Stai leggendo: Nel mito di Dance Dance Dance: Giorgia

Letto: {{progress}}

Nel mito di Dance Dance Dance: Giorgia

Dance Dance Dance tornerà mercoledì con una nuova e imperdibile puntata. Valentina Pegorer e Luca Marin balleranno il pezzo di Giorgia Il mio giorno migliore. Scopriamo insieme perché questa artista è diventata una delle regine del pop italiano.

3 condivisioni 0 commenti

Le assegnazioni dei pezzi della seconda puntata di Dance Dance Dance 2 sono fatte e la coppia formata da Valentina Pegorer e da Luca Marin ha ricevuto dal direttore artistico Laccio un brano di Giorgia: Il mio giorno migliore.

La cantante GiorgiaHD

Giorgia: Il mio giorno migliore

Il mio giorno migliore è un pezzo di Giorgia del 2011, che ha anticipato l'uscita del suo ottavo album Dietro le apparenze, realizzato dalla cantante dopo una pausa di tre anni.

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Trasmesso da tutte la radio italiane, Il mio giorno migliore ha scalato velocemente le classifiche italiane ed è diventato in pochissimo tempo un tormentone estivo, vincendo sia il disco d'oro che quello di platino. 

Complice del successo, è senza dubbio il coinvolgente e ritmato arrangiamento dance che accompagna il brano e il videoclip diretto da Gaetano Morbioli, dove Giorgia si esibisce in vari set, circondata da un gruppo di ballerini.

Si tratta di uno dei tanti trionfi che la cantante italiana non smette di collezionare da più di 20 anni.

Giorgia e il suo ultimo album dal vivo: Oronero live

È uscito pochissimi giorni fa un nuovissimo disco dal vivo che Giorgia ha realizzato durante il suo Oronero Tour.

Oltre ai brani presentati nei live, l'album contiene due inediti: il singolo Come Neve, featuring Marco Mengoni, e il brano Chiamami Tu. 

Ora manca davvero poco… #comeNeve @mengonimarcoofficial

A post shared by GiorgiaOfficial (@giorgiaofficial) on

Oronero live, disponibile in tre differenti versioni, anticipa il prossimo tour di Giorgia che partirà a marzo e che la porterà nei palasport italiani. Perché l'attività live è forse uno degli aspetti che la cantante ama di più del suo lavoro.

Giorgia e la depressione

Giorgia ha affrontato, in occasione della pubblicazione di questo nuovo album, un argomento piuttosto intimo e delicato, raccontando ai suoi fan le difficoltà che molto spesso hanno costellato la sua vita. Ci sono stati momenti in cui la cantante ha avuto la percezione, ma anche la speranza, di non farcela, attimi durante i quali avrebbe preferito lasciarsi andare e crollare del tutto. 

All'indomani della morte del suo compagno Alex Baroni, scomparso per un incidente motociclistico nel 2002, la voglia di vivere e le emozioni che ti infondono linfa vitale sono venute meno. Giorgia ha cominciato a perdere interesse per il suo lavoro e soprattutto per sé stessa, trascurando il suo aspetto e la sua salute ed entrando in uno stato depressivo. 

Ma a volte la sofferenza può essere preziosa e può offrirti la spinta a risalire e a ricominciare a vivere, con ancora più intensità di prima. E questo è ciò che è successo alla cantante. Quasi una magia che la vita le ha messo a disposizione, incoraggiandola a tornare verso la luce e il sole.

Samuel mi trucca, @smeraldo44 ne sai qualcosa??

A post shared by GiorgiaOfficial (@giorgiaofficial) on

Giorgia e il figlio Samuel

Diventare mamma ha contribuito a ridare a Giorgia la voglia di vivere, di credere nelle sue idee e nell'umanità.

Nel 2010 è nato il figlio Samuel, frutto della lunga storia d'amore con il ballerino e cantautore Emanuel Lo (pseudonimo di Emanuel Lo Iacono), un uomo con il quale Giorgia condivide anche una sintonia lavorativa.

Emanuel Lo, oltre ad aver collaborato con molte popstar di fama internazionale come Kylie Minogue, Robbie Williams e Ricky Martin e ad aver insegnato nella scuola di Amici, ha infatti scritto alcuni brani per la sua compagna e l'ha diretta in diversi videoclip.

La loro relazione, nata dopo un anno di corteggiamento da parte del ballerino e musicista, va avanti dal 2004 ed è anche grazie ad essa che Giorgia ha recuperato la forza e l'energia per superare molti momenti difficili, come i due aborti spontanei subiti prima della nascita di Samuel.

Repost @emanuelloofficial

A post shared by GiorgiaOfficial (@giorgiaofficial) on

Crea un'immagine con questa frase e condividila!

Giorgia: la vita, la carriera e i successi musicali

Cresciuta in un ambiente musicale, è stato grazie al padre musicista che Giorgia ha iniziato a cantare da piccolissima. 

La voce soul, l'estensione pazzesca, il timbro chiaro, pulito e potente e inconfondibile: gli italiani hanno subito amato questa giovane star romana fin dal 1994 e dalla sua prima partecipazione al Festival di Sanremo nella sezione giovani. 

Partecipazione che le ha dato la possibilità di tornare l'anno successivo come Big con il brano Come Saprei, con il quale vincerà la kermesse.

La sua carriera ventennale è stata costellate da successi sia di critica che di pubblico, ma anche da collaborazioni importanti con artisti come Pavarotti, Ray Charles, Tiziano Ferrro.

Insomma, è evidente da sempre: Giorgia è una delle presenze più rilevanti del panorama musicale italiano contemporaneo, sotto moltissimi punti di vista.

Parallelamente alla musica, la cantante porta infatti avanti una serie di attività filantropiche: è ambasciatrice dell'Unicef dal 1999 ed è anche un'ambientalista convinta.

Ha partecipato a campagne contro lo sfruttamento del lavoro minorile, al concerto di beneficenza Amiche per l'Abruzzo e ad Italia Loves Emilia.

Nel 2013 ha inoltre lavorato alla compilation Pink is good, il cui ricavato è andato alla Fondazione Umberto Veronesi.

A questo punto la domanda è lecita: come se la caveranno i nostri Valetina Pegorer e Luca Marin sulle note della regina del pop italiano?

Per saperlo, sintonizzatevi mercoledì, alle 21.10, su FoxLife per la seconda puntata di Dance Dance Dance!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.