Stai leggendo: This is Us 02x10: recensione di Numero tre

Letto: {{progress}}

This is Us 02x10: recensione di Numero tre

Finalmente la seconda stagione di This is Us è tornata su FoxLife con l’episodio conclusivo della “trilogia” dedicata ai Big Three: Numero tre.

1 condivisione 0 commenti

Dopo una lunga pausa invernale la seconda stagione del family drama che ha commosso il mondo, This is Us, è tornata su FoxLife con l’ultimo dei tre episodi dedicati ai fratelli Pearson. Dopo aver scoperto qualcosa in più sul passato di Kevin e Kate, e di come questo influisce sulle scelte del loro presente, la puntata dal titolo Numero tre è tutta incentrata su Randall.

Il passato

Al pari degli episodi dedicati ai due gemelli Pearson, Numero tre si apre riprendendo la narrazione dal momento in cui i piccoli fratelli iniziano a camminare. Pur essendo il terzo ad avere il coraggio di sgambettare verso gli amorevoli genitori Jack e Rebecca, fin da bambino spicca per le sue doti speciali tanto da stupire tutti parlando per primo. 

Con un salto temporale di qualche anno l’episodio 02x10 di This is Us ci racconta, dal punto di vista di Randall, cosa è successo nel giorno in cui Kevin si è rotto la gamba durante quella che purtroppo è stata l’ultima partita di football americano che ha giocato e Kate ha confessato alla madre di voler studiare canto.

Una scena di This is Us 2x10HDNBC

In quella giornata speciale, nel bene e nel male, Jack e Randall si sono recati ad Harvard, università che il Big Three sogna di frequentare e dove viene subito accolto da un suo amico d’infanzia che gli mostra il campus e gli presenta i tanti amici afroamericani come lui che frequenta. 

La scoperta che c’è un luogo in cui poter essere se stesso dà a Randall lo spunto per confessare al padre di essersi sempre sentito fuori posto per il colore della sua pelle, nonostante l’amore della famiglia, e a Jack il coraggio di svelargli che, dopo aver combattuto in Vietnam, anche lui ha vissuto tutta la vita con la stessa sesazione. 

Il presente

Mentre Kevin combatteva la sua battaglia contro il passato che l’ha messo letteralmente in ginocchio e Kate era alle prese con il dolore per la perdita del suo bambino, scopriamo che anche Randall stava vivendo un momento difficilissimo a causa del ritorno della mamma di Deja e della decisione dell’assistente sociale di far tornare la ragazza con la donna.

Randall e William in una scena di This is Us 2HDNBC

Dopo un momento di sconforto e l’iniziale idea di lottare per l’affidamento della sua figlioccia, complice i ricordi di William e soprattutto il ricordo della delusione provata quando ha scoperto che Rebecca per anni gli ha tenuto nascosto di aver conosciuto il suo padre biologico, Randall sceglie di lasciar andare Deja ma di non rinunciare al sogno di adottare un bambino esattamente come Kate non ha rinunciato a quello di diventare mamma:

La vita è come il gioco di Pac-Man: è sempre lo stesso gioco, gli stessi percorsi, gli stessi fantasmi.

L’episodio dal titolo Numero tre di This is Us si chiude con l’arresto di Kevin che, in stato d’ebbrezza, viene fermato in macchina dalla polizia davanti alla piccola Tess. Lui è l’unico dei Big Three che non è riuscito a superare l’idea di aver fallito, l’unico che ancora non è riuscito a rinascere e a imparare dagli errori dei suoi genitori ma, d’altronde, Rebecca lo ha sempre detto:

Fortunatamente quando uno di voi cade gli altri rimangono in piedi.

La seconda stagione di This is Us va in onda ogni martedì alle 22,00 in esclusiva su FoxLife.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.