barbie, i personaggi dei cartoni animati e altre creazioni ispirate al mondo pop.

La verità, però, è un'altra. Per la Milano Fashion Week il designer ha confermato la sua voglia di giocare con la moda. Ha, infatti, vestito le sue donne con una tale libertà di pensiero e leggerezza che serve in un momento in cui anche nel fashion system sono circolate le voci di presunte molestie sessuali.

Le creazioni di Moschino ispirate a Jackie KennedyHDMoschino

Così se da un lato i completi in tweed e le gonne all'altezza del ginocchio sono sembrate un po' castigate, per questo marchio che ha fatto della stravaganza il suo punto di forza. Dall'altro la successione di colori di abiti e cappelli (ma anche le braccia e gambe delle modelle che sono state colorate di blu), unita agli effetti di luce al neon, hanno subito riportato alle consuete atmosfere dello stile Moschino.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.