Stai leggendo: Il 14 febbraio torna in Italia e nel mondo: One Billion Rising 2018

Letto: {{progress}}

Il 14 febbraio torna in Italia e nel mondo: One Billion Rising 2018

A San Valentino il movimento globale One Billion Rising sarà nelle piazze e nelle strade del Bel Paese per dire no ad ogni forma di abuso e violenza sulle donne e sulle bambine.

8 condivisioni 0 commenti

Il 14 Febbraio torna in Italia e nel Mondo One Billion Rising 2018 - Un miliardo di voci contro la violenza su donne e bambine. Come ogni anno San Valentino si colora di rosa con One Billion Rising, il flash mob internazionale ideato dalla drammaturga e attivista femminista Eve Ensler. L’appuntamento è voluto per sostenere, in modo gioioso e libero, la lotta contro ogni forma di abuso sulle donne e sulle bambine. E se le Nazioni Unite stimano che una donna su tre sul pianeta sarà picchiata o stuprata nel corso della vita, la campagna One Billion Rising invita a levarsi e insorgere contro la violenza con l’atto liberatorio della danza.

La voce delle donne, soprattutto dopo lo scandalo sulle molestie sessuali che ha coinvolto tutta Hollywood allargandosi a molti ambiti lavorativi, si fa sempre più alta. È in atto una rivoluzione generazionale, vera e propria, Al centro, promotrice e sostenitrice dell’iniziativa è Eve Ensler, 64 anni, drammaturga, scrittrice, attivista americana e celebre nel mondo per i suoi “Monologhi della vagina”, una pièce teatrale che ha raccolto confessioni e paure di oltre duecento donne. Il testo tradotto in 45 lingue e rappresentato in 120 nazioni, ha imposto una definitiva presa di coscienza sulla violenza sulle donne. Nel 1998 Eve Ensler ha fondato il V-Day, un movimento che lotta per la parità sessuale e contro ogni discriminazione e violenza sulle donne, e dal 2013 il V-Day ha preso il nome di One Billion Rising aprendo un dibattito contro il sistema maschilista, lo sfruttamento e le disuguaglianze economiche delle donne in tutto il mondo.

Manifesto One Billion Rising 2018 HD

Quest’anno la campagna One Billion Rising si focalizza sulla solidarietà come arma contro ogni forma di sfruttamento e aggressione. Come afferma Eve Ensler:

Non ci può essere rivoluzione senza solidarietà. Se le donne di tutto il mondo si stanno ribellando contro il sistema patriarcale e maschilista è anche frutto del lavoro che tutte noi abbiamo fatto e facciamo. Grazie al nostro impegno abbiamo ottenuto che la violenza contro le donne diventasse un tema mondiale.

Moltissime donne stanno parlando, denunciando gli abusi subiti in famiglia, nel mondo del lavoro, dello spettacolo e della politica. Senza avere più paura e vergogna. La battaglia che viene condotta in momento storico in cui nuove forme di intolleranza ed estremismi stanno prendendo il sopravvento ma che grazie all’impegno, la passione e la forza di tantissime donne comincia a raccoglierne i frutti. E infatti stanno rafforzando la loro presenza nell’agenda politica e mediatica internazionale. L’obiettivo è coinvolgere diverse organizzazioni e associazioni per ottenere l’impegno delle istituzioni affinché mettano in pratica politiche sociali ed educative per fermare il fenomeno della violenza in ogni sua espressione.

Gli appuntamenti di One Billion Rising Italia

Manifestanti al One Billion RisingHD

Solo in Italia nel 2017 sono stati organizzati più di 150 eventi che hanno raccolto 250 mila partecipanti. L’appuntamento del 14 febbraio sarà nelle strade, nelle piazze e nelle scuole in Italia e nel mondo, per manifestare attraverso le mille declinazioni dell’arte: dalla narrazione al teatro, dalla poesia alla musica, dalla danza al cinema, che caratterizzano lo spirito rivoluzionario, solidale e creativo di One Billion Rising. Tra i tanti eventi previsti quelli a Roma in Piazza Montecitorio alle 15.00, realizzato con il patrocinio del Municipio Roma I Centro e in collaborazione con Differenza Donna, a Milano in collaborazione con la cooperativa sociale Cerchi d’Acqua e a Bologna alle 18.00 in piazza San Francesco insieme alla Casa delle donne per non subire violenza.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.