Stai leggendo: M’illumino di meno 2018: risparmiamo energia e salviamo il pianeta

Prossimo articolo: A Milano sta per arrivare la magia di Harry Potter con una mostra itinerante

Letto: {{progress}}

M’illumino di meno 2018: risparmiamo energia e salviamo il pianeta

Energia in movimento è il tema scelto quest’anno per l’iniziativa sostenibile firmata Caterpillar. Una giornata dedicata alla sostenibilità, che diventa ogni anno più importante.

Cielo stellato

13 condivisioni 0 commenti

Ti amo to the moon and back: questa dichiarazione d’amore viene ora rivolta alla Terra. Avete capito bene: la sfida dell’edizione 2018 di M’illumino di meno ha a che fare con i passi avanti e la Luna. Unire uno stile di vita sostenibile e la bellezza del camminare con un’iniziativa che renderà la quattordicesima edizione dell’appuntamento firmato Caterpillar ancora più indimenticabile. L’iniziativa è stata lanciata nel 2005: dai microfoni di Radio2, la trasmissione Caterpillar ha chiesto ai propri ascoltatori di spegnere le luci non indispensabili. M’illumino di meno ha inizio alle 18 e quest’anno sarà il 23 febbraio.

Entro il 23 febbraio, giornata in cui si terrà il M’illumino di meno, gli organizzatori vogliono totalizzare i 555 milioni di passi che li condurranno, insieme ai partecipanti, sulla Luna. Si comincia il 29 gennaio all’Arena Civica – Palazzina Appiani di Milano, e in diretta su Radio2 alle 18.30: sarà la prima trasmissione radiofonica in cammino! Non a caso, il tema dell’edizione 2018 di M’illumino di meno è “Energia in movimento”.

Cielo stellatoHD

Col tempo, questo piccolo gesto di risparmio energetico ha coinvolto non solo abitazioni di privati cittadini che hanno a cuore il futuro del Pianeta, ma anche piazze e monumenti internazionali. Duranti M’illumino di meno, il Colosseo, la Torre di Pisa, il Quirinale, ma anche la Tour Eiffel e la ruota del Prater di Vienna si sono “spenti”. Alcuni musei offrono suggestive visite a lume di candela, mentre i ristoranti aderenti si sono organizzati per offrire romantiche cene a luci soffuse. Ci sono scuole che poi prendono come spunto la giornata per parlare agli studenti di risparmio energetico e sostenibilità, segno quindi che qualcosa sta cambiando negli usi e costumi di tutti: la consapevolezza dell’impatto ambientale delle proprie abitudini si sta espandendo e questo ci rende consumatori più attenti. Anche il MIUR indica agli insegnanti di aderire all’iniziativa, parlando di sostenibilità, limitando i consumi e spronando le proprie classi a camminare.

L’edizione 2018, come dicevamo, è dedicata all’andare a piedi: il 23 febbraio spegnete le luci superflue, spegnete la TV e limitate i consumi, uscite a fare una passeggiata, godetevi il cielo senza inquinamento luminoso. E, per quanto possibile, lasciate ferma l’auto: andate a prendere i bambini a scuola a piedi o riducete il percorso che normalmente fate su ruota per lasciare che siano i vostri passi a misurare il mondo.

L’appuntamento è il 23 febbraio: per una giornata illuminate di meno e camminate di più!

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.