Stai leggendo: Angelina Jolie ha incontrato la Première Dame Brigitte Macron

Letto: {{progress}}

Angelina Jolie ha incontrato la Première Dame Brigitte Macron

Dopo aver visitato Parigi e il Louvre con i suoi figli, Angelina Jolie ha incontrato Brigitte Macron. Le due si sono confrontate sull'ultimo viaggio della Jolie in Giordania e circa il suo impegno umanitario a favore dei rifugiati siriani.

Angelina Jolie e Brigitte Macron

0 condivisioni 0 commenti

Angelina Jolie affianca ormai da anni alla sua carriera di attrice e regista un fervente impegno da attivista. In virtù del suo ruolo di ambasciatrice delle Nazioni Unite, la Jolie negli scorsi giorni si è recata in Giordania, a Zaatari. In quell'occasione ha incontrato i rifugiati siriani ospitati dal campo profughi della città, accompagnata dalle figlie Shiloh e Zahara.

Dopo la visita in Giordania, Angelina, Shiloh e Zahara si sono ricongiunte agli altri quattro figli dell'attrice, che le attendevano nella loro residenza di famiglia in Francia. Nella capitale francese, la famiglia al completo ha visitato il Louvre e si è poi recata all'Eliseo, dove Angelina Jolie ha potuto incontrare la Première Dame Brigitte Macron

Le due donne hanno disposto questo meeting per discutere proprio dell'ultimo viaggio di Angelina in Giordania. Durante la sua permanenza al campo profughi di Zaatari, Angelina Jolie ha rivolto un appello affinché la guerra civile siriana possa finalmente giungere al termine. L'ambasciatrice ONU ha anche ricordato che gli aiuti umanitari non rappresentano una soluzione definitiva, auspicando invece una soluzione politica che possa ricondurre finalmente i siriani alle loro case. L'attrice ha poi sottolineato il fatto che l'agenzia dei rifugiati delle Nazioni Unite ha ricevuto nel 2017 soltanto il 50% dei fondi ci cui necessita. 

“We should never forget that the war began with demands by Syrians for greater human rights. Peace in their country has to be built on that.” - Angelina Jolie, today in Za'atari Camp, Jordan. . “It cannot be built on impunity for the targeting of civilians by all sides of the conflict, the bombing of schools and hospitals, barrel bombs, torture, chemical weapons and rape used as a weapon of war." . “So that is my message to the international community today: yes, of course, please do more to help meet the needs of desperate Syrian families and the countries hosting them. But above all please provide the leadership and strength needed to negotiate a principled end to this senseless war – without sacrificing the dignity and human rights of Syrian families. That is non-negotiable.” . On her fifth visit to Jordan since the beginning of the crisis, UNHCR Special Envoy Angelina Jolie, visited refugee families living in Za’atari camp, the largest refugee settlement in the Middle East and home to more than 80,000 Syrians. . Almost seven years since the start of the conflict, more than 6 million people remain displaced inside Syria and a further 5.48 million have fled to other countries in the region, creating the biggest refugee crisis since the end of the second world war. . Photo: UNHCR/ @ivorprickett #AngelinaJolie #zaataricamp #jordan #syria #refugees #peace #war #dignity #shilohjoliepitt #zaharajoliepitt #humanrights

A post shared by UN Refugee Agency (@refugees) on

Auguriamoci che da questo incontro con la Première Dame sia scaturito davvero qualcosa di buono per l'importante missione di Angelina.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.