Stai leggendo: Nina Zilli: il testo della canzone Senza appartenere e il video della sua esibizione a Sanremo 2018

Prossimo articolo: Red Canzian: il testo della canzone Ognuno ha il suo racconto e il video della sua esibizione a Sanremo 2018

Letto: {{progress}}

Nina Zilli: il testo della canzone Senza appartenere e il video della sua esibizione a Sanremo 2018

Alla sua quarta volta a Sanremo Nina Zilli ha deciso di dedicare alle donne di ieri e di domani il suo brano in gara, Senza appartenere.

L'esibizione di Nina Zilli a Sanremo 2018

42 condivisioni 4 commenti

La sua carriera di cantante solista, dopo anni da veejay e vocalist in alcuni gruppi, è iniziata nel 2009 quando il singolo del suo primo album, 50mila, è stato scelto come colonna sonora del film di Ferzan Ozpetek Mine Vaganti, ma la consacrazione di Nina Zilli è avvenuta sul palco dell’Ariston nel 2010, dove la sua L'uomo che amava le donne le ha fatto vincere il Premio della Critica Mia Martini, il premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica 2010 per la migliore interpretazione. Reduce dall’uscita dell’album Modern Art - che verrà pubblicato in una nuova edizione il 9 febbraio - la Zilli sale sul palco di Sanremo 2018 dove affronterà a testa alta per la quarta volta la gara con un brano dedicato alle donne, Senza appartenere.

Il video ufficiale della canzone: Senza Appartenere

Nina Zilli - Testo di Senza appartenere

Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna non di tutti non è mai cambiato
Calda come il sole di domenica d’estate
Però non è domenica e qui fa un freddo cane
Donna ha perso tempo a lucidare la sua rabbia Del tempo che è cambiato e ancora non la cambia
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Schegge di felicità
Cerco una colpa per restare qui
A vivere i ricordi, io
Volevo salvarmi, io
E poi perdonarmi
Della vita che ho spaccato
Dell’amore che ho buttato via
Ma senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna che ha paura donna che ha trovato
Il vento sulla faccia il mare in una goccia
E sconfinati labirinti e un filo per uscire
Donna non si piace invece guarda quanto è bella
Donna che si cambia mille volte e resta quella
Donna sa volare mentre il cielo cade
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Io non sono come te
C’è troppa vita per restare qui
Ad aspettare cosa?
Io volevo salvarmi io
E poi perdonarmi
Delle volte che ho svelato quella parte debole di me
Ma senza appartenere
Quando la vita è più semplice non mi diverte ci gioco
Io non li chiamo più lividi sono colori e ci gioco
Io ci gioco, io ci gioco
Togliti la maschera
C’è troppa verità per stare qui
Senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
E non è mai cambiato

Nina Zilli - Significato di Senza appartenere

Senza appartenere è una ballata dedicata alla forza e al coraggio del gentil sesso, un delicato inno post-femminista che la Zilli, insieme ai suoi co-autori, ha scritto pensando agli insegnamenti di sua madre di sua nonna ma anche alla tempra di icone quali Nina Simone e Marie Curie che hanno lottato per essere considerate al pari degli uomini e non di loro proprietà.

Che ne pensate del brano tutto "al femminile" della Zilli?

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.