Stai leggendo: Da Fontana a Toulouse-Lautrec: le mostre del mese di febbraio

Prossimo articolo: Frida Kahlo al MUDEC: la mostra per raccontare l’artista oltre il mito

Letto: {{progress}}

Da Fontana a Toulouse-Lautrec: le mostre del mese di febbraio

Un mese denso di appuntamenti da non perdere per gli amanti dell’arte. Febbraio vede chiudersi diverse mostre che sono state grandi successi, ma ne apre anche tante altre, molto attese.

Installazione di Fontana

0 condivisioni 0 commenti

Tra nuove aperture, mostre che proseguono e altre che terminano, anche febbraio si preannuncia un mese caldo per gli amanti dell’arte. Grandi appuntamenti in tutta Italia, rivolti sia ai maestri della tradizione sia ai contemporanei e assolutamente trasversali rispetto ai generi: ci sono infatti in mostra opere pittoriche, storie di rock band e installazioni. Curiosi? Ecco la lista delle mostre da non perdere a febbraio!

Dentro Caravaggio

Se vi siete persi la mostra evento dedicata a Caravaggio, sappiate che avete ancora qualche giorno di tempo. La chiusura della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano è stata infatti rimandata al 4 febbraio. L’esposizione vuole presentare al pubblico un inedito percorso, in cui arte e scienza camminano a braccetto: grazie alle moderne tecniche diagnostiche, infatti, si è potuta rivedere la datazione delle prime opere del Caravaggio e sono state portate alle luce tecniche di lavoro che l’artista adottava, fino a ora sconosciute. Una mostra per tutti gli amanti del Caravaggio, per appassionati di restauro e per tutti coloro che, di un quadro, apprezzano anche la storia che nasconde.

Picasso, De Chirico, Morandi

Brescia apre le porte delle sue più importanti collezioni private: a Palazzo Martinengo, storica residenza cittadina, saranno infatti in mostra i capolavori di Picasso, De Chirico, Burri, Morandi e Fontana, provenienti da collezioni di privati bresciani.

Dal 20 gennaio 2018 al 10 giugno 2018 potrete ammirare i capolavori di questi maestri del XIX e XX secolo, per la prima volta riuniti in un unico luogo. Un’occasione imperdibile per conoscere da vicino il fenomeno del collezionismo privato bresciano.

Frida Kahlo - Oltre il mito

Inaugura proprio il 1 febbraio la mostra Frida Kahlo - Oltre il mito, che porta in Italia un quadro mai esposto prima, un autoritratto che viene presentato in Europa per la seconda volta e una serie di documenti inediti che promettono di cambiare la lettura che è stata fatto fino a oggi dell’opera dell’artista messicana. Un evento imperdibile, al MUDEC dal 1 febbraio al 3 giugno. Leggi qui il nostro approfondimento.

Toulouse-Lautrec: il mondo fuggevole

C’è tempo fino al 18 febbraio per tuffarsi nelle atmosfere parigine di fine 1800, grazie alle opere di Toulouse-Lautrec. Una mostra divisa in sezioni tematiche, vi porterà dalle opere più pittoriche verso quelle più grafiche, mettendo in luce l’incredibile influenza che su di lui ebbero la pittura giapponese e la fotografia. Oltre 250 opere provenienti da tutto il mondo, per conoscere e ammirare l’estro del pittore bohèmien che dipinse la Parigi dei bassifondi, dei bordelli e del can-can.

The Pink Floyd Exhibition

Una mostra dedicata a uno dei più grandi gruppi musicali della storia: musica, immagini, documenti per rivivere la loro storia, dagli anni ’60 a oggi. Un evento definito dal Sunday Mirror “quasi bello come vedere la band dal vivo”. Insomma, una mostra imperdibile per i fan dei Pink Floyd, che vi aspetta a Roma, al MACRO dal 18 gennaio al 1 luglio 2018.

Capolavori Macchiaioli

Chiuderà invece a fine mese la mostra che al Gam Manzoni dedica ai Macchiaioli e che presenta opere provenienti da collezioni private lombarde. 35 opere di artisti quali Abbati, Lega, Costa: artisti che, usando piccole macchie di colore fra loro accostate, sono riusciti a creare ambienti e mondi, a raccontare atmosfere e impressioni.

Ambienti/Environments di Lucio Fontana

C’è tempo fino al 25 febbraio per visitare la mostra ospitata da Hangar Bicocca, sugli ambienti creati da Lucio Fontana. Si tratta di progettazioni spaziali create da uno dei maestri del Novecento e distrutte al termine dell’esposizione. La natura effimera di queste opere fa sì che siano uno dei capitoli meno noti dell’artista. Un motivo in più, unitamente alla rilevanza artistica di queste installazioni, per visitare la mostra!

Raffaello e l'eco del mito

Iniziata a fine gennaio, la mostra Raffaello e l’eco del mito porta a Bergamo un interessante focus sulla formazione artistica del maestro. Opere provenienti dai più grandi musei del mondo disegnano un percorso tematico in cui le opere di Raffaello dialogano con il passato e il futuro, perché in mostra ci sono anche tele di chi ne ha raccolto l’eredità, come Picasso e De Chirico. Se siete interessati, la mostra è al GaMec, fino al 6 maggio 2018.

Un mese denso di appuntamenti, mostre da vedere e, di sicuro, ricco di ispirazione! Quale di queste mostre avete già visitato e quale non vedete l’ora di andare a vedere?

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.