Stai leggendo: Ermal Meta e Fabrizio Moro: il testo della canzone Non mi avete fatto niente e il video della loro esibizione a Sanremo 2018

Letto: {{progress}}

Ermal Meta e Fabrizio Moro: il testo della canzone Non mi avete fatto niente e il video della loro esibizione a Sanremo 2018

Ermal Meta e Fabrizio Moro presentano al Festival di Sanremo Non mi avete fatto niente, la loro canzone di speranza che vuole sconfiggere la paura del terrorismo.

L'esibizione di Fabrizio Moro ed Ermal Meta a Sanremo 2018

23 condivisioni 5 commenti

Nel 2007 Fabrizio Moro ha vinto la categoria Giovani del Festival di Sanremo con il suo inno contro la mafia, Pensa, mentre lo scorso anno Ermal Meta è arrivato terzo e si è portato a casa il Premio della critica Mia Martini con Vietato morire, canzone in cui ha raccontato le violenze subite dal padre quando era piccolo. I due cantautori hanno deciso quest’anno di partecipare insieme (rispettivamente per la quinta e la sesta volta) alla kermesse con un forte inno contro il terrorismo dal titolo Non mi avete fatto niente.

Il video ufficiale della canzone Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro

Ermal Meta e Fabrizio Moro - Testo di Non mi avete fatto niente

Il sole della Rambla oggi non è lo stesso
In Francia c’è un concerto
La gente si diverte
Qualcuno canta forte
Qualcuno grida a morte
A Londra piove sempre ma oggi non fa male
il cielo non fa sconti neanche a un funerale
A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna
di gente sull’asfalto e sangue nelle fogna
E questo corpo enorme che noi chiamiamo Terra
Ferito nei suoi organi dall’Asia all’Inghilterra
Galassie di persone disperse nello spazio
Ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio
Di madri senza figli, di figli senza padri
Di volti illuminati come muri senza quadri
Minuti di silenzio spezzati da una voce
Non mi avete fatto niente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Perché tutto va oltre
Le vostre inutili guerre
C’è chi si fa la croce
e chi prega sui tappeti
le chiese e le moschee
L’immagine è tutti i preti
Ingressi separati della stessa casa
Miliardi di persone che sperano in qualcosa
Braccia senza mani
Facce senza nomi
Scambiamoci la pelle
In fondo siamo umani
Perché la nostra vita non è un punto di vista
E non esiste bomba pacifista
Non mi avete fatto niente
Non mi avete tolto niente
Questa è la mia vita che va avanti
Oltre tutto, oltre la gente
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Le vostre inutili guerre
Cadranno i grattacieli
E le metropolitane
I muri di contrasto alzati per il pane
Ma contro ogni terrore che ostacola il cammino
Il mondo si rialza
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Col sorriso di un bambino
Non mi avete fatto niente
Non avete avuto niente
Perché tutto va oltre le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete tolto niente
Le vostre inutili guerre
Non mi avete fatto niente
Le vostre inutili guerre
Non avete avuto niente
Le vostre inutili guerre
Sono consapevole che tutto più non torna
La felicità volava
Come vola via una bolla

Ermal Meta e Fabrizio Moro - Significato di Non mi avete fatto niente

Ermal Meta e Fabrizio Moro sul palco di Sanremo 2018HD
Ermal Meta e Fabrizio Moro cantano la canzone “Non mi avete fatto niente”

Non mi avete fatto niente nasce da un’intuizione di Fabrizio Moro (che il 9 febbraio pubblicherà una raccolta di inediti dal titolo Parole, rumori e anni - Parte 1) il quale ha deciso di lavorare a questo brano con il suo collega Ermal Meta (il cui disco di inediti Non abbiamo armi uscirà sempre il 9 febbraio) una manciata di settimane dopo l’attentato di Manchester, avvenuto durante il concerto della pop star Ariana Grande il 22 maggio del 2017. Nella canzone, infatti, vengono citate tutte le città che recentemente sono state colpite da folli attacchi terroristici, come il Cairo, Barcellona, Parigi, Londra, Nizza, ma il sentimento che il pezzo di Meta e Moro vuole veicolare è quello di speranza appigliandosi alla forza propria di un mondo che: “contro ogni terrore che ostacola il cammino si rialza col sorriso di un bambino”.

Che ne pensate della coppia Moro/Meta? Scrivetecelo nei commenti!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.