Stai leggendo: Aladdin: polemica per le comparse 'abbronzate' nel live-action

Letto: {{progress}}

Aladdin: polemica per le comparse 'abbronzate' nel live-action

Continuano le critiche rivolte a Guy Ritchie per il remake di Aladdin. Stando alla testimonianza di un attore, molte comparse sarebbero bianche e apparirebbero nel film con la pelle scurita dal trucco.

Il cast di Aladdin

2 condivisioni 3 commenti

Il live-action di Aladdin è attualmente in fase di riprese e dovrebbe approdare al cinema nel 2019. Sin dal principio, il regista Guy Ritchie e la Disney hanno dovuto affrontare diverse difficoltà, a partire dalla scelta del cast principale e delle tantissime comparse. Non è stato semplice selezionare un numero sterminato di attori mediorientali che affiancassero Will Smith (Genio), Mena Massoud (Aladdin), Naomi Scott (la Principessa Jasmine) e Marwan Kenzari (Jafar), ma a operazione ultimata la produzione si è detta soddisfatta del risultato.

Nelle ultime ore, però, è scoppiata in merito un'importante polemica a causa di un articolo pubblicato dal Sunday Times. Il tabloid ha intervistato un attore del film, Kaushai Odedra, che ha rilasciato dichiarazioni a dir poco sconcertanti. Stando alle parole di Odedra, una ventina di comparse bianche sarebbero state rese di carnagione più scura con il trucco per sembrare mediorientali: "Ho chiesto a una persona del cast di origine saudita cosa pensava di queste comparse bianche che venivano 'abbronzate' in modo artificiale e molto evidente e lui mi ha detto che gli dispiaceva ma che il settore funziona così e che è inutile lamentarsi perché non cambierà mai nulla".

Una scena del cartoon Disney AladdinHDDisney

Disney ha risposto alle critiche con un breve comunicato stampa, precisando che solo uno sparuto gruppo di comparse è stato truccato per sembrare di carnagione più scura ed esclusivamente per esigenze pratiche. "Abbiamo messo molta cura nel raggruppare uno dei cast più ampi e variegati mai visti. Più di 400 attori su 500 sono mediorientali, arabi, indiani, africani e asiatici. Era fondamentale che ci fosse diversità sia nel caso degli attori principali che delle comparse e solo in un pugno di occasioni, quando c'era bisogno di abilità particolari o bisognava tenere conto della sicurezza (effetti speciali, controfigure e animali da gestire), ci siamo affidati a persone che sono state amalgamate alle altre", ha dichiarato un portavoce della major.

Basterà per tenere a bada le polemiche?

Commenta

Leggi anche

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.