Stai leggendo: Il ritorno di E poi c'è Cattelan: le novità secondo Alessandro

Prossimo articolo: Dance Dance Dance: esclusiva intervista al giudice Daniel Ezralow

Letto: {{progress}}

Il ritorno di E poi c'è Cattelan: le novità secondo Alessandro

Lunedì 22 gennaio tornerà, su Sky Uno HD, E poi c'è Cattelan. Ecco cosa ha raccontato il conduttore del Late Night Show.

Alessandro Cattelan alla presentazione di E poi c'è Cattelan

0 condivisioni 0 commenti

Dopo il successo dell'ultima edizione di X Factor, Alessandro Cattelan torna su Sky Uno HD con E poi c'è Cattelan. L'appuntamento con il Late Night Show, al suo quinto anno, è fissato dal 22 gennaio e sarà ancora una volta quotidiano (dal lunedì al venerdì) e in seconda serata. Gli ingredienti saranno come sempre l'attenzione nei confronti attualità e le interviste, intervallate da momenti giocosi e dagli interventi musicali degli ormai immancabili Street Clerks.

Alessandro Cattelan e gli Street Clerks negli studi di #EPCC

Nel corso della prima puntata ci sarà uno sketch che vedrà protagonista Cesare Cremonini. Quest'ultimo è un habitué dello show e infatti Cattelan tiene a sottolineare che per lui averlo è una tradizione scaramantica, ma anche un piacere perché con il cantautore è sempre possibile trovare nuovi spunti per sperimentare.

E la sperimentazione è da sempre una delle mission del programma. Su questa nuova edizione il conduttore dice:

L'approccio sarà quello di sempre, ma meno scanzonato anche perché ormai siamo alla quinta e quindi vogliamo fare ancora meglio, ma anche essere meno indulgenti con noi stessi.

Ad accompagnare il ritorno di #EPCC uno spot che vede Alessandro in dolce attesa e pare che, per essere il più possibile credibile, lui abbia chiesto consiglio alla moglie (dato che i due hanno due figlie).

Non mancheranno, anche quest'anno, degli ospiti illustri che si sottoporranno alle sue imprevedibili interviste. I nomi già confermati sono: Giorgia, Jean Paul Gaultier, Zerocalcare, i Maneskin, Francesca Michielin, Fabio Rovazzi, Antonia Klugmann, Ghali, Frank Matano e Massimo Popolizio, Beatrice Venezi, Pierfrancesco Favino, Ruggero Pasquarelli, Elettra Lamborghini, Jake La Furia, Regina Baresi.

Alessandro sottolinea la presenza di Bruno Vespa, lontano dal consueto target dello show:

Oltre a lui mi piacerebbe avere Milena Gabanelli, per poter dare un respiro diverso al programma, pur mantenendo il mio consueto stile.

Racconta poi dell'emozione di avere avuto ospite Francesco De Gregori, dato che è cresciuto con la sua musica. Aggiunge poi che gli piacerebbe avere al suo tavolo Fabio Fazio e, da grande appassionato di calcio, Zlatan Ibrahimović.

A tal proposito dice:

Gli sportivi sono quelli che mi stuzzicano di più, perché di solito li vediamo dire solo quattro frasi ma in realtà sono ragazzi che si divertono.

Cosa pensa invece del Sanremo di Claudio Baglioni? Alessandro fa il politicamente corretto e dice che lo vede perfetto per il target del festival. E chissà se, prima o poi, vedremo proprio lui sul palco del Teatro Ariston, come in tanti vorrebbero.

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.