Stai leggendo: I primi passi dei bambini: i consigli per viverli al meglio

Prossimo articolo: Guida per sopravvivere alle feste se sei una mamma con figli

Letto: {{progress}}

I primi passi dei bambini: i consigli per viverli al meglio

Quando un bambino impara a camminare, il suo modo di vivere il mondo circostante cambia completamente. Ecco come aiutarlo a muovere i primi passi e alcuni consigli per i genitori.

Bambino che cammina

0 condivisioni 0 commenti

Nel primo anno di vita, un bambino fa tanti, incredibili progressi. Uno fra tutti è imparare a camminare. Vedere un bambino che, solo pochi mesi prima sapeva stare a malapena seduto, conquistare il mondo e andare a esplorarlo sulle sue gambe è un’emozione grandissima per tutti i genitori. Vediamo allora come aiutare i bambini in questo momento importante della crescita, offrendo loro il giusto aiuto e i giusti strumenti.

Le fasi preparatorie: il gattonamento

Bambina gattonaHD

È importante dire che gattonare non è una tappa obbligatoria nello sviluppo motorio dei bambini: alcuni saltano questo passaggio, si alzano e cominciano a camminare, senza prima essersi messi a gattoni. Altri ancora sviluppano particolari metodi di spostamento, come strisciare o spingersi con le gambe accovacciate, rimanendo di fatto seduti. In questa fase dello sviluppo, è importante che voi genitori mostriate un atteggiamento positivo: assicuratevi che non ci siano ostacoli o pericoli sulla strada del bambino, quindi lasciatelo libero di esplorare. È il suo primo approccio alla libertà di movimento, sono momenti di scoperta autonoma dello spazio e del mondo, quindi è importante che non vi dimostriate preoccupati o apprensivi. Mettete in sicurezza la casa, quindi lasciate il vostro bimbo libero di scoprirla (tenendolo però sempre d’occhio, ovviamente!).

All’inizio, il bambino che gattona non si spingerà troppo lontano, quindi potete pensare di allestire per lui uno spazio-gioco: prendete un tappetone morbido, così se cadrà non si farà male battendo sul pavimento e distribuite in vari punti i suoi giocattoli preferiti, così per afferrarli dovrà muoversi e impratichirsi nel gattonamento. In questa fase non servono scarpe, bastano semplici calze antiscivolo.

Tappetone
Tappetone puzzle
Calze antiscivolo

I primi passi

Non c’è un momento specifico in cui i bambini cominciano a camminare: alcuni già verso gli 8 mesi si alzano e muovono i primi passi, altri aspettano anche oltre l’anno. Sicuramente la fisicità di un bambino è un fattore importante in questo passaggio, ma anche se ha fratelli o sorelle da osservare e imitare.

Bambino camminaHD

In ogni caso, non preoccupatevi se il vostro bambino impiega più tempi di altri a camminare: rispettate i suoi tempi e lasciategli esplorare il mondo in libertà, senza forzarlo. Ricordate che fino a 18 mesi, ogni momento va bene per iniziare a camminare! Evitate quindi di forzarlo a stare in piedi e senza sostegni: lasciate che sia lui a decidere quando si sente sufficientemente sicuro per lasciarsi andare, prima rimanendo in piedi senza appoggi e poi a camminare senza che qualcuno lo tenga per mano.

Girello: sì o no?

Molto di moda in passato, oggi il girello non è più così utilizzato in questa fase dello sviluppo motorio dei bambini. Gli esperti, infatti, hanno evidenziato come il girello non aiuti il bambino a impostare correttamente la deambulazione: è stato rilevato infatti che il bambino impara a stare con la pancia in fuori e a camminare sulle punte, sbilanciando così il peso in avanti. Inoltre pare che il girello non aiuti a sviluppare la muscolatura.

GirelloHD

Inoltre, se da un lato non insegna al bambino a “cadere bene”, dall’altro in caso di caduta lo espone a traumi alla testa e al setto nasale. Per dirla tutta, il Canada ha messo al bando la vendita del girello e, in generale, anche i pediatri italiani lo sconsigliano sempre più.

Le prime scarpe

Le prime scarpe servono da quando il bambino muove i primi passi da solo e quindi è probabile che vorrà stare sempre meno nel passeggino, preferendo esplorare il mondo con i suoi piedi. Se però il vostro bimbo ha già quasi un anno e ancora non cammina, in inverno potreste volergli comprare un paio di scarpe, per tenere il piede al caldo durante le uscite e anche perché, in fondo, potrebbe mancare poco ai suoi primi passi ed è bene farsi trovare preparate!

ScarpineHD

In commercio esistono modelli chiamati Primi passi, perfette per questa fase dello sviluppo: si tratta di calzature morbide e flessibili, che calzano come un guanto e da un lato danno stabilità alla pianta del piede, mentre dall’altro non lo immobilizzano troppo. Altra cosa importante è che sostengano bene il tallone, fasciando il piede senza però costringerlo. Controllate che abbiano la punta ampia (se fosse stretta, potrebbe influire sulla curvatura dell’alluce) e che siano della giusta misura: ci deve essere circa un centimetro tra l’alluce e la scarpa.

Scarpa Primi passi
Scarpa Primi passi

E a casa?

In teoria, a casa i bambini possono muoversi in libertà, senza scarpe: bastano le antiscivolo sopra il calzino nelle stagioni più fredde, mentre in estate va benissimo anche stare a piedi nudi (ovviamente, se il vostro pavimento lo permette: se avete piastrelle particolarmente scivolose, meglio anche in estate usare le calze antiscivolo).

Bambaino cammina in casaHD

Ricordate poi di essere pronti a lodare ogni loro progresso, facendoli sentire speciali e di non mostrarvi eccessivamente preoccupati se dovessero inciampare e cadere: spesso, infatti, i bambini cadono e non piangono, ma se vedono le espressioni preoccupate di mamma e papà si spaventano a loro volta. Infine, non dimenticate di mettere in sicurezza la casa, appena il vostro bimbo impara a gattonare o ad alzarsi: spostate i detersivi e i medicinali sui ripiani più alti, meglio ancora in armadietti chiusi, bloccate le prese e installate paraspigoli e chiudi-ante. Ecco, ora siete pronti per vivere, insieme ai vostri bambini, questo emozionante momento della loro crescita.

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.