Stai leggendo: Nina Zilli: il testo della canzone Senza appartenere e il video della sua esibizione a Sanremo 2018

Letto: {{progress}}

Nina Zilli: il testo della canzone Senza appartenere e il video della sua esibizione a Sanremo 2018

Alla sua quarta volta a Sanremo Nina Zilli ha deciso di dedicare alle donne di ieri e di domani il suo brano in gara, Senza appartenere.

L'esibizione di Nina Zilli a Sanremo 2018

42 condivisioni 4 commenti

La sua carriera di cantante solista, dopo anni da veejay e vocalist in alcuni gruppi, è iniziata nel 2009 quando il singolo del suo primo album, 50mila, è stato scelto come colonna sonora del film di Ferzan Ozpetek Mine Vaganti, ma la consacrazione di Nina Zilli è avvenuta sul palco dell’Ariston nel 2010, dove la sua L'uomo che amava le donne le ha fatto vincere il Premio della Critica Mia Martini, il premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica 2010 per la migliore interpretazione. Reduce dall’uscita dell’album Modern Art - che verrà pubblicato in una nuova edizione il 9 febbraio - la Zilli sale sul palco di Sanremo 2018 dove affronterà a testa alta per la quarta volta la gara con un brano dedicato alle donne, Senza appartenere.

Il video ufficiale della canzone: Senza Appartenere

Nina Zilli - Testo di Senza appartenere

Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna non di tutti non è mai cambiato
Calda come il sole di domenica d’estate
Però non è domenica e qui fa un freddo cane
Donna ha perso tempo a lucidare la sua rabbia Del tempo che è cambiato e ancora non la cambia
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Schegge di felicità
Cerco una colpa per restare qui
A vivere i ricordi, io
Volevo salvarmi, io
E poi perdonarmi
Della vita che ho spaccato
Dell’amore che ho buttato via
Ma senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna che ha paura donna che ha trovato
Il vento sulla faccia il mare in una goccia
E sconfinati labirinti e un filo per uscire
Donna non si piace invece guarda quanto è bella
Donna che si cambia mille volte e resta quella
Donna sa volare mentre il cielo cade
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Io non sono come te
C’è troppa vita per restare qui
Ad aspettare cosa?
Io volevo salvarmi io
E poi perdonarmi
Delle volte che ho svelato quella parte debole di me
Ma senza appartenere
Quando la vita è più semplice non mi diverte ci gioco
Io non li chiamo più lividi sono colori e ci gioco
Io ci gioco, io ci gioco
Togliti la maschera
C’è troppa verità per stare qui
Senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
E non è mai cambiato

Nina Zilli - Significato di Senza appartenere

Senza appartenere è una ballata dedicata alla forza e al coraggio del gentil sesso, un delicato inno post-femminista che la Zilli, insieme ai suoi co-autori, ha scritto pensando agli insegnamenti di sua madre di sua nonna ma anche alla tempra di icone quali Nina Simone e Marie Curie che hanno lottato per essere considerate al pari degli uomini e non di loro proprietà.

Che ne pensate del brano tutto "al femminile" della Zilli?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.