Stai leggendo: I social in rivolta contro il sessismo nei confronti di Janet Jackson

Prossimo articolo: Super Bowl 2018: i migliori trailer di film trasmessi durante l'evento

Letto: {{progress}}

I social in rivolta contro il sessismo nei confronti di Janet Jackson

L'assenza della cantante, ostracizzata dopo l'incidente sul palco del Super Bowl nel 2004 dopo un caso eclatante di doppia morale, non ne ha scalfito la presenza nel cuore dei fan.

Un primo piano di Janet Jackson

1 condivisione 0 commenti

Janet Jackson può non essersi esibita durante l'ultimo Super Bowl, ma questo non significa che i suoi fan l'abbiano dimenticata. Per Twitter il giorno del Super Bowl coincide, infatti, con il Janet Jackson Appreciation Day. La ragione per cui nelle ultime ore tanti utenti dei social media abbiano invaso il web con post dedicati alla diva del pop è chiara a tutti. Nel 2004 Janet Jackson fu protagonista di una memorabile performance canora durante l'halftime show insieme al collega Justin Timberlake, performance che rimarrà impressa negli annali della storia della televisione americana per il modo in cui si è conclusa.

Durante l'esibizione, Timberlake ha esposto il seno della Jackson di fronte a milioni di telespettatori in quello che in seguito è stato definito il momento del "problema dell'abito" o, più precisamente, "Nipplegate".

L'incidente di Janet Jackson e Justin Timberlake al Super Bowl del 2004HD

Dopo l'incidente, la musica di Janet Jackson è stata praticamente bandita da MTV e dagli altri network di Viacom anche se di fatto è stato Justin Timberlake a strapparle via la parte di costume che le copriva il seno.

Timberlake, però, non ha subito lo stesso ostracismo e questo è uno dei molti motivi per cui i fan della cantante continuano a invadere i social per lamentarsi del trattamento riservato alla loro beniamina.

Così nel giorno del Super Bowl, i fan di Janet Jackson hanno invaso Twitter con post apparentemente scollegati dall'edizione di quest'anno per protestare contro l'ennesima manifestazione di sessismo che infesta il mondo dello spettacolo. Sessismo che ha riportato sul palco del Super Bowl Justin Timberlake, ma - almeno per adesso - non l'amata Janet.

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.