Stai leggendo: Secondo la scienza i vegetariani sono meno in salute degli onnivori

Letto: {{progress}}

Secondo la scienza i vegetariani sono meno in salute degli onnivori

Un recente studio austriaco ha dimostrato come i vegetariani siano meno in salute e più soggetti a problemi mentali, rispetto a chi mangia tutto, carne compresa.

Verdure, dieta vegetariana

47 condivisioni 0 commenti

Chi ha sempre pensato che la dieta vegetariana fosse migliore delle altre dovrà ricredersi, almeno secondo quando pubblicato dai ricercatori dell'Università di Medicina di Graz, in Austria. Gli studiosi di questo ateneo hanno infatti condotto uno studio secondo cui i vegetariani sono meno in salute dei mangiatori di carne nonostante abbiano abitudini di vita nettamente più salutari degli onnivori. Dei risultati sconvolgenti insomma, nati dall'analisi dei dati di un'indagine sulla salute austriaca che ha esaminato le abitudini alimentari e i diversi stili di vita tra i vegetariani e coloro che invece mangiano anche carne. 

Poco importa dunque se si beve e fuma poco o se si è fisicamente più atletici: la dieta dei vegetariani con il tipico basso apporto di grassi saturi e colesterolo sembra avere con sé dei rischi notevoli per la salute come cancro, allergie e problemi anche di livello mentale come ansia e depressione.

Dieta VegetarianaHDPixabay

Nello specifico della ricerca sono stati presi in esame circa 1320 soggetti: 330 vegetariani, 330 persone che mangiavano carne abitualmente ma anche frutta e verdura in grandi quantità, 330 persone che avevano una dieta varia, ma con poca carne e 330 soggetti che invece mangiavano moltissima carne. I partecipanti allo studio sono poi stati abbinati tra di loro per sesso, età e condizione economica. I risultati hanno dimostrato come i vegetariani fossero meno avvezzi al consumo di bevande alcoliche e la loro massa corporea fosse nettamente più bassa degli altri partecipanti allo studio, ma lo stato generale di salute fisica e mentale era a livelli molto bassi.

Ovviamente uno studio del genere è stato immediatamente tacciato di essere un mero spot alle industrie della carne, ma i ricercatori hanno sottolineato come i risultati fossero scientifici e che i soggetti austriaci vegetariani presi in esame avessero oggettivamente una qualità della vita inferiore e una maggiore necessità di cure mediche. Il coordinatore dello studio Nathalie Burkert ha infatti dichiarato al The Austrian Times che la ricerca non è un invito a mangiare carne, ma solo una scoperta: i vegetariani soffrono più di asma, cancro e malattie mentali rispetto a coloro che mangiano carne. Quello che ancora non si sa è il motivo e quali siano le cause che hanno portato a questo risultato. Ecco perché i ricercatori vogliono approfondire gli esami e continuare con nuovi studi a riguardo.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.