Stai leggendo: Il cinema è donna: i migliori personaggi femminili del 2017

Letto: {{progress}}

Il cinema è donna: i migliori personaggi femminili del 2017

Da Wonder Woman ad Atomica Bionda sono tante le (super)eroine, inedite e non, che sono state protagoniste dei film più amati del 2017. Scopriamo insieme le 10 migliori.

Charlize Theron in Atomica Bionda

2 condivisioni 0 commenti

Anche nel 2017 la settima arte ha messo al centro dei film più acclamati dell’anno figure femminili forti, attive, badass, sfaccetate e caratterizzate da un estremo coraggio. Superoine che rispondono al nome di battaglia di Wonder Woman, Batgirl e X-23 ma anche madri o donne che davvero con le loro gesta hanno fatto la differenza e aggiunto importanti tasselli al lungo percorso di emancipazione, come la tennista Billie Jean King. Dall'amazzone più famosa del mondo alla protagonista di Arrival, ecco quali sono stati  nel 2017 i 10 migliori personaggi femminili del grande schermo.

10 - Barbara Gordon, LEGO Batman - Il film

Dopo il successo di The LEGO Movie, a febbraio 2017 è arrivato nelle sale il secondo film ambientato nel magico mondo dei famigerati mattoncini ma che in questo caso ha visto come protagonista uno dei supereroi più amati di sempre: Batman. 

Batgirl The Lego MovieHDWarner Bros.

Nel lungometraggio, scritto e diretto da Phil Lord e Christopher Miller, oltre a un Cavaliere Oscuro estremamente egocentrico e solitario, spicca il personaggio di Barbara Gordon alias Batgirl, coraggiosissima commissario di polizia di Gotham City capace di mettersi in discussione e di trasformarsi, all’occorrenza, in un’eroina temeraria e tanto umana da riuscire a sbloccare il cuore anche del più dark dei supereroi.

9 - Wonder Woman, Justice League

Il personaggio femminile per eccellenza del 2017, per quanto riguarda la settima arte, è stata senza ombra di dubbio Wonder Woman. L’iconica Diana Prince ha infatti dimostrato che i cinecomic possono essere anche donna grazie al film tutto incentrato su di lei e diretto da Patty Jenkins

Wonder Woman e la regista Patty JenkinsHDWarner Bros.

Inoltre la Wonder Woman di Gal Gadot è stato anche la figura centrale e più interessante del corale Justice League in cui l’amazzone ha chiarito ancora una volta di saper tenere degnamente testa ai suoi colleghi uomini, e non solo al box office.

8 - Rose, Star Wars: The Last Jedi

Che la terza trilogia di Guerre Stellari avrebbe avuto un’impronta decisamente girl power lo si era già capito con l’arrivo nei cinema di Star Wars: Il risveglio della forza dove abbiamo conosciuto per la prima volta Rey (Daisy Ridley). 

Rose in Star Wars: The Last JediLucasFilm

In Star Wars: Gli ultimi jedi, oltre a Rey, nel franchise è arrivato un altro personaggio femminile degno di nota: Rose (Kelly Marie Tran). L’inedita eroina è infatti la protagonista, insieme a Finn (John Boyega) e al droide BB-8, di un’intera storyline della pellicola in cui la vediamo prendere in mano la situazione nel tentativo di mettere fuori uso i localizzatori della nave di Snoke al fine di permettere alla Resistenza di poter fuggire e salvarsi, ancora una volta.

7 - X-23, Logan

Il primo marzo del 2017 è arrivato nei cinema Logan, il cinecomic con il quale Hugh Jackman ha detto addio al franchise degli X-Men interpretando per l’ultima volta Woverine. Oltre a Jackman il lungometraggio è forte anche del personaggio di Laura aka X-23 (Dafne Keen) una bambina che lo stesso Logan dovrà - inizialmente suo malgrado - scortare verso l’Eden, un luogo situato in Nord Dakota nel quale si sono rifugiati tutti i bambini che la Transigen doveva uccidere in quanto difficili da “condizionare”. 

X-23 in una scena di LoganHD20th Century Fox

Il viaggio dei due co-protagonisti si rivelerà fondamentale per ridare a Logan un forte barlume di umanità e per caratterizzare la piccola Laura che, insieme a Wonder Woman, è da annoverare per forza e carattere come uno dei personaggi femminili “da blockbuster comic” migliori di sempre.

6 - Lorraine Broughton, Atomica bionda

L’ultima fatica del cineasta David Leitch, Atomica Bionda, è la trasposizione della graphic novel del 2012 The Coldest City, scritta da Antony Johnston ed illustrata da Sam Hart. Ambientato alla vigilia del crollo del Muro di Berlino, il film vede come protagonista Charlize Theron nei panni di Lorraine Broughton, una spia dei servizi segreti inglesi che viene inviata a Berlino per recuperare una lista con gli agenti russi infiltrati nel blocco occidentale e nello stesso MI6. 

atomic blonde con charlize theronHD

Lorraine è una sorta di 007 ma al contempo una femme fatale che non rinuncia e, anzi, sfrutta la sua sensualità per ottenere ciò che vuole. Estremamente fisica, grazie anche ai combattimenti di cui è protagonista, Charlize Theron in questo film ha regalato al pubblico uno dei personaggio femminili più forti e “badass” dell’anno.

5 - Isabel Pullman, Wonder

Dopo che lo scrittore R. J. Palacio ha commosso il mondo con Wonder il cineasta Stephen Chbosky ha deciso di trasporre la storia del piccolo August, bambino affetto da una malformazione al cranio, sul grande schermo. 

Una scena di Wonder HD01 Distribution

A interpretare il giovanissimo protagonista nel lungometraggio è il talentuoso Jacob Tremblay mentre nel fondamentale e bellissimo ruolo di Isabel Pullman, madre di August, troviamo una Julia Roberts in splendida forma capace di dare giustizia alla tempra del suo personaggio che per la forza che dimostra nell’educare e nello spronare suo figlio non può che essere annoverata come uno dei migliori apparsi sul grande schermo nel 2017.

4 - Bev Marsh, It

Quest’anno sono davvero stati tantissimi i film degni di nota ma quello più premiato dal pubblico è senza dubbio stato It, prima trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Stephen King. Diretta da Andrés Muschietti, la pellicola è narra la prima parte del cult del re dell’horror quella in cui i giovani losers incontrato e lottano contro le loro paure impersonate dall’inquietante Pennywise (Bill Skarsgård). 

Sophia Lillis in ItHDWarner Bros.

Oltre ad essere una degna trasposizione del capolavoro di King, It ci ha regalato anche un’eroina femminile degna di nota che risponde al nome di Bev Marsh (Sophia Lillis). Bev, infatti, non è solo l’unica ragazza dei losers ma anche l’unica a non aver paura di It e il personaggio che più di ogni altro affronta all’interno del racconto cinematografico un percorso degno di nota ribellandosi non solo al mostro che la tiene sotto scacco ma prima di tutto a un padre che da sempre abusa di lei.

3 - Billie Jane King, La battaglia dei sessi

A quattro anni da Ruby Sparks, i registi di Little Miss Sunshine, Jonathan Dayton e Valerie Faris, hanno deciso di dedicare un film a La battaglia dei sessi ovvero di incentrare la loro ultima fatica sulla partita di tennis tenutasi nel 1973 tra la campionessa mondiale femminile Billie Jean King (Emma Stone) e l'ex campione maschile, nonché baro di professione, Bobby Riggs (Steve Carell). 

Emma Stone in La battaglia dei sessiHD20th Century Fox

Il lungometraggio ripercorre il dietro le quinte delle vicende che hanno portato i due campioni a scontrarsi soffermandosi principalmente sul vissuto e la metamorfosi pubblica e privata di Billie Jean, facendo conoscere alle nuove generazione la storia di una delle più importanti icone sportive femministe e LGBTQ.

2 - Martha Farnswort, L’inganno

Nel 2017 è stata una donna a vincere la Palma d’Oro per la regia al Festival di Cannes. Sofia Coppola con L’Inganno, infatti, ha incantato la giuria della kermesse trasponendo il romanzo del 1966 di Thomas P. Cullinan, A Painted Devil, già portato sul grande schermo col film La notte brava del soldato Jonathan diretto da Don Siegel nel 1971. 

Nicole Kidman in L'ingannoHDUniversal Pictures

Tra le donne del collegio femminile della seconda metà dell’ottocento in cui è ambientata la storia e dove sbarca il caporale nordista John McBurney (Colin Farrell), la più interessante e degna di nota è certamente la direttrice Martha Farnswort (Nicole Kidman) la quale fa di tutto pur di non lasciare all’uomo il controllo del collegio dando via a una bellissima e al contempo pungente metafora della quotidiana lotta contro il patriarcato.

1 - Louise Banks, Arrival

È arrivato nelle sale italiane a gennaio del 2017 Arrival, film del cineasta Denis Villeneuve, anche regista dello splendido Blade Runner 2049. Il film, idolatrato al 73esimo Fetsival di Venezia, è basato sul racconto Storia della tua vita, incluso nell'antologia di racconti Storie della tua vita di Ted Chiang e vede come protagonista Louise Banks (Amy Adams), una linguista che viene selezionata per far parte di una squadra speciale di esperti, istituita per tentare di comunicare con la specie aliena nel sito di atterraggio del Montana.

Amy Adams in una scena di ArrivalHDWarner Bros.

Durante le sue sessioni di comunicazione con gli alieni Louise incomincia ad avere alcune visioni sul suo futuro che l’avvertono di cosa accadrà qualora dovesse cedere ai sentimenti del fisico teorico Ian Donnelly (Jeramy Renner) ma, nonostante questo, la donna deciderà di vivere la sua vita e di affrontare i certi dolori che la colpiranno, compresa la tragica morte della figlia.

Quali sono stati i personaggi femminili dei film che più vi hanno colpito nel 2017? Fatecelo sapere nei commenti!

Commenta

Leggi anche

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.