Stai leggendo: Il trend hair 2018 ispirato a Harry Potter: i capelli Burrobirra

Letto: {{progress}}

Il trend hair 2018 ispirato a Harry Potter: i capelli Burrobirra

È in arrivo un nuovo trend, un colore davvero particolare che affonda le sue radici nel mondo di Harry Potter: il Burrobirra, ispirato alla mitica bevanda.

Un collage tra Butterbeer e i capelli di quel colore Eater, Instagram @hairsthebling

3 condivisioni 0 commenti

Le ispirazioni sui trend hair non hanno confini e l'ultimo trend arriva addirittura dall'incantato mondo di Harry Potter. La nuova tonalità sperimentata si chiama Butterbeer, Burrobirra, e l'idea deriva proprio da Hogwarts. Burrobirra è una ricetta molto imitata del mondo di Harry Potter e consiste in una bevanda analcolica al gusto di butterscotch, ovvero una caramella tipica inglese costituita da zucchero e burro. Esiste davvero una ricetta per la Burrobirra, che viene servita in boccali di birra, e i produttori di Harry Potter l'hanno divulgata.

I coloristi dei saloni di parrucchiera più gettonati degli Stati Uniti stanno svolgendo diversi esperimenti sui colori di capelli ispirati al mondo food & beverage: abbiamo parlato delle tonalità Cream Soda, che ricorda un cappuccino, del color vin brulé, della nuance che ricorda una crostata di mirtilli, al bianco marshmallow e di tante altre possibilità. Questa volta il nuovo trend s'ispira invece alla celebre bevanda del maghetto più famoso del mondo.

I hope... 💫✨ ~su #harrypotter #hogwarts #butterbeer

A post shared by Harry Potter! 🇹🇷 (@purebloodx) on

Ma in cosa consiste esattamente la tonalità Burrobirra? Revelist ha indagato le 28 sfumature possibili di questo colore, che è una via di mezzo tra il blorange, il giallo elettrico e il carota acceso. Allure ha interpellato un esperto di colori, Chris Mears, che lavora presso un salone di bellezza, Regeneration Salon and Spa, in Missouri.

A suo parere la nuance Burrobirra è trendy, impagabile e insuperabile. Certo, bisogna avere il coraggio di osare con i contrasti e innestare tinte sul balayage, perché l'effetto Burrobirra raccomandato dai coloristi non è uniforme ma declinato in tante sfumature oppure nella struttura dello shatush, che dal biondo scuro delle radici arriva a punte del colore di un'aranciata.

Come tutti i capelli non naturali, spiega Chris Mears, la tonalità Butterbeer richiede una certa manutenzione, almeno una volta al mese, per rinfrescare il colore e renderlo sempre brillante.

Le 28 possibilità sperimentate da Revelist prevedono hairstyle più sgargianti e chiassosi come chiome interamente giallo-arancioni, ma anche soluzioni più soft, che aggiungono a una base scura, castana o bionda delle "ciocche burrobirra" che illuminano il viso e movimentano la pettinatura.

C'è chi sceglie un arancio uniforme, quasi da aliena, e chi invece aggiunge solo qualche ciocca minimal a una chioma platino o biondo scuro. C'è chi opta per uno short bob, un mini-caschetto, completamente del color Burrobirra e chi invece preferisce un lungo acconciato in tante onde che facciano risaltare le sfumature di questo colore così particolare. Non manca nemmeno chi opta per un pixie cut, un deciso punto di colore che stacca rispetto alla carnagione con un insolito punto di arancio, come un semaforo che sta per diventare rosso.

Ecco 10 possibilità di Burrobirra:

Che ne pensate del Burrobirra? Vi piacerebbe provare questa tonalità tanto harrypotteriana?

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.