Stai leggendo: La regina del fantasy Ursula K. Le Guin è scomparsa a 88 anni

Letto: {{progress}}

La regina del fantasy Ursula K. Le Guin è scomparsa a 88 anni

L’autrice dei romanzi di Earthsea si è spenta nella sua casa di Portland.

Una foto della scrittrice Ursula K. Le Guin

1 condivisione 0 commenti

Ursula K. Le Guin, l’autrice di alcuni dei romanzi fantasy più amati di sempre, è morta nella sua casa di Portland lo scorso lunedì ad 88 anni, lo ha confermato il figlio Theo Downes- Le Guin, che non ha specificato le cause della morte, rivelando solo che la donna era gravemente ammalata da diversi mesi.

Le Guin ha regalato al mondo moltissimi racconti brevi, poesie e romanzi, come quelli del ciclo di Earthsea (da cui Miyazaki ha tratto ispirazione per il film I racconti di Terramare) o quelli dell’Ecumene, tutti contraddistinti dal suo stile unico, che padroneggia gli stilemi del genere (magia, draghi, missioni eroiche) e dipinge personaggi profondi e sfaccettati, il cui scontro è scontro di culture più che semplice cozzare di spade.

Ursula K Le Guin ai National Book Awards del 2014HDGetty
Ursula K. Le Guin e Neil Gaiman ai National Book Awards del 2014

Nata a Berkeley come Ursula Kroeber nel 1929 da una coppia di antropologi, la scrittrice era la più piccola di quattro figli, e fin dai primi anni di scuola si interessò di mitologia e fantascienza, perdendo poi interesse in quest’ultima quando, durante l’adolescenza, si rese conto che “sembrava occuparsi solo di attrezzature e soldati: gli uomini bianchi vanno a conquistare l’universo”. Dopo il college, si laureò in letteratura medievale e rinascimentale alla Columbia University, e nello stesso anno (1952) vinse una borsa di studio per studiare a Parigi, dove conobbe il marito Charles Le Guin, che le sopravvive. Con lui tornò negli Stati Uniti e lasciò gli studi per tirare su una famiglia a Portland, in Oregon, dove lui divenne insegnante universitario di Storia.

I libri della Le Guin sono stati tradotti in oltre 40 lingue, molti di essi sono costantemente ristampati da decenni e tanti le hanno valso numerosi riconoscimenti. La donna ha scritto avventure young adult, favole filosofiche, fantasy puro e molto altro, tenendo sempre in mente ciò che credeva fosse lo scopo ultimo di ciascun autore: nutrire l’immaginazione del lettore.

In un’intervista al Guardian del 2005, Ursula K. Le Guin disse: “Se non riesci ad immaginare i risultati delle tue azioni, non potrai mai agire in maniera etica o responsabile. I bambini non ci riescono; i neonati sono mostri dal punto di vista morale… assolutamente avidi. La loro immaginazione deve essere educata nel senso della lungimiranza e dell’empatia”.

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.