Stai leggendo: Auguri Kurt Cobain: il ricordo di Courtney Love e della figlia

Letto: {{progress}}

Auguri Kurt Cobain: il ricordo di Courtney Love e della figlia

Lo straziante ricordo di Courtney Love e della figlia Frances Bean nel giorno del compleanno di Kurt Cobain: il 20 febbraio, il leader dei Nirvana avrebbe compiuto 51 anni.

Kurt Cobain: ricordando Kurt Cobain nel giorno del suo compleanno

2 condivisioni 0 commenti

"Buon compleanno baby, Dio quanto mi manchi": con queste parole, Courtney Love ricorda il marito Kurt Cobain, morto suicida nel 1994. Il 20 febbraio, lo storico leader dei Nirvana avrebbe compiuto 51 anni, invece se ne è andato, lasciando un vuoto incolmabile nel mondo della musica.

Così, ogni anno, i fan della celebre rock band, che ha segnato un'intera generazione, si riuniscono in cordoglio. Ad addolcire il ricordo ci ha pensato Courtney, con un sentito messaggio rivolto al compianto marito sul suo profilo Instagram. Insieme a lei, anche la loro figlia Frances Bean, nata nel 1992.

Courtney a Kurt: Dio, quanto mi manchi

happy birthday baby god I miss you

A post shared by Courtney Love Cobain (@courtneylove) on

La cantante frontman degli Hole, ha condiviso una foto inedita che la ritrae insieme al marito in un momento di assoluta tenerezza, scattata, probabilmente, quando Kurt non era ancora caduto nel vortice dell'eroina.

Il corpo del leader dei Nirvana è stato ritrovato senza vita l'8 aprile 1994, nella sua casa di Seattle, ucciso da un colpo di fucile. Ufficialmente, Kurt Cobain si sarebbe tolto la vita, anche se negli anni successivi alla sua morte, si è discusso molto sulle reali cause del suo gesto.

La relazione tra Kurt e Courtney fu definitiva 'tossica', costellata da continue liti e violenza domestica. Nonostante gli alti e bassi, la coppia è sempre stata molto unita.

Frances Bean al padre: Buon compleanno a un angelo

Il dolce ricordo della loro figlia, Frances Bean Cobain, è uno scatto inedito con lei da bambina. Quando suo padre è morto, lei non aveva neanche due anni.

I due sono i protagonisti di una scena tenera domestica, un momento privato che la giovane ha voluto pubblicare solo adesso. "Spero che, ovunque ti trovi, non abbiano Internet", scrive Frances nella didascalia che accompagna la foto, "Credo che sarebbe controproducente. Buon compleanno a un angelo."

I thought I would start this post by sharing a pure moment in Oahu surrounded by nature, with my love. This moment is a representation of who I am on February 13th, 2018. It feels significant here & now because it’s my 2nd sober birthday. It’s an interesting and kaleidoscopic decision to share my feelings about something so intimate in a public forum . The fact that I’m sober isn’t really public knowledge, decidedly and deliberately. But I think it’s more important to put aside my fear about being judged or misunderstood or typecast as one specific thing. I want to have the capacity to recognize & observe that my journey might be informative, even helpful to other people who are going through something similar or different. It is an everyday battle to be in attendance for all the painful, bazaar, uncomfortable, tragic, fucked up things that have ever happened or will ever happen. Self destruction, toxic consumption and deliverance from pain is a lot easier to adhere to. Undeniably, for myself and those around me choosing to be present is the best decision I have ever made. How we treat our bodies directly correlates to how we treat our souls. It’s all interconnected. It has to be. So I’m gonna take today to celebrate my vibrant health and the abundance of happiness, gratitude, awareness, compassion, strength, fear, loss, wisdom, and the myriad of other messy, raw emotions I feel constantly. They inform who I am, what my intentions are, who i want to be and they force me to acknowledge my boundaries/limitations. I claim my mistakes as my own because I believe them to be a contribution to a higher education. I am constantly evolving. The moment any evolution ceases is the moment I disservice myself and ultimately those I love. As cheesy and cornball as it sounds life does get better, if you want it to. I’ll never claim I know something other people don’t. I only know what works for me and seeking to escape my life no longer works for me. Peace, love, empathy (I’m going to reclaim this phrase and redefine it as something that’s filled with hope and goodness and health, because I want to ) Frances Bean Cobain

A post shared by Frances Bean Cobain (@space_witch666) on

Come suo padre, la ragazza sta combattendo contro una grave dipendenza: quella dall'alcol. Sui social ha documentato i suoi progressi per uscirne, dichiarando di essere a buon punto del suo cammino. Il 13 febbraio scriveva: "Penso sia significativo il qui e ora perché è il mio secondo compleanno da sobria".

Il ricordo di una leggenda come Kurt Cobain non sbiadirà mai finché vivrà nella memoria dei fan e delle persone che lo hanno amato.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.