Stai leggendo: Da Burberry a Benetton: la moda è sempre più attenta al sociale

Letto: {{progress}}

Da Burberry a Benetton: la moda è sempre più attenta al sociale

Sono sempre più numerose le case di moda che realizzano campagne a favore dell'integrazione e della parità di genere.

Oliviero Toscani firma la nuova campagna Benetton

5 condivisioni 0 commenti

Non bastava la sfilata in occasione della New York Fashion Week 2018 dedicata al movimento #MeToo, alla quale ha partecipato anche Bella Hadid, per richiamare l'attenzione sul rispetto e la parità di genere. Adesso sembra che la moda stia aprendo ancora di più le sue porte al multiculturalismo e all'integrazione. Temi, questi, che hanno sempre coinvolto gli stilisti, ma che forse alla luce dei recenti fatti di cronaca risultano ancora più attuali.

Una rivoluzione degna di nota è quella di Christopher Bailey, che ha letteralmente stravolto il Burberry check (il motivo iconico della casa di moda britannica). Un segno distintivo che è diventato un classico della moda. Lo stilista ha preferito lasciare la maison, dopo la sfilata che ci sarà il 17 febbraio in occasione della settimana della moda londinese. Per farlo, però, ha voluto mandare un suo ultimo messaggio che porta il nome di #TheRainbowcheck. Una diversa interpretazione del classico tessuto dai colori caldi (declinati sul rosso, nero e marrone) abbinati ai sette dell'arcobaleno.

Un messaggio ufficiale di integrazione da parte dello stilista che in questo modo ha voluto supportare i diritti della comunità LGBTQ+. L'annuncio di questa modifica del tessuto è arrivato direttamente dai social della casa di moda. In particolare su Instagram la maison ha pubblicato una foto del lavoro eseguito da Bailey che ha dichiarato: 

La mia ultima collezione qui a Burberry è dedicata ad alcune delle migliori e più brillanti organizzazioni che supportano i giovani LGBTQ+ in tutto il mondo. Non c'è mai stato un momento più importante per dire che nella nostra diversità risiede la nostra forza e la nostra creatività.

Anche #TheRainbowcheck sarà protagonista della settimana della moda londinese. Christopher Bailey ha inoltre annunciato che farà tre donazioni ad alcune associazioni che rappresentano la comunità LGBTQ+, come Albert Kennedy Trust che aiuta i giovani sfrattati a causa del loro orientamento sessuale, Ilga World, che sostiene i giovani gay e The Trevor Project che vuole dare un supporto psicologico e prevenire i suicidi.

Per ragioni diverse, ma lo stesso importanti, anche la casa di moda Trussardi (che ha vestito Michelle Hunziker alla terza serata del Festival di Sanremo) ha realizzato una campagna Primavera-Estate 2018 incentrata sul tema multietnico.

Trussardi a favore dell'integrazione

Lo scenario pensato dalla casa di moda italiana è quello urbano e i modelli che hanno prestato il loro volto sono Myrthe Bolt, Damaris Goddrie, Sven de VriesJegor Venned. I quattro rappresentano il multiculturalismo e la generazione dei Millennials e sembrano far parte di una gang. Le fotografie sono state realizzate da Billy Kidd in vari luoghi di Milano. I modelli indossano vestiti dai colori classici, come il nero o marrone, abbinati a tonalità più audaci come il giallo, arancione, verde e azzurro.

Come se non bastasse anche Oliviero Toscani (che è tornato in casa Benetton) ha dato vita a una campagna che vuole celebrare l'integrazione. A British Vogue il fotografo ha dichiarato che è importante affrontare i problemi dell'umanità, impegnato com'è con la politica. E ha aggiunto:

È il mio modo di presentare la realtà. Sono stato testimone del mio tempo, parlo di cose che sono problematiche e di cui è necessario discutere.

Toscani ha realizzato numerose campagne di forte impatto negli anni '80. Secondo lui, infatti: "Se vuoi vedere i vestiti puoi farlo in un qualsiasi negozio, ma su un tabellone pubblicitario posso mostrarti come pensa la società e in particolare cosa crede e rappresenta".

La nuova campagna di Oliviero Toscani per BenettonHD

Per il fotografo, infatti, la pubblicità è un mezzo potente che va oltre l'arte. È utile perché si possono mandare messaggi importanti, come stanno facendo gli stilisti con le nuove campagne di moda.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.