Stai leggendo: Sanremo 2018: la conferenza stampa dell’8 febbraio, scaletta e ospiti

Letto: {{progress}}

Sanremo 2018: la conferenza stampa dell’8 febbraio, scaletta e ospiti

Il Festival di Sanremo 2018 ha riscosso grandi ascolti anche mercoledì 7 febbraio. Ma oltre ai numeri, nella consueta conferenza stampa si parla del caso Meta Moro, degli ospiti e della scaletta della terza serata. Le dichiarazioni.

Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino a Sanremo 2018 GettyImages

1 condivisione 0 commenti

Anche la serata numero due del Festival 2018 viene archiviata con un buon risultato di ascolti e incassa la soddisfazione della squadra di lavoro. Sono stati 9 milioni 687 mila gli italiani davanti alla tv per una share del 47,67% ed è il secondo miglior risultato per Sanremo dal 2005 a oggi. Alle 21:48 si è registrato il picco di ascolto sull’esibizione de Il Volo insieme a Claudio Baglioni con l’omaggio a Sergio Endrigo mentre il picco di share (52,8%) è arrivato ben più tardi, alle 00:35, durante la performance di Roberto Vecchioni con Chiamami ancora amore. Notevole, infine, la media complessive delle due serate che si mantiene oltre il 50%. Fine parte istituzionale. Veniamo alle dichiarazioni.

Il caso Ermal Meta e Fabrizio Moro

Ma tutte le rose hanno le spine e anche i fiori di Sanremo almeno una spina (nel fianco) ce l’hanno. Dopo i numeri snocciolati, si passa infatti alla questione spinosa e francamente imbarazzante da parte della Rai che dichiara in conferenza di aver appreso ulteriori dettagli sulla canzone Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro proprio dalla stampa in queste ultime ore. È sulla base di tali informazioni che la Commissione e l’Ufficio Legale Rai hanno ritenuto opportuno intervenire con degli accertamenti.

Sanremo 2018 Ermal Meta Fabrizio MoroHDGettyImages

Al netto di giudizi e polemiche che corrono alla velocità della luce dai pochi metri quadrati di una sala stampa, ci permettiamo di dire che certi controlli meritavano di essere condotti a monte sulla base di informazioni assolutamente complete da parte di chi di competenza.

Ecco, queste verifiche sono arrivate tra la seconda e terza giornata di Festival e hanno portato i legali della rete a una valutazione conclusiva. In conclusione la canzone, la cui performance prevista per mercoledì 7 febbraio è stata rimandata a giovedì,  Non mi avete fatto niente “ai sensi del regolamento è un brano nuovo e può partecipare alla gara”. Questo il tweet dell’Ufficio Stampa Rai:

Anche Claudio Baglioni interviene a tal riguardo: “Da parte mia continuo a mantenere in atteggiamento che è stato, credo, molto dritto e diretto in tutta questa questione. Ho fatto tutto quello che ho potuto e l’ho messo in atto quando ho avuto le assicurazioni che non c’erano, e non ci sono, problemi dal punto di vista regolamentare. Quindi, adesso io mi rimetto alle decisioni prese.” Caso chiuso, almeno per il momento.

Baglioni, Hunziker e Favino: le dichiarazioni sulla seconda serata

Dopo la prima parte doverosamente monotematica, il Direttore Artistico ha raccontato le sue impressioni dopo la seconda serata: “Siamo tutti contenti del risultato negli ascolti. Io sono quello che se ne intende un po’ di meno ma i dati risultano essere sull’onda dell’ottimo successo della prima serata, anzi qualcuno sottolinea addirittura che rispetto alla curva dinamica dei soliti festival ci sia un mantenimento se non un miglioramento.”

Da parte mia l’interesse continua a essere quello di cercare di armonizzare le venti canzoni in gara, anche nei confronti dei giovani.

Hunziker e Favino HDGettyImages

E ha continuato: “Dico ancora che è veramente un peccato aver lasciato indietro qualche altro brano. Anche in questi giorni mi sto sentendo con alcuni artisti che conosco e che la commissione, insieme a me, non ha potuto portare tra le venti canzoni in gara. Sono sicuro che avranno occasione di rifarsi con magari anche con regolamenti più precisi che evitano zone d’ombra.

Per quanto riguarda tutto il resto del festival, ringrazio veramente il grande lavoro di tutti perché fare un festival è difficile anche dal punto di vista logistico. Il fatto di ospitare molti gruppi all’interno della gara significa allestire in un teatro prestigioso ma non esattamente modernissimo uno show molto spettacolare. Hanno fatto veramente tutti un grande lavoro.”

Ieri c’era un grande entusiasmo anche per il risultato del giorno precedente ma il nostro spirito è quello di alzare un po’ l’asticella tutte le sere.

E ha continuato:


Il Festival Popolare Nazionale continua e mi sembra ci siano stati dei buoni momenti di musica e di parole. Queste sono le due stelle polari del nostro cammino.

Parole di entusiasmo arrivano da una raggiante Michelle Hunziker, che ha dichiarato: “Sono contentissima veramente del dietro le quinte perché la complessità di una macchina come quella del Festival di Sanremo è incredibile. Durante il giorno c’è da provare poi bisogna pensare ai testi, ai lanci per i cantanti e a tutte le cose; quindi faccio davvero i complimenti agli autori e ai tecnici. Anzi, ieri sera erano talmente contenti facevano gare di ballo: questo è il segnale che non sono tesi ma sono contenti. Un fenomeno del genere l’ho visto raramente.”

Sanremo 2018 Il volo e BaglioniHDGettyImages

Insieme a Pierfrancesco Favino, la bionda showgirl si è anche scatenata nel ballo durante la seconda serata: “Abbiamo avuto un bravissimo coreografo che in pochissimo tempo ci ha preparato, ora ci candidiamo a Ballando con le stelle!”, ha scherzato la Hunziker, che poi ha raccontato la sua paura nel momento di annunciare il regolamento.

Avevo davvero paura del regolamento perché so quanto è importante in una gara come questa; va spiegato bene e a casa deve essere capito chiaramente.

Chiude Favino: “Su questo palco in verità ho portato cose di me che magari mi diverto a fare a casa, ma che non avevo ancora avuto modo di dimostrare. Penso che in realtà nel percorso di un attore ci sia anche l’intrattenimento perché, poi, di questo stiamo parlando. È una sfida che mi andava di affrontare divertendomi. Sono molto felice.”

La scaletta della terza serata di Sanremo 2018

A fine incontro stampa, ecco svelati ospiti e ordine di esibizione per la terza serata del Festival 2018, giovedì 8 febbraio. I dieci Campioni in gara e le quattro Nuove Proposte che salgono sul palco vengono votati tramite sistema misto (pubblico tramite Televoto al 40%, giuria Demoscopica al 30% e giuria della Sala Stampa al 30%). In chiusura, viene stilata una classifica congiunta delle 20 canzoni/Artisti in competizione per la categoria Campioni, determinata dalla media tra le percentuali di voto nella prima, seconda e terza serata.

Ecco la scaletta dei Campioni:

  • Giovanni Caccamo – Eterno
  • Lo Stato Sociale – Una vita in vacanza
  • Luca Barbarossa – Passame er sale
  • Enzo Avitabile e Peppe Servillo – Il coraggio di ogni giorno
  • Max Gazzè – La leggenda di Cristalda e Pizzomunno
  • Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – Il segreto del tempo
  • Ermal Meta e Fabrizio Moro – Non mi avete fatto niente
  • Noemi – Non smettere mai di cercarmi
  • The Kolors – Frida (mai, mai, mai)
  • Mario Biondi - Rivederti

L’ordine delle Nuove Proposte:

  • Mudimbi – Il mago
  • Eva – Cosa ti salverà
  • Ultimo – Il ballo delle incertezze
  • Leonardo Monteiro – Bianca

Gli ospiti

Ospiti della serata sono Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi, Nino Frassica, Danilo Rea con Gino Paoli in un omaggio a Bindi e De André insieme a Baglioni. Arrivano poi James Taylor che omaggia la canzone italiana con La donna è mobile e Giorgia in duetto con il Direttore Artistico.

Attesa anche per i Negramaro, che portano sul palco il singolo La prima volta e con Baglioni interpretano Poster in un arrangiamento con orchestra.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.