Stai leggendo: I fondotinta cushion: quali sono i migliori e come applicarli

Letto: {{progress}}

I fondotinta cushion: quali sono i migliori e come applicarli

Comodi, luminosi e performanti, i fondotinta cushion sono tra i preferiti delle donne. Scopriamo tutti i segreti di questo magico prodotto nato in Corea.

I fondotinta cushion

7 condivisioni 3 commenti

È dal 2011 - anno rivoluzionario per la storia del fondotinta in cui le prime BB Cream sono state lanciate sul mercato occidentale - che le donne del vecchio e nuovo continente appassionate di bellezza hanno incominciato a prestare particolare attenzione ai prodotti beauty coreani. Le BB Cream - creme colorate che sono un ibrido tra fluido idratante, fondotinta e crema solare - sono stati i primi cosmetici dalla Corea e dal Giappone, in cui vengono utilizzati dagli anni ’80, ad approdare in occidente rivoluzionando il mondo del make-up. Molte donne, infatti, ormai usano le BB Cream al posto del tradizionale fondotinta liquido in quanto in commercio se ne trovano per ogni tipologia di pelle, e anche di particolarmente coprenti.

Dopo l’avvento delle BB Cream, i trend di bellezza coreani, a cui le donne asiatiche devono lo splendore della loro pelle, hanno preso sempre più piede anche qui da noi. La K Beauty (così vengono chiamati in gergo i trend di make up provenienti dalla Corea) ci han quindi conquistate velocemente, tanto che ormai è semplicissimo reperire - tanto online che nei negozi fisici - cosmetici di vario genere made in Corea.

Per quanto riguarda il make-up del viso, uno dei prodotti coreani più apprezzati, e venduti in occidente grazie anche a molti marchi “nostrani” che hanno voluto sperimentarne la tecnologia, è il fondotinta cushion.

Fondotinta cushion: cos’è?

I fondotinta cushion uniscono la comodità di un fondotinta compatto alla leggerezza di uno liquido, in quanto sono caratterizzati da un packaging prêt-à-porter - dotato sempre di specchietto e applicatore - e un cuscinetto (da qui il nome cushion) impregnato di prodotto. Come nel caso dei fondi compatti anche i cushion non hanno un buonissimo rapporto qualità prezzo in quanto nella confezione/cuscinetto è raro trovare più di 14 millilitri di prodotto quando in una classica boccetta di fondotinta liquido ne contiene almeno 30. 

Physicians Formula Mineral Wear CushionPhysicians Formula

Nonostante questa pecca, i fondotinta cushion sono comunque forti di confezioni estremamente comode da portare in giro per ritoccare la base durante il giorno e di una texture leggerissima e luminosa (non adatta alle pelli più grasse o affette da particolari discromie) perfetta per le pelli da normali a secche soprattutto in inverno. Inoltre molto spesso la confezione dei fondotinta cushion è riutilizzabile in quanto, come nel caso del Physicians Formula Mineral Wear Cushion, sono in vendita le ricariche del prodotto o, in alternativa, una volta finito il fondo è possibile “rimpolpare” il cuscinetto con il nostro fondotinta preferito in modo da averlo sempre a portata di mano.

Come funzionano i fondotinta cushion

Uno dei grandi punti a favore dei fondotinta cushion è la facilità di utilizzo. Per stendere sul viso il prodotto basta infatti pressare leggermente l’applicatore che abbiamo in dotazione nella confezione sulla spugnetta impregnata di prodotto e stenderlo poi sul viso tamponandolo dall’interno verso l’esterno. L’applicatore del fondotinta cushion va lavato almeno una volta a settimana per evitare che si formino batteri. In più il fondotinta cushion può essere anche applicato con un flatbuki (pennello a setole piatte e dense, come il leggerissimo Azalea flat di NeveCosmetics ) sempre pressandolo sul “cushion” imbevuto di fondotinta per poi sfumarlo con movimenti circolari sul viso. Per fissare il fondotinta cushion, la cui caratteristica principale è quella di essere un prodotto luminoso, non bisogna utilizzare una cipria mattificante bensì una cipria dotata di pigmenti riflettenti come la Translucent Pressed Powder di Shiseido.

Azalea flat di NeveCosmetics e Translucent Pressed Powder di ShiseidoNeveCosmetics, Shiseido

I migliori fondotinta cushion per fascia di prezzo

La tecnologia cushion coreana è stata presa in prestito da molti brand occidentali e ad oggi tutti i marchi più noti di make-up hanno in gamma almeno un fondotinta che sfrutta questa innovativa tecnologia. Lancôme, in particolare, è stato il primo a creare un fondotinta cushion dando il via a questa moda e ancora adesso il suo Miracle Cushion resta tra i migliori fondi cushion di fascia alta insieme al Fondotinta cushion di Korff che è anche arricchito con componenti idratanti quali acido ialuronico, Vitamina E, estratto di cassia angustifoglia e polvere di diamante, ma privo di parabeni. Per le amanti della performante linea Double Wear di Estée Lauder, la lussuosa major francese ha deciso di abbracciare la magia del cushion formulando la Double Wear BB Cushion Compact che è tra i fondotinta cushion più coprenti in commercio.

Miracle Cushion di Lancôme, Fondotinta cushion di Korff e Double Wear BB Cushion Compact di Estée LauderLancôme, Korff, Estée Lauder

Per chi non è disposto a spendere troppo per un prodotto “da borsetta” ma ama, o vuole provare, l’effetto dei fondotinta cushion sulla pelle, anche marchi di fascia di prezzo media e bassa, hanno deciso di lanciare sul mercato un fondotinta cushion tra i quali spiccano quello di Yves Rocher, contenente d’olio di Babassu conosciuto in cosmetologia per le sue proprietà nutrienti, e l’Oréal Paris Nude Magique Cushion. Inoltre per chi desidera puntare su marchi coreani, veri leader della tecnologia cushion, in Italia è facilmente reperibile il Missha M Magic Cushion Cover, fondotinta cushion tra i più chiacchierati del web per perfomance e coprenza stratificabile.

Fondotinta Cushion Yves Rocher, l’Oréal Paris Nude Magique Cushion, Missha M Magic Cushion CoverYves Rocher, LOréal, Missha

Consigli: i fondotinta cushion su pelli misto grasse

I fondotinta cushion sono sconsigliati per pelli grasse in quanto la luminosità li caratterizza alimenterebbe la loro tendenza a lucidarsi. Per quanto riguarda le pelli misto grasse, ovvero con zone del viso più secche e altre (di solito la zona T fronte naso e mento) più oleose, con qualche attenzione e soprattutto in inverno - quando la lucidità dell’incarnato è tenuta sotto controllo dal clima più fresco - è possibile optare per un fondotinta cushion. Per farlo bisogna stendere con un pennello da cipria sulla zona T, prima di applicare il fondo, un primer in polvere che asciughi e tenga sotto controllo il sebo in eccesso, come il Primer Loose Powder di PuroBio, per poi settare utilizzando il medesimo pennello solo le parti più tendenti a lucidare con una cipria libera vellutata come la Lock-It Setting Powder di Kat Von D.

Primer Loose Powder di PuroBio e Lock-It Setting Powder di Kat Von D.PuroBio, Kat Von D

Qual è il vostro fondotinta cushion preferito? Fatecelo sapere rispondendo al nostro sondaggio!

Vota anche tu!

Qual è il vostro fondotinta cushion preferito?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.