Stai leggendo: Doctor Who: tutto quello che sappiamo sul primo Dottore donna

Letto: {{progress}}

Doctor Who: tutto quello che sappiamo sul primo Dottore donna

Sta per iniziare una nuova era per la serie TV cult Doctor Who, con la prima protagonista donna, Jodie Whittaker. Ecco cosa sappiamo finora.

Jodie Whittaker nei panni del 13mo dottore di Doctor Who

4 condivisioni 0 commenti

Peter Capaldi ha da poco detto addio alla 12ma incarnazione del Dottore nella serie cult di BBC Doctor Who: nel suo ultimo episodio, lo speciale andato in onda in Inghilterra il giorno di Natale, il Time Lord più famoso della TV si è rigenerato e per la prima volta ha assunto le sembianze di una donna, ovvero l’attrice Jodie Whittaker (Broadchurch), come annunciato mesi fa. Una svolta rivoluzionaria, visto che l'alieno con il potere della rigenerazione è stato maschio per più di 50 anni di esistenza della serie. Ma cosa sappiamo di lei? Come sarà il suo 13? Facciamo il punto della situazione.

Il look del Tredicesimo Dottore

Il look del nuovo Dottore è in realtà stato svelato dall’immagine promozionale diffusa dalla BBC qualche tempo fa, insieme ad un mezzo busto pubblicato da poco: pantaloni blu scuro, calzettoni in vista, bretelle marroni ed una maglia nera con righe gialle, verdi e rosse. Il tutto sormontato da un ampio cappotto grigio-blu, che presenta ai bordi le stesse righe della maglia. 13 ha anche degli orecchini interessanti, che sembrano avere la forma di due mani che si stringono, e sono collegati con una catenella alla cima delle orecchie… non si vedono benissimo, ma sembrano proprio così.

Si tratta di un look ricco di riferimenti al passato: le bretelle erano indossate anche dal Dottore di Matt Smith, le righe richiamano subito la famosissima sciarpa oversize del quarto dottore (Tom Baker) ma anche il top di Bill (Pearl Mackie, la compagna di Dodici nell’ultima stagione) e, con un pochino di immaginazione, addirittura i dettagli dell’outfit del Dottore di Peter Davison. Piccola curiosità: in molti hanno notato che le bretelle in questione sono davvero molto simili a quelle di Mork in Mork & Mindy, interpretato da Robin Williams. Ancora, la giacca si direbbe una via di mezzo tra il cappotto lungo di David Tennant e la giacca di Tom Baker, ed il cappuccio è chiaramente un omaggio a Capaldi, mentre i pantaloni a vita alta erano stati indossati già dal secondo Dottore, Patrick Troughton.

Nonostante la primissima immagine della Whitaker (quella del video in cui veniva svelata la sua identità come nuovo Dottore) avesse indiscutibili affinità con il look di Capaldi, la felpa scura e la giacca sportiva - nonché gli occhiali da sole sonici - saranno presto cosa del passato. Al massimo, potrebbe darsi che prima di indossare il suo outfit personale, la Whittaker dovrà trascorrere qualche tempo nei vestiti del predecessore, come succede spesso ad un nuova rigenerazione.

Che tipo sarà?

Ogni incarnazione del Dottore, dagli anni ‘60 fino ad oggi, ha avuto una sua inconfondibile personalità, con battute ricorrenti e vezzi inimitabili; dell’ultima non possiamo ancora capire molto, ma la sua reazione nel momento in cui ha scoperto di essere donna ci dice già qualcosa. La Time... Lady?, infatti, si è guardata allo specchio ed ha esclamato “Oh, fantastico!”, mostrando grande soddisfazione per il suo aspetto, ed un ottimismo che Capaldi non ebbe quando vide il proprio riflesso.
Seguendo lo show in lingua originale, su evince come 13 abbia un accento del nord, che Steven Moffat ha commentato: “Passerete più tempo in quel primo episodio ad abituarvi a quell’accento piuttosto che al fatto che sia donna. Direte ‘Oh, quanto chiasso… ah ma è simpatica!... Yorkshire? Ha un accento dello Yorkshire?’. Ecco come andrà”.

Cosa è successo nella scena della rigenerazione?

Subito dopo la rigenerazione, il nuovo Dottore ha appena il tempo di rendersi conto di ciò che è successo, tentare di recuperare ’equilibrio e guardarsi allo specchio prima che il Tardis vada in avaria, gettando 13 fuori dalla nave, nello spazio, mentre la sala comandi esplode in conseguenza - sembrerebbe - del danno subito dall’energia della rigenerazione. Che il Tardis no sia riuscito a processare il cambiamento di genere del Signore del Tempo?

Cosa succederà nel primo episodio della prossima stagione?

La trama è ancora sconosciuta, ma corre voce che la storia sarà ambientata a Sheffield, e tratterà dei tentativi di 13 di rintracciare il Tardis perduto, mentre si abitua al nuovo aspetto. Ma prima di tutto, scopriremo come sia sopravvissuta ad una caduta libera dallo spazio. Infine, è quasi certo che incontrerà i nuovi companions Graham, Ryan e Yasmin (rispettivamente Bradley Walsh, Tosin Cole e Mandip Gill) .

Avrà un nuovo Tardis?

Sì: le foto promozionali mostravano un Tardis un po’ rivisitato nell’aspetto esterno, con il cartello a scritte bianche in campo nero, nuove maniglie e la pittura diversa. Inoltre, considerando i danni che deve aver subito dopo la rigenerazione, è probabile che 13 nel ricostruire voglia dare un tocco personale.

Chi sono i nuovi companion?

Ve ne avevamo parlato qui: Bradley Walsh, Tosin Cole e Mandip Gill saranno i nuovi membri del cast regolare che accompagneranno la Whittaker a bordo della macchina del tempo Tardis, rispettivamente nei ruoli di Graham, Ryan e Yasmin. Inoltre, apparirà in un ruolo ricorrente anche Sharon D. Clarke.

La protagonista dell’undicesima serie definisce questo gruppo di colleghi “la squadra dei sogni”, e ciascuno di loro, come anche lo showrunner Chris Chibnall, sono emozionatissimi all’idea di imbarcarsi in questa straordinaria avventura professionale.

Walsh ha aggiunto: “Mi ricordo quando guardavo William Hartnell nei panni del primo Dottore. Le immagini in bianco e nero rendevano tutto molto spaventoso per un ragazzino come me. Ero terrorizzato, ma anche se guardavo la maggior parte della serie da dietro il divano coprendomi gli occhi, divenni un fan. [...] Se sono emozionato di far parte di questa nuova, rivoluzionaria alba del Dottore?? Oh, sì!.”

Mandip Gil ha invece commentato: “Alcuni ruoli sembrano irraggiungibili, e questo è uno di quelli, talmente tanto che non ci riuscivo a credere”. Mentre Tosin Cole si dichiara “grato ed emozionato di vivere quest’avventura con una squadra così”, aggiungendo “ Non vedo l’ora di tuffarmi nell’universo di Doctor Who”.

Durate e programmazione della prossima stagione

Anche la durata delle nuove puntate segna un cambiamento rispetto al format del passato: dai 45 minuti canonici ad episodio si sale a 50, ma il numero di puntate diminuisce a dieci. In particolare, il pilota della nuova stagione durerà un’ora, per garantire la degna presentazione d 13. Purtroppo, però, dovremo aspettare un bel po': la serie, che in Italia va in onda su Rai4, in UK debutterà il prossimo autunno. Si parla di ottobre 2018 ma non sono ancora giunte notizie ufficiali.

Non ci resta che attendere e cercare di scoprire qualcosa di più di questo nuovo Dottore.

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.