Stai leggendo: Cambiare il cognome per amore? La clip di Cinquanta sfumature fa discutere

Letto: {{progress}}

Cambiare il cognome per amore? La clip di Cinquanta sfumature fa discutere

Una clip tratta da Cinquanta sfumature di rosso mostra una piccola discussione tra i due protagonisti a proposito del cognome usato da Anastasia.

2 condivisioni 0 commenti

Cinquanta sfumature di rosso conclude la trilogia cinematografica delle sfumature tratta dai romanzi di E.L. James. La storia parla di un controverso rapporto tra un miliardario con il pallino del sadomaso e una giovane inesperta laureata in Letteratura e giovane editor.

Il film, uscito al cinema (nelle sale italiane) l'8 febbraio 2017, è diretto da James Foley e schiera sempre Dakota Johnson e Jamie Dornan nei ruoli principali. La pellicola ha già sbancato il box office: distribuito in 57 paesi, ha registrato più di 1 miliardo di dollari di incassi mondiali (1,09 miliardi per l'esattezza) solo nel primo week-end di programmazione. Nonostante molti abbiano criticato la saga letteraria e cinematografica, il pubblico per ora ha premiato l'ultimo dei tre capitoli sulla storia soft-erotica tra Ana e Christian.

Nel corso dei tre capitoli della trilogia, il rapporto tra Christian e Anastasia passa attraverso diverse fasi: lei all'inizio lo respinge per poi innamorarsene perdutamente, provare ad accettare le sue "perversionI", ri-distaccarsi e infine costruire una relazione stabile. I due si scontrano e si confrontano su molti temi: Christian, a causa della sua "natura da dominatore", tende a considerare le proprie "sottomesse" (e talvolta anche la stessa Ana) come "oggetti che possiede". Per questo, soprattutto nel secondo e terzo capitolo, i due discutono spesso sui limiti della libertà di lei, sull'opportunità per Ana di lavorare, avere una propria posizione e uscire, vedere gente, realizzarsi e utilizzare le proprie risorse indipendentemente dalla presenza soprattutto economica del (prima) fidanzato e (poi) marito.

Il matrimonio tra i due, che coronerà la storia di Cinquanta sfumature di rosso, aprirà nuovi interrogativi. Se da una parte Christian, tramite Anastasia, ha cominciato a valutare un nuovo punto di vista, dall'altra parte continua a impuntarsi su alcune questioni che sono meno superficiali di quanto possa sembrare.

È giusto cambiare cognome dopo il matrimonio?

Il matrimonio in Cinquanta sfumature di rosso HDUniversal Pictures
Dopo il matrimonio, è giusto cambiare cognome?

La breve clip presenta un dilemma che lascia la protagonista incerta e dubbiosa. Christian le chiede perché, nella casa editrice dove lavora e che lui nel secondo romanzo decideva di acquistare (con disappunto iniziale di lei) non esiste una Anastasia Grey.

Ana Steele è il nome che uso al lavoro. Desidero avere una mia identità qui. Tutti pensano che sono arrivata dove sono arrivata per merito tuo.

Ma Christian non è d'accordo.

Non è vero, ci sei arrivata lavorando sodo e con il talento.

Come finisce la scena? Christian spiega che per lui è importante che lei, dopo sposata, cambi il proprio cognome. E lei promette di pensarci e valutare la questione attentamente.

Voi cambiereste il vostro cognome da sposate se per vostro marito significasse molto? O rimarreste con il vostro per una questione di indipendenza?

Vota anche tu!

Cambiereste il vostro cognome dopo il matrimonio?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Come la pensate?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.