Stai leggendo: Antonella Ferrari torna in scena con Più forte del destino

Prossimo articolo: Festival della luce Copenaghen la capitale si illumina d'immenso

Letto: {{progress}}

Antonella Ferrari torna in scena con Più forte del destino

L'attrice Antonella Ferrari torna a teatro con Più forte del destino, spettacolo autobiografico che parla anche di disabilità.

Antonella Ferrari in una foto di Nicola Allegri

2 condivisioni 0 commenti

Parlare di disabilità e diversità con intensità, ma anche ironia, senza perdere il sorriso. È quello che riesce a fare Antonella Ferrari con il suo spettacolo Più forte del destino che, dopo il successo delle passate stagioni (dove ha fatto registrare ovunque sold-out), torna con una prima data in provincia di Milano, per la precisione ad Arese (presso il Centro Civico L'Agorà), il 16 febbraio.

Il monologo è tratto dal suo omonimo best-seller, un libro autobiografico in cui l'attrice si racconta:

Ho deciso di interpretare me stessa a teatro per far capire a tutti che la disabilità può essere portata sul palcoscenico, a patto che non la si renda la protagonista assoluta. La retorica in questo spettacolo è vietata!

Antonella Ferrari in scena con Più forte del destino (foto di Davide Zanesi)

Antonella lotta infatti da anni con la sclerosi multipla, ma questo non l'ha mai fermata. Il suo motto, infatti, è vivere non sopravvivere. Lei non si sente diversamente abile, ma semplicemente abile.

L'attrice (che ha lavorato con grandi registi come Pupi Avati) è diventata anche un punto di riferimento importante per le persone in difficoltà. Non a caso è molto impegnata nel sociale, tanto da avere persino ricevuto di recente la proposta di entrare in politica (sia a livello regionale che nazionale). Proposta che lei ha rifiutato perché preferisce portare avanti le sue battaglie con l'arma che le è più congeniale ovvero l'arte.

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.