Stai leggendo: Il mare aiuta a risolvere patologie mentali e fisiche: ecco quali

Letto: {{progress}}

Il mare aiuta a risolvere patologie mentali e fisiche: ecco quali

Il mare è un incredibile rimedio naturale per risolvere numerosi problemi sia a livello psichico che fisico. Le sue proprietà curative, riconosciute fin dall'antichità, sono state confermate anche da recenti studi scientifici.

Una ragazza seduta su un parapetto osserva il mare

11 condivisioni 6 commenti

Gli amanti del mare, delle lunghe camminate in spiaggia e delle vacanze in località marine, saranno ben felici di sapere che il mare ha delle incredibili proprietà benefiche per l’uomo. È una vera e propria panacea in grado di attenuare svariati disturbi e di favorire la guarigione da altri, in particolare quelli legati alla sfera emotiva e alla pelle.

Non a caso nell’antichità, Greci, Romani ed Egizi prima e studiosi poi, come Aristotele e Platone, raccomandavano bagni caldi con acqua di mare per curare le ferite ma anche per prevenire malattie. A sostegno di quanto affermato sono state effettuate delle ricerche che hanno evidenziato l’importanza dell’oceano nel ripristino della salute mentale e fisica delle persone. Uno studio in particolare ha sottolineato come il contatto con il mare rafforzi le difese immunitarie, contrastando l’insorgenza di virus.

Nell’articolo di oggi abbiamo scelto di soffermarci su alcune delle più importanti proprietà curative dell’oceano e su alcuni rimedi naturali basati sull’uso dell’acqua salata e delle alghe. Ecco gli argomenti che affronteremo:

Gli effetti benefici dell’acqua di mare sulla respirazione

Riva del mare vista dall'altoHD

L’aria di mare è ricca di sali minerali come cloruro di sodio, magnesio, iodio, calcio, potassio, bromo e silicio. In virtù di questo trascorrere del tempo in riva al mare, fare delle passeggiate a piedi nudi sul bagnasciuga, permette al corpo di assorbire queste sostanze, contribuendo a migliorare la respirazione. Per chi soffre di asma e di allergie, quindi, il mare è un vero toccasana.

Il mare contrasta la ritenzione idrica

Una donna cammina a piedi nudi sul bagnasciugaHD

Camminare immersi nell’acqua è un ottimo rimedio per combattere la ritenzione idrica e riattivare in maniera naturale la circolazione sanguigna. Infatti la pressione esercitata dal mare unita al movimento crea l’effetto di un massaggio sul corpo. Questo contribuisce anche a sciogliere eventuali contratture e ad attenuare l’artrite. Alla fine vi sentirete decisamente più leggeri e rilassati.

Il mare fa bene alla tiroide

Donna a braccia aperte di fronte al mareHD

Chi soffre di ipotiroidismo ha una tiroide che lavora poco: per costoro il mare rappresenta una fonte di benessere in relazione al suo elevato contenuto di iodio assorbito dal corpo per osmosi. Anche il sole, le temperature miti e l’umidità dei posti marini intervengono in positivo su questa malattia. Diverso è il caso per chi è affetto da ipertiroidismo, ossia ha una tiroide che lavora troppo. In questo caso è preferibile trascorrere un periodo di vacanza in montagna dove la concentrazione di iodio è più bassa.

Gli integratori alle alghe

Integratore alla spirulina su un tavoloHD

Gli integratori minerali alle alghe marine negli ultimi anni hanno conosciuto un’ampia diffusione tra le persone in virtù degli innumerevoli benefici che apportano all’organismo. In circolazione ne esistono di svariate tipologie, ognuna di esse si basa su un particolare tipo di alga e si distingue per gli effetti che ha sull’organismo. Vi segnaliamo in particolare questi integratori:

  • Kelp: il kelp è molto ricco di iodio e viene usato da chi ha problemi di tiroide, in quanto stimola la produzione di ormoni e aiuta a regolare tutto il sistema endocrino. È anche un valido alleato per ridurre i livelli di colesterolo cattivo.
  • Spirulina: si sente nominare spesso quest’alga molto energizzante, ricca di vitamine del gruppo B e ottima per contrastare lo stress.
  • Alghe blu e verdi: queste alghe aiutano la concentrazione. Ricche di vitamine del gruppo B favoriscono la crescita cellulare indispensabile per alimentare il sistema nervoso centrale.

Il bagno in acqua salata

Una donna si rilassa facendo il bagno in una vascaHD

Un bagno in acqua salata è un rimedio naturale per contrastare la presenza di infiammazioni e stimolare il sistema di drenaggio linfatico. Prepararlo è molto semplice.Acquistate i Sali di Epsom e versatene 1 kg in una vasca da bagno piena di acqua calda. Quando si saranno sciolti, immergetevi in essa, massaggiatevi con movimenti lenti e delicati e lasciate che i sali agiscano.

Siete sorpresi da tutte le incredibili qualità positive che ha il mare? Se volete sfruttarle, è il momento di iniziare a pensare alla località balneare dove trascorrere le vostre prossime vacanze estive.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.