Stai leggendo: Bucatini all'amatriciana, la ricetta originale con il guanciale

Letto: {{progress}}

Bucatini all'amatriciana, la ricetta originale con il guanciale

I bucatini all’amatriciana sono un piatto semplice ma eccezionalmente saporito. La ricetta originale prevede guanciale di maiale, pomodori, pecorino romano e pepe.

Bucatini all'amatriciana

6 condivisioni 0 commenti Il voto di 1716 utenti

I bucatini all’amatriciana nascono ad Amatrice, una piccola cittadina in provincia di Rieti al confine tra Lazio e Abruzzo. L’origine di questo piatto è popolare. I pastori che vivevano di transumanza portavano nei loro zaini pepe, pecorino, guanciale, strutto e pasta e li cuocevano insieme per prepararsi un primo sostanzioso e soddisfacente. La versione con il pomodoro risale alla fine del 1700. Da allora, la pasta con pecorino, guanciale e strutto si definisce gricia, mentre la pasta con gli stessi ingredienti e il pomodoro ha acquisito il titolo di amatriciana.

Nel corso del tempo la ricetta si è modificata con l’aggiunta di alcuni ingredienti che non andrebbero utilizzati, vale a dire la cipolla, l’aglio e la pancetta. Quest’ultima, per esempio, è troppo salata e saporita ed altera il gusto tradizionale del piatto. La vera amatriciana di Amatrice si prepara infatti con il guanciale, ricavato dalla guancia del maiale e caratterizzato da un sapore più delicato.

Per assaporare davvero questo piatto, il sugo andrebbe preparato con i pomodori Casalini, varietà tipica dei Castelli Romani. I Casalini hanno un sapore intenso e piacevole con una nota leggermente acidula. Una valida alternativa ai Casalini sono i pomodori San Marzano

Porta la tradizione laziale in tavola e prepara un bel piatto di bucatini all’amatriciana seguendo la ricetta originale.

Informazioni

Ingredienti

  • Bucatini 400 gr
  • Pomodori 500 gr
  • Guanciale 250 gr
  • Pecorino q.b.
  • Peperoncino 1
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione

  1. Taglia a striscioline uniformi il guanciale. Evita di tagliarlo a dadini perché durante la cottura in padella tende a diventare troppo secco.

  2. Sbollenta i pomodori, privali della pelle e dei semi e tagliali a pezzi piuttosto grossi. Taglia in pezzi anche il peperoncino.

  3. Metti un filo d’olio in una padella preferibilmente di ferro e versa il peperoncino e il guanciale mescolando con un cucchiaio in legno. La padella in ferro serve per non alterare il sapore del sugo. Abbassa la fiamma e fai rosolare il guanciale per un paio di minuti fino a quando non diventa dorato. Per preservare la morbidezza delle listarelle di guanciale, toglile dall’olio e tienile in caldo in un tegame con coperchio.

  4. Aggiungi i pomodori e lascia cuocere per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto con il cucchiaio. A cottura terminata, elimina il peperoncino e aggiungi nuovamente il guanciale.

  5. Porta a bollore l’acqua e cuoci al dente i bucatini. Scola i bucatini e versali nella padella con il sugo amalgamando con il cucchiaio. Aggiungi una spolverata abbondante di pecorino e un pizzico di pepe e servi.

Vota la ricetta

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.