Stai leggendo: Zoë Kravitz difende la bellezza di essere diversi e parla di molestie

Letto: {{progress}}

Zoë Kravitz difende la bellezza di essere diversi e parla di molestie

In una lunga intervista rilasciata a Fashion Magazine, Zoë Kravitz ha espresso il proprio punto di vista sulla diversità e sugli standard di bellezza nel mondo dello spettacolo. La modella e attrice ha parlato anche di molestie sessuali.

Zoë Kravitz

0 condivisioni 0 commenti

Zoë Kravitz è riuscita a sbarazzarsi del peso di essere semplicemente una 'figlia di'. La 29enne, nata dal matrimonio ormai finito di Lenny Kravitz e Lisa Bonet, è oggi una modella e un'attrice, che ha tanto da dire. Di recente l'abbiamo vista sul set di Big Little Lies, al fianco di star internazionali come Reese Whiterspoon e Nicole Kidman, e ai Golden Globes, dove ha sfilato con le sue colleghe sul red carpet interamente vestita di nero in segno di protesta contro le molestie.

Proprio di abusi e molestie sessuali, Zoë ha parlato nel corso di un'intervista rilasciata a Fashion Magazine, per cui ha anche posato in un'intensa foto di copertina.

La copertina di Fashion Magazine con Zoe KravitzHDFashion Magazine

La sua adesione al movimento #MeToo è nata da una presa di coscienza: lo scandalo Weinstein non riguarda solo le attrici, ma qualcosa di molto più grande.

Accade in ogni settore, le donne vengono molestate sessualmente e costrette a subire, perché sono mamme single o immigrate, per esempio.

E ha continuato: "Ci sono così tanti diversi tipi di situazioni in cui le donne sono costrette a stare zitte. Mi sono vestita di nero ai Golden Globes per dare voce a chi non ne ha."

Secondo la Kravitz, c'è ancora molto da fare. Le donne stanno lentamente prendendo forza, capendo di potere e dovere denunciare le prevaricazioni e le offese subite, ma ci vorrà ancora del tempo perché questo cambiamento si realizzi: "Le donne stanno capendo finalmente che si può essere forti e femminili al tempo stesso", ha dichiarato a Fashion Magazine. La solidarietà tra donne è fondamentale per Zoë, che ha trovato nel cast di Big Little Lies una sorta di seconda famiglia. Considerata la sua inesperienza, è stato emozionante per lei lavorare con donne che ha sempre stimato:

Ho bisogno di stare vicino a persone con cui mi sento al sicuro, che si tratti di un ambiente personale o di lavoro. Questo è stato il bello di Big Little Lies: era una comunità di persone positive. Tutti sono stati in grado di brillare.

Zoe Kravitz con le altre attrici di Big Little LiesHD

Nel corso della sua intervista, Zoë ha tenuto a sottolineare come si senta coinvolta in una sorta di speciale missione. Il suo obiettivo è ispirare gli altri a essere sempre se stessi, liberandosi dai canoni imposti dalla società: "So come ci si sente a essere l'altro. Spero di essere il riflesso di un altro essere umano, non di una persona perfetta, e di ricordare a tutti che essere diversi è ok, va bene!". Il suo pensiero va prima di tutto alle donne di colore:

Per le ragazze che mi assomigliano, è importante vedere un loro riflesso nei media. Bisogna mostrare che la bellezza è di tanti tipi diversi. Vedere lo stesso tipo di donna più e più volte può essere pesante.

Per Zoë Kravitz ciò che conta è essere aperti alle possibilità e soprattutto concederne sempre di nuove a se stessi, ricordandosi che non c'è niente di più bello di accettarsi e amarsi per come si è realmente.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.